Scommetto che da piccoli tutti quanti almeno una volta abbiamo sognato di essere una bellissima principessa in attesa del principe azzurro, oppure un coraggioso cavaliere pronto a sconfiggere mille nemici con la forza della propria spada. Il castello degli Hohenzollern è il luogo in cui i nostri sogni infantili possono tornare a galla e diventare realtà.
Si tratta di un castello in Baden-Württemberg (Germania), costruito nel medioevo, poi rimaneggiato ed ampliato fino all’aspetto attuale in stile neogotico nel diciannovesimo secolo. Veniva usato dalla dinastia regnante tedesca (gli Hohenzollern, da cui il castello prende il nome) originariamente con scopo difensivo poi, a seguito dei vari ampliamenti, come residenza della famiglia.

Il castello è visibile anche da luoghi relativamente lontani, perché è situato su una collinetta. Man mano che ci si avvicina si ha l’impressione di fare un salto indietro nel tempo: sparisce l’autostrada e spariscono le case, rimangono solo i turisti che scattano foto ed un paesaggio verdissimo. L’ultimo pezzo del percorso è da fare a piedi o con una navetta, ma se siete un minimo in forma vi consiglio di fare la salita a piedi. Si cammina per qualche minuto in un bosco e quasi ci si dimentica che sopra alla nostra testa c’è un castello, fino a quando non ce lo si trova davanti e la magia inizia.
Forse alcuni di voi conoscono il più famoso castello di Neuschwanstein in Baviera, il classico castello da fiaba a cui si dice che perfino Walt Disney si ispirò per disegnare il suo logo. Ecco, il castello di Hohenzollern non ha nulla da invidiare al più famoso Neuschwanstein. Anzi, al contrario che a Neuschwanstein, in cui le stanze spoglie sono spesso motivo di delusione per i turisti, le stanze all’interno del castello di Hohenzollern sono visitabili e interamente arredate con mobili originali, che danno l’idea dello sfarzo e del gusto dell’epoca.

image4

Bellissimo lo studio del re, la stanza con più luce di tutto il castello, da dove si può avere una visuale su tutto il territorio circostante. È facile immaginare il re seduto dietro alla sua scrivania che riflette su come amministrare il proprio Land. Prima di essere ammessi a visitare le stanze bisogna indossare delle pantofole di feltro sopra alle scarpe per non rovinare il parquet, cosa che fa divertire grandi e piccini e che permette di sfrecciare all’interno delle stanze quasi come su una pista da pattinaggio. Solo, state attenti a non andare addosso alle statue, se no avrete dei bei grattacapi con le autorità tedesche e potrebbe non essere una cosa piacevole.

image5

Credits: copertina, im1, im2