Lingua tedesca, protagonisti spagnoli, ambientazione turca: Wolfgang Amadeus Mozart unisce elementi diversi creando un insieme omogeneo per l’opera lirica “il ratto dal serraglio“, una delle prime che rese celebre il compositore. Al tempo fece storcere un po’ il naso ai sapienti del ‘700 alla vista di questa commedia romantica non in italiano. L’italiano infatti era la lingua musicale per eccellenza e perfino gli stranieri ricreavano lo stile del nostro Bel Paese ed eravamo sul podio in ambito operistico e musicale. Dovremmo ricordarcelo.
Un misfatto compiuto da alcuni costringe un nobile giovane dal nome lattiginoso a partire al salvataggio della propria fidanzata nell’esotica terra dei sultani e degli harem. Confronto tra civiltà o semplice scontro d’amore? Niente di troppo complesso, tranquilli, ma i colpi di scena son sempre pronti a dare un giro di vite alla vicenda, facendo restare col fiato sospeso.
Ma non ci sono solo baci e abbracci, c’è anche spazio per una riflessione sul rapporto uomo-donna, sui pregiudizi e le mentalità, capaci di aperture liberali e chiusure bigotte e radicali.
E il ratto? Se avrete pazienza scoprirete cosa c’entra!
Buon ascolto e… alla prossima trama!


CREDITS

Copertina