02:37 pm
19 giugno 2018

Podcast: ecco alcuni esempi dei più ascoltati in Italia

Podcast: ecco alcuni esempi dei più ascoltati in Italia

Che cos’è un podcast? Si può definire un podcast come il “fratello minore” della radio. Infatti, come la radio, il podcast è una tecnologia che consente l’ascolto di audio su internet grazie alla distribuzione di aggiornamenti dal nome “feed RSS” a cui gli utenti del web possono iscriversi.

Il termine podcast deriva dall’inglese come combinazione delle due parole “pod” ed “cast”: la prima significa “baccello” e fa riferimento a ciò che ha avuto il monopolio per quasi un decennio nel settore della distribuzione dell’audio digitale, ovvero l’iPod. Invece la seconda parola vuol dire, tradotta in italiano, letteralmente spargere ed era già stata utilizzata nella parola “broadcast” per indicare sempre la trasmissione radiofonica di massa via etere.
Infatti se nella radio tradizionale i suoi vengono trasmessi via etere, qui, nel podcast, il segnale elettromagnetico viene inviato attraverso una elaborazione in numeri del suono.

Di podcast ormai ce ne sono di ogni tipo e di ogni salsa, per ogni gusto e interesse di ciascun ascoltatore: anche molte radio come RaiRadio2 hanno i propri podcast, in modo da poter ascoltare la propria radio preferita ovunque si è.

Esempi di importanti podcast italiani sono:

Senza rossetto: si tratta di un progetto nato il giorno del 70esimo anniversario del suffragio universale in Italia (ovvero dopo 70 anni che anche le donne andarono a votare al referendum per la scelta tra monarchia e repubblica il 2 giugno 1946). Questo podcast vuole cercare di narrare e descrivere come era e come è la figura della donna, sottolineando anche l’importanza simbolica e politica che il voto ebbe sulla figura femminile. Il titolo “Senza Rossetto” fa proprio riferimento al fatto che quando le donne sono andate a votare per la prima volta non portavano il rossetto, per non rischiare di sporcare la scheda in quanto si rischiava l’invalidazione.


Pilota: si tratta di un podcast che ha come oggetto principale la discussione di serie TV. Questo podcast però non fu il primo in Italia a parlare di questo argomento, ma ci fu Serialmente, i quali commentavano tutte le serie americane appena uscite.
Oggi tre dei fondatori di Serialmente continuano il proprio lavoro con  Pilota. Inoltre, se si è maggiormente interessati alle nuove uscite cinematografiche il podcast da ascoltare è Ricciotto.
Da Costa a Costa: si tratta di progetto giornalistico la cui voce è Francesco Costa, giornalista e vicedirettore al Post. Ogni settimana lui decide di parlare di politica, società e costume americani. Un altro podcast simile è Risciò il quale si concentra sul tema della Cina.


Scientificast: si tratta del primo podcast a tema scientifico in Italia. Questo è stato fondato nel 2007 con l’obiettivo di diffondere la cultura scientifica in termini semplici e uno stile divertente, in modo da attrarre un pubblico molto più vasto, da esperti a meno esperti in fatto di scienza. Nel 2016 ha vinto il Macchianera Italian Awards come migliore podcast italiano.

Quindi, come si può vedere esistono moltissimi tipi di podcast, tutti diversi tra loro per soddisfare i gusti più disparati.
In questi ultimi anni inoltre il loro numero sta crescendo sempre più: che cosa implicherà questo? Porterà alla fine della radio? Solo il tempo potrà dircelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.