di Laura Marino 

 

“Una bolla come una goccia di rugiada, nel cuore della natura. 
Una bolla da sogno …
 
La propria sfera di cristallo nel deserto, in un campo di grano, in una radura!
Uno spazio magico, un sogno a cielo aperto,
 
un impressionante notte sotto le stelle ,
 
un’esperienza che non dimenticherete mai,
 
Sta a voi immaginare il resto ed assaggiare la libertà con un tocco di comfort …
La natura è il vostro salotto!”

Ecco lo slogan di apertura del sito che celebra questa curiosa idea: la Casa Bubble.

Non è una tenda, non è una casa, non è una bolla. È tutti e tre, ed è rivolta agli amanti del campeggio e dei viaggi, ma non troppo tagliati per l’avventura e la natura allo stato brado. Il target ideale sono ovviamente i fanatici delle bolle e delle superfici trasparenti. Magari coloro che da bambini adoravano i gonfiabili, e che da adulti non rinunciano al tettuccio trasparente per guardare il cielo dalla loro auto.

La Società CasaBubble nasce dall’incontro di due designer francesi: Frédéric Richard Pierre-Stéphane Dumas .  Entrambi ambientalisti molto preoccupati per il futuro del nostro pianeta, hanno cercato di conciliare estetica e design con il risparmio energetico, creando un prodotto funzionale e innovativo che avesse un basso impatto sull’ambiente. Pierre-Stéphane è il designer di tutto il progetto delle case bubble. Vive in Francia, nei pressi di Parigi e con il suo background ricco di  esperienze aziendali ha saputo coniugare senso estetico e tecnologia con un quantitativo minimo ed essenziale di materiali ed energia. Frédéric, un creatore di mobili negli Stati Uniti, possiede una Casa Bubble e divide il suo tempo tra la Francia e gli Stati Uniti.

L’Idea nasce dalle prime case sull’albero costruite da Dumas, e rivestite da un materiale protettivo a forma di bolla per mantenere l’ambiente più protetto: nascono i BubbleTree, prototipi di alloggi a forma di sfera appollaiati sugli alberi. Dopodichè Dumas ha progettato una gamma per il terreno. Bolle nomadi, ideali per godersi la magia di una notte nella natura selvaggia. Stanze esterne versatili da usare in tutte le stagioni, anche in giardino. Ovviamente progettate anche per essere confortevoli per le persone disabili.

La filosofia dei due creatori si esprime tramite questa frase: “E se la vera felicità, in questi giorni, significasse essere in armonia con la natura? Stare davvero a contatto con la natura?”        

Ed ecco nascere l’Ecoturismo:  “In un momento in cui è urgente pensare l’impatto che abbiamo sull’ambiente, anche nella scelta delle nostre attività per il tempo libero abbiamo voluto trovare un modo per entrare in contatto con la natura facendo un appello a tutti i vacanzieri. Così i nostri prodotti sono ideali per progetti di ecoturismo: sono coerenti con un approccio macroeconomico a misura d’uomo, che cerca di alleviare la gravosa costruzione di strutture edilizie, proteggendo l’ambiente naturale.” Questo ci dice Pierre-Stephane Dumas.
casa bubble

Ma veniamo ai lati tecnici: come funziona la Casa bubble?

Si tratta di una struttura di materiale plastico, che viene gonfiata da una turbina speciale che la mantiene costantemente di forma sferica, rinnovando l’aria all’interno ed eliminando i problemi di polline, umidità e condensazione.  È possibile gonfiare la propria casa in poco tempo, per installare un nido accogliente dove e quando lo si desidera, esattamente come per una tenda. Senza bisogno di permessi di costruzione, installabili lontano da fonti di energia particolari, tolleranti a qualsiasi sbalzo termico.
All’interno l’aria è fresca e filtrata, non ci sono insetti e i suoni esterni sono attutiti . Una struttura sferica di questo tipo, infatti, ha un effetto acustico stupefacente. Mentre i rumori esterni si affievoliscono i suoni all’interno rimbalzano al centro della sfera, in modo che gli abitanti possano parlare molto più piano. La sfera ha un effetto calmante e genera una sensazione di benessere… l’ideale, insomma, per gli individui ambientalisti ma allergici al polline, intolleranti all’afa, che non riescono a dormire quando cantano i grilli o le cicale, che hanno terribilmente bisogno di pace e quiete zen, che amano guardare le stelle ma ne escono devastati per colpa delle zanzare, e che nonostante tutto si ostinano a voler fare campeggio tutte le sante estati, uscendone più esausti di prima di aver preso le ferie.
Le Case Bubble sono principalmente distribuite in USA e in Australia, ma chiunque può comprarle, oppure affittarle. Purtroppo, nonostante sul sito ufficiale ci sia la voce “prezzi” nel menù, non viene esplicitata alcuna cifra prima di un preventivo stabilito in privato tra l’acquirente e l’azienda.

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito www.casabubble.com

 

CREDITS

Copertina
Immagine 1