Avete mai provato a prendere una decisione, anche poco importante, dopo aver fatto sesso? Rifletteteci o prestate attenzione la prossima volta che accadrà: sarete più propensi a fare qualcosa di rischioso. Lo afferma uno studio canadese condotto su un campione di studenti universitari di entrambi i sessi. Già in precedenza erano emersi risultati simili per quanto riguarda decisioni a sfondo sessuale, ma la novità della ricerca sta nell’attestare che tali risultati possono essere estesi ad ambiti diverso tipo.

La dottoressa Shayna Skakoon-Sparling, dell’Università di Guelph, in Canada, ha guidato il proprio team, in una prima fase, nell’analisi dei dati emersi da alcuni questionari somministrati ad un campione iniziale di 144 studenti e studentesse. Questi, in una prima fase, hanno visualizzato dei video, una metà con immagini sessualmente esplicite, l’altra soltanto con non esplicite interazioni uomo-donna. Successivamente hanno dovuto rispondere a domande inerenti al loro livello di eccitamento, quindi sono state proposte loro delle situazioni di risk-taking in ambito sessuale. È effettivamente emerso che chi aveva precedentemente visto video eccitanti era disposto a rapporti sessuali rischiosi. Ciò vale sia per le donne sia per gli uomini, anche se nel campione analizzato la prevalenza di questi comportamenti è prettamente maschile.

Fonte

Fin qui nulla di nuovo, ma i ricercatori hanno proseguito i loro studi. In una seconda fase, infatti, un campione di 122 studenti è stato sottoposto ad un trattamento simile a quello del primo esperimento, ma con una sostanziale differenza: le situazioni risk-taking proposte ai ragazzi non erano relative all’ambito sessuale. Gli è infatti stato chiesto di giocare a Blackjack a computer e sono stati posti nella condizione di dover scegliere tra un gioco rischioso o una mano sicura. Il risultato? Più gli studenti erano eccitati, più la media delle partite rischiose aumentava.

Secondo i ricercatori, questo risultato è importante per far prendere consapevolezza alle persone di quanto il loro comportamento sessuale possa influenzare la loro vita e le loro decisioni ed educarle di conseguenza. Ad esempio, un giocatore d’azzardo che lotta contro la propria ludopatia deve tener conto anche di questo elemento, per eliminare o controllare almeno uno dei fattori che lo porta a giocare.

Fonti: State of Mind

Images: Copertina