Il carnevale in Brasile è una delle feste più importanti dell’anno, il più importante nel paese è quello di Rio de Janeiro. Il carnevale brasiliano deriva dalle colonizzazioni portoghesi, e nel tempo si è riempito di vestiti colorati, danze e musica. Ogni carnevale presente in Brasile ha caratteristiche diverse dagli altri.
La durata dei festeggiamenti è di cinque giorni, dal venerdì al martedì prima delle Ceneri, anche se la popolazione comincia a festeggiare già nei mesi precedenti.

STORIA DEL CARNEVALE DI RIO
Nel 1830, sulle strade di Rio prendono vita le prime cōrdes, gruppi di persone che sfilavano e ballavano trasportando la festa per tutta la città. Dai cōrdes nascono poi i “blocos” moderni (quartieri) in portoghese. Le persone suonano e danzano nei vari quartieri, vestendosi con diversi costumi a tema. Oggi sono presenti più di cento quartieri solo a Rio, ognuno di loro crea e compone la propria musica prendendo a modello classici del samba.
La danza samba è il simbolo del carnevale, e le sue radici provengono dall’Africa, in particolare dall’Angola. Gli schiavi arrivati con i portoghesi da questi paesi si mischiarono con la gente del posto. Gli africani durante queste danze usavano travestimenti e maschere, fatti di piume, erba, ossa e altri oggetti considerati importanti per invocare gli dei e liberarsi del male. La diffusione avvenne dopo l’abolizione della schiavitù e la possibilità di spostarsi nel paese.

All’inizio il carnevale si svolgeva nelle strade della città, successivamente fu deciso di dargli una struttura formale.
Nel 1984 nacque il Sambodromo, luogo che tutti gli anni ospita il carnevale e la sfida tra le scuole di samba brasiliane, le quali durante l’anno si allenano per conquistare il primo posto alla parata.
Il Sambodromo ha una capienza di circa 72mila spettatori, e durante i festeggiamenti al suo interno viene proclamato un Rei Momo, un re del carnevale, un buffone a cui il sindaco cede simbolicamente le chiavi e la fascia della città; affiancato da una regina, scelta per la samba, bellezza e le sue doti di comunicazione.
Ma nonostante il Sambodromo, luogo privilegiato del carnevale resta la strada, dove chiunque può partecipare alla festa.

CARNEVALE OLTRE RIO
Il carnevale è parte essenziale del Brasile, è una festa che coinvolge davvero tutte le città, alcune delle più importanti sono:

OLINDA

Ad Olinda tutti i cittadini indossano costumi colorati, per tutta la durata della festa, anche di notte, perché si continua a festeggiare ballando la samba e divertendosi.
L’inaugurazione di questi giorni avviene con l’Hommen de Maria Noite, l’uomo di mezzanotte, un uomo vestito elegante in doppio petto, con un cappello a cilindro, che dà il via ad una sfilata di grandi marionette, le Giant Dolls o Bonecos de Olinda trascinate e inseguite dalla gente.

REFICE

Anche il carnevale a Refice, è uno dei più amati, i loro festeggiamenti iniziano già dopo Capodanno, e man mano che il carnevale si avvicina, aumentano. Qui l’inizio della festa è caratterizzato da un gallo alto 27 metri, si chiama Galo da madrugada, (gallo dell’alba) che viene fatto sfilare sulle note di canzoni tradizionali. Insieme al gallo sfilano i carri allegorici, dalle 9 dalla mattina, alle 18,30 del pomeriggio.

Caratteristica del carnevale, sia di Olinda che di Refice è il frevo, genere musicale nato dalla combinazione di musica afro brasiliana bed europea, prevede balli tradizionali, che appartengono al patrimonio immateriale UNESCO brasiliano.

COSTUMI, COLORI E TRADIZIONI
Caratteristica principale dei costumi brasiliani, sono i colori brillanti e il fatto che siano frutto di creatività e fantasia.
Le maschere iniziano ad essere indossate nel 1834, solitamente raffiguravano animali o caricature di vario genere e subito erano fatte di cera, dopo un po’ di anni iniziano ad essere sostituite con interi costumi.
I costumi più apprezzati sono quelli che si mostrano all’interno del Sambodromo di Rio de Janeiro, tutte le maschere indossate dai partecipanti sono fatte a mano, lavoro che impegna quasi tutto l’anno chi le crea; esistono infatti delle persone specializzate in questo tipo di lavori.

Ogni scuola di samba che partecipa alla gara, sceglie i colori dei proprio abiti e i proprio ornamenti, tra cui piume, paillettes e stoffe, ognuna di queste, decide anche per la sfilata un determinato tema da seguire. Solitamente coloro che rubano gli sguardi di chi partecipa però, sono le ballerine brasiliane, vestite con abiti scintillanti, formati da due pezzi, come i costumi da bagno, decorati con grandi piume, fiori e gioielli.

Solitamente le donne, se non sono ballerine, indossano vestiti molto colorati, solitamente ampi con molte decorazioni sull’orlo di gonne o pantaloni, anche queste di solito indossano copricapi con piume colorate e gioielli scintillanti, mentre i costumi tipici degli uomini sono abiti, formati da maglia e pantaloni molto colorati, se no spesso sono a dorso nudo, con un cappello pieno di piume colorate, con pantaloni intonati aventi frange ricoperte di decori e brillanti.

Ciò che da sempre caratterizza il carnevale brasiliano sono per primi i costumi, estremamente colorati e sfarzosi, ma soprattutto il coinvolgimento di tutta la popolazione durante questa festività.

FONTI

riocarnival.org

zingarate.com

turismo.it

ilfilodiniky.com

CREDITS

Copertina

immagine 1

immagine 2