Dove c’era casa io vedo cenere

erano strade familiari
erano i cinque minuti
da casa alla piazza
era la scuola elementare
con lo scivolo senza scale
era il fornaio
per la pizza a colazione
la focaccia a merenda

erano vicoli familiari
erano le discese troppo ripide
in bici
era la cartolibreria
davanti la caserma dei carabinieri
era la chiesa
e la messa a Natale
e rintocchi pigri a Pasqua

Dove c’era casa io vedo cenere

ora c’è il tempo
che passa
ci sono i luoghi
che cambiano
o restano uguali
ma passano le persone
passano le solite persone
passano gli anni
passano le emozioni
passano le estati
e l’essere bambini
quando i ricordi non esistono.

Dove c’era casa io vedo cenere
La mia Ilio ferma
dopo anni di guerra
La mia Ilio distrutta
mentre io mi allontano
nel mare.


CREDITS

copertina