NASCITA DELLE ESPADRILLAS
Le espadrillas che conosciamo oggi nascono durante la Guerra Civile Spagnola: i soldati venivano mandati al fronte utilizzando un paio di scarpe chiamate espardenyes de set vetes, ossia “espadrillas a sette corde”. Questo tipo di scarpa era prodotto da un’impresa familiare spagnola, i Castañer.
Finita la guerra, quest’impresa entra in crisi, perché i loro maggiori clienti erano i contadini e, con l’industrializzazione, le loro aree di vendita diminuiscono drasticamente.

GLI ANNI SESSANTA E SETTANTA
Gli anni Sessanta sono per l’impresa Castañer il momento del cambio generazionale. Lorenzo Castañer e sua moglie Isabel prendono in mano l’azienda rinnovando la produzione: di fatti le espadrillas cominciano ad essere fabbricate di diversi colori, così da diventare una scarpa molto apprezzata da un pubblico più ampio.

Durante gli anni Settanta arrivano all’apice del successo. I due coniugi giungono a Parigi e conoscono lo stilista Yves Saint Laurent; lo stilista, rimasto incantato dalle loro creazioni, fa richiesta per una espadrillas personalizzata, con il tacco a zeppa e la sua firma. Così facendo, i Castañer divengono la prima impresa a fabbricare calzature così particolari e uniche con un marchio così importante.

DAGLI ANNI NOVANTA FINO AD OGGI
Nel 1994 Castañer scelse di aprire un negozio tutto suo, in centro a Barcellona, primo di molti altri in tutta Europa e non solo: Parigi, Tokio, Madrid, Roma etc.
Gli elementi che distinguono questo tipo di scarpa da tutte le altre, rendendola così unica, sono soprattutto i materiali utilizzati per fabbricarle: da quando nascono fino ad arrivare a oggi, sono scarpe sono sempre state fatte con la suola in corda o gomma modellata mentre la parte che fascia il piede in stoffa, tessuto o cotone.
Quando sono nate venivano utilizzate sia da uomini che da donne, mentre oggi sono indossate soprattutto dal genere femminile, soprattutto perché ora ne esistono tantissimi modelli: classici, con la zeppa, con i lacci per fissarle alle caviglie e soprattutto in tantissime fantasie, che le rendono adatte a qualsiasi momento di primavera ed estate; ciò nonostante esistono ancora modelli da uomini, molto classici, spesso a tinta unita.

Oggi questo modello di scarpa è stato anche molto imitato, oltre ad essere sempre molto di moda: presenti in tutte le collezioni primavera/estate 2020, scelte da marchi importanti come Dior, Chanel, Michael Kors e altri. Dior sceglie motivi ricamati sul tessuto e logo presente in vista sulla zeppa in corda, ma presenta anche modelli intrecciati con lacci in cotone.
Chanel sceglie colori abbastanza appariscenti, ma non scontati, come avorio e nero, insieme alla classica catena della maison lungo la suola.

Le espadrillas sono scelte anche da marchi low cost, come H&M, Mango, Pull&Bear e Stradivarius, soprattutto in questo caso si possono scegliere  moltissime fantasie, colori e modelli, le classiche basse, adatte per un look più casual e leggero o con con una leggera zeppa magari da utilizzare per qualche cena fuori in riva al mare.Pregio assoluto di queste scarpe, che tutti i marchi sono riusciti a valorizzare, è proprio il fatto che  siano facilissime da abbinare per qualsiasi occasione!