Sarà per le montagne che si specchiano verdi nel blu delle sue acque, sarà per le barche ormeggiate nei porticcioli, per i paesini in pietra o per i boschi circostanti. Sarà anche per tutte queste ragioni messe insieme, ma il Lago di Como è per i Lombardi un rifugio dalla calura estiva sin dall’epoca romana, e ancora oggi rimane una delle principali mete turistiche della Lombardia. Non a caso, l’atmosfera ed il clima – soleggiato ma ventoso – gli hanno valso l’incoronazione a lago più bello del mondo secondo il quotidiano online The Huffington Post (2014).

E dato che l’estate si avvicina e il caldo si fa già sentire, ecco quattro mete ideali per una fuga dalla città al fascino sublime del lago. Quattro località del ramo lecchese del Lario facilmente raggiungibili anche in treno (circa un’ora da Milano) e dotate di lido per una giornata in spiaggia anche senza mare.

Abbadia Lariana – La spiaggia di Abbadia si estende per tutto il litorale del comune; una spiaggia dunque lunga e bianca, di ciottoli. Le montagne si riflettono in un’acqua sorprendentemente trasparente, e fra passeggiate sul lungolago e bagni rinfrescanti anche i più sportivi trovano il loro spazio: Abbadia offre infatti anche un ampio spiazzo ombreggiato da salici e ulivi, attrezzato con tavoli e panchine ed anche un campo da pallavolo. Due diversi bar e la possibilità di noleggio sdraio presso il campeggio completano la proposta di questa prima località. Dalla chiesetta di San Martino, anche la possibilità di prendere il Sentiero del Viandante, una mulattiera del periodo romano lungo le pendici dei monti: ruderi di mulini e castelli, chiesette e terrazzi coltivati accompagnano fino al Santuario della Madonna di Val Pozzo, presso Piantedo.

Mandello del Lario. Fonte

Mandello del Lario – Lido gratuito attrezzato con lettini ed ombrelloni (a pagamento) anche per Mandello del Lario. Ideale per le famiglie, con un parco giochi comunicante con il lido e un fiumiciattolo per far giocare i bambini in acqua con maggior sicurezza, Mandello propone anche un interessante centro storico, con piazzette e vicoli caratteristici. Nota curiosa: il paesino è sede della Moto Guzzi, una delle più prestigiose fabbriche di motociclette italiane, e di un museo dedicato alla sua storia.

Bellano – Un camminamento lungolago porta direttamente dalla piazzetta del porticciolo al lido, il borgo offre case medievali e cortili barocchi… ma il punto forte del paesino è un altro. Si tratta del torrente Pioverna, che scorre fra gole naturali modellandone le pareti rocciose e dando vita a quel singolare scenario che i bellanesi chiamano Orrido. Oggetto di racconti e leggende, l’Orrido è visitabile grazie ad un percorso di passerelle aeree e scalette.

Orrido di Bellano. Fonte

Dervio – Legambiente e Touring Club Italiano hanno attribuito quattro vele su cinque alle spiagge di Dervio nella Guida Blu 2016. Spiagge sabbiose e facilmente accessibili anche ai portatori di handicap, ma non attrezzate. Alle spalle della spiaggetta è comunque presente un campeggio dotato di bar e servizi. Da segnalare anche il centro velico.

Fonti: www.eccolecco.it; www.comoeilsuolago.it

Images: copertina