I social sono diventati dei veri e propri luoghi di confronto tra gli artisti e i loro fan, e Instagram è sicuramente quello utilizzato in maniera più diffusa. È proprio attraverso quest’ultima piattaforma che il frontman dei Thegiornalisti, Tommaso Paradiso, ha annunciato di recente lo scioglimento del gruppo.

Chi sono i Thegiornalisti

I Thegiornalisti sono una band nata a Roma nel 2009 e composta da Tommaso Paradiso, Marco Primavera (batteria) e Marco Antonio Musella (chitarra, basso, tastiera). L’album di debutto, Vol.1, è stato pubblicato nel settembre del 2011, ma è solo nel 2017 che la band riesce a ottenere un grande successo attraverso il singolo Riccione, vincitore di 4 dischi di platino. Nel 2018 hanno nuovamente occupato le stazioni radiofoniche con la hit Felicità puttana, diventando la band per eccellenza in grado di accompagnare l’estate degli italiani.

Gli alti e i bassi del 2019

Così, quando nell’estate 2019 il gruppo ha deciso di pubblicare il singolo Maradona y Pelé, sembrava che ormai i Thegiornalisti avessero conquistato il loro posto nel panorama musicale e non avessero intenzione di abbandonarlo. All’inizio dello scorso mese, precisamente il 7 settembre, il trio aveva inoltre festeggiato il decimo anniversario della loro carriera attraverso un concerto in grande stile presso il Circo Massimo a Roma. Palco a forma di Y, simile a quello dei leggendari Coldplay, dieci maxischermi e una scenografia da togliere il fiato. Sono stati la prima band italiana a esibirsi nel prestigioso Circo Massimo, e i 45.000 spettatori non si potevano certo aspettare quello che di fatto è accaduto una decina di giorni dopo.

La discussione sui social

Il 17 settembre, infatti, il leader Tommaso Paradiso ha messo la parola fine alla storia della band attraverso il suo account Instagram. Ma non solo: l’artista ha anche annunciato l’intenzione di avviare una carriera da solista. Ha ringraziato il gruppo e i fan, ma, testuali parole: “Le storie nella maggior parte dei casi non sono eterne”.

Tra qualche giorno uscirà una nuova canzone. Uscirà come Tommaso Paradiso. D’ora in poi tutto ciò che scriverò e canterò non sarà più dei Thegiornalisti ma sarà Tommaso Paradiso. È giusto che sia così. È stata una fantastica avventura che ci ha portato fino al Circo Massimo…  È inutile che vi stia a raccontare le dinamiche per le quali si è arrivati a questa conclusione. I problemi ce li teniamo per noi…
Si faranno congetture e si diranno inesattezze, è inevitabile. Ma d’altronde chiunque ha il diritto di esprimere la propria opinione anche se non conosce la materia trattata. Ho scritto e cantato ogni singola nota e ogni singola parola di tutto ciò che fino a oggi avete ascoltato. Continuerò a farlo, continuerò a farlo come Tommaso Paradiso.

Pare dunque che il cantautore fosse consapevole dei rischi che stava correndo attraverso questo annuncio, ma era pronto a ricevere ogni critica che, in questi casi, è inevitabile. Tuttavia, le polemiche non sono state avviate tanto dal pubblico quanto dagli altri membri della band. Il chitarrista Marco Antonio Musella ha infatti risposto con un’altra Instagram story in maniera piuttosto seccata. Questo è avvenuto principalmente perché Paradiso ha annunciato di aver scritto testi e musica di ogni singola canzone da Io non esisto a Maradona y Pelé e dunque, in questo modo, sembra essersi attribuito il merito di tutto il lavoro.

Il chitarrista ha perciò deciso di ribattere con una provocazione:

I Thegiornalisti continueranno! Chi decide autonomamente di andar via può andare a cercare di guadagnare più soldi da solo. Poi se ognuno può scrivere quello che vuole sui social, io dichiaro di aver scritto tutte le canzoni dei Rolling Stones.

Tommaso Paradiso: da leader a solista

Nonostante queste polemiche, quel che è chiaro è che in un gruppo musicale il ruolo del frontman è molto particolare. Diventarlo non è facile, anche perché in qualche modo tutti gli altri membri vengono offuscati dalla figura che presta il viso e la voce. Non ci sarebbe un gruppo senza leader, ma neanche un leader senza gruppo: sono due facce della stessa medaglia, l’una non può esistere senza l’altra. Pare dunque inutile continuare a cantare in nome dei Thegiornalisti se il membro principale ha abbandonato il progetto. Ci hanno provato altre band, ma la verità è che ciò che rende speciale un gruppo è il suo equilibrio, il perfetto incontro tra la musica, i testi e le voci: è quello il mix che riesce a conquistare il pubblico e difficilmente questo accetterà un cambiamento sotto al nome della stessa band di sempre.

Allo stesso modo il leader ha delle responsabilità nei confronti di coloro che rappresenta e, dal momento che né il batterista né il chitarrista sembravano essere a conoscenza delle intenzioni di Paradiso, a noi dello Sbuffo sembra ci sia molto su cui riflettere. Tutto questo alla luce del fatto che lo scorso 25 settembre Tommaso Paradiso ha pubblicato il singolo Non avere paura, il primo da solista. Il brano sarà la colonna sonora della seconda stagione di Baby, la serie targata Netflix, in uscita il prossimo 18 ottobre.