“Dune”, il trailer: l’essenza del genere fantascientifico

Molti cinema e teatri hanno finalmente riaperto e, con la ripartenza delle attività, anche la programmazione cinematografica inizia a farsi sempre più fitta. Per l’autunno 2021, tra i film che più incuriosiscono il pubblico c’è anche Dune, in uscita a metà settembre. La pellicola è diretta da Denis Villeneuve e porta in scena un cast di interpreti particolarmente interessante. A stuzzicare maggiormente gli amanti del genere sono gli elementi salienti della trama introdotti dal trailer ufficiale rilasciato all’inizio dell’estate e che sembrano promettere grandi cose.

In prima fila nella fantascienza

Già dai primi secondi del trailer diffuso da Warner Bros., casa di distribuzione della pellicola, Dune ha tutte le carte in regola per essere considerato la punta di diamante del genere fantascientifico per i mesi a venire. Regalando allo spettatore alcuni dettagli sulla trama e i suoi sviluppi, il trailer non si risparmia in termini di contenuti. Presenta uno dopo l’altro tutti gli elementi che compongono un buon film di fantascienza, con il rischio di svelare in anticipo alcune delle sue chicche migliori

Tempo e spazio

Prima di tutto, il contesto temporale appare non ben definito. I personaggi protagonisti non appartengono di certo alla contemporaneità, ma a un’epoca futura in cui popoli in avversità tra di loro si scontrano in una feroce battaglia. Tutto ciò avviene su un pianeta diverso dalla Terra, più precisamente su Arrakis, chiamato anche Dune. Qui si trasferisce il protagonista Paul (interpretato da Timothée Chalamet), appartenente ai regnanti della famiglia Atreides, nella speranza di costruire un clima sereno e poter permettere lo sviluppo del proprio popolo su questi territori. Raggiungere questo obiettivo non è facile. Gli ostacoli più importanti sono rappresentati dai nativi del pianeta e da altri nemici, che cercheranno di impedire in tutti i modi la buona riuscita dell’operazione della famiglia Atreides.

L’oggetto del desiderio

Un secondo elemento, tipico dello scatenarsi di molti conflitti nelle pellicole più celebri della storia del cinema, è la corsa disperata contro le altre fazioni per ottenere il bottino più importante e schiacciare gli avversari. Nel caso di Dune, si tratta di un materiale prezioso, presente soltanto sul pianeta Arrakis, in grado di allungare la vita umana e donare capacità straordinarie. Per ottenere questo oggetto del desiderio, ciascuna delle fazioni sembra essere disposta a tutto, combattendo gloriosamente contro le altre parti. Soltanto chi compirà le azioni più valorose sarà in grado di ottenere la vittoria, inutile dire che il protagonista Paul avrà in questi momenti un ruolo chiave. 

Le guerre spettacolari

Ultima tra le caratteristiche del genere fantascientifico perfettamente rappresentato all’interno del trailer di Dune è sicuramente la presenza massiccia di guerre e combattimenti, in cui si concentrano tutti i maggiori sforzi del reparto effetti speciali. Dune diventa così una rivisitazione in chiave moderna di una delle tante pellicole con scene di combattimento diventate iconiche. Le classiche armature e i mezzi utilizzati vengono sostituiti con elementi in linea con l’ambientazione del film, ma l’epicità rimane tale, se non enfatizzata. Già dalle poche scene anticipate all’interno del trailer, questo potrebbe essere uno degli elementi chiave per determinare il successo di Dune.

Cast e musica

Il trailer di Dune promette molto bene e sembra anticipare una pellicola in grado di soddisfare gli amanti del genere e non. Inoltre, a supportare il probabile successo del film ci sono anche altri elementi. Fra questi, quello che spicca maggiormente è il cast. Infatti, oltre a Timothée Chalamet nei panni del protagonista, compaiono Oscar Isaac, Rebecca Ferguson, Zendaya, Jason Momoa. Questi sono solo alcuni dei nomi che compongono il cast e che con le loro interpretazioni potrebbero contribuire a determinare l’accoglienza positiva della pellicola da parte di pubblico e critica. A coronare il tutto si aggiunge anche l’elemento della musica, composta da Hans Zimmer, un sinonimo di garanzia nel panorama delle colonne sonore cinematografiche.

Dunque, Dune sarà disponibile già dal 16 settembre 2021 e, con queste premesse, sembra pronto ad aggiudicarsi il ruolo di protagonista nella prossima stagione cinematografica. C’è soltanto da sperare che la voglia di strafare, tranello a cui spesso chi lavora al genere fantascientifico deve prestare attenzione, non giochi brutti scherzi e non trasformi la base di un buon film in un’esagerazione totale.


CREDITS:

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo