La Divina Commedia: una bellissima iniziativa, impegnativa. Un’azione di grande responsabilità sociale da parte del Gruppo imprenditoriale di famiglia.

Così Gabriele Gravina, presidente della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) e produttore, presenta La Divina Commedia -Opera Musical. Il progetto torna in scena con un tour nazionale dopo gli entusiasmi e gli enormi successi ottenuti durante le precedenti edizioni. Una produzione di Music International Company, l’Opera porta nei teatri lo straordinario capolavoro dantesco, la Divina Commedia appunto. Il progetto ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Tra questi la Medaglia d’Oro dalla società Dante Alighieri, per l’attinenza al testo letterario e il Premio Persefone 2019 come Miglior Musical. Il tour 2020 farà tappa in parecchie città italiane, tra cui Brescia, Padova, Roma e farà parte del Dantedì, iniziativa nata allo scopo di rendere omaggio all’Opera del grande poeta.

La Divina Commedia – Opera Musical mette fedelmente in scena il capolavoro letterario del Sommo Poeta. L’obiettivo è, come sottolinea il regista Andrea Ortis, sensibilizzare il pubblico e rendere accessibile un’opera letteraria troppo spesso ritenuta complessa e inafferrabile. Afferma infatti:

La Divina Commedia Opera Musical rilegge in chiave moderna il capolavoro di Dante, grande scrittore, poeta, genio e soprattutto uomo.

Umanizzare la Divina Commedia e il personaggio di Dante significa renderla accessibile a un pubblico molteplice. L’idea è quella di rappresentare il viaggio di un uomo comune nelle difficoltà della vita quotidiana. Empatizzare con Dante significa comprendere le ragioni profonde della colpa e della difficoltà, affrontarle e superarle. Il viaggio attraverso i tre regni diventa metafora della vita. Attraverso lo spettacolo teatrale l’opera riacquista autenticità, si spoglia di dogmatismo e rigore filologico. Lo spettatore affronta un viaggio, si immedesima nel corso degli eventi e della storia, partecipa insieme a Dante all’avventura nell’aldilà. Alla base di ciò l’idea di assoluta modernità della Divina Commedia. Dante mette in scena passioni e vicende umane universali, che vivono quotidianamente anche a distanza di settecento anni. La Divina Commedia è un’opera viva, parla agli uomini di ogni epoca, è umana.

Contributi fondamentali sono la musica e l’imponente impianto scenografico, insieme al corpo di ballo e a un cast di attori eccezionali. Nonostante il testo sia recitato per la maggior parte in endecasillabi, l’interpretazione degli attori lo rende maggiormente comprensibile. Il corpo di ballo costituisce un vero e proprio interprete. Ciò, insieme alla musica, contribuisce alla creazione di scenografie spettacolari, appunto. L’occhio è dunque in grado di comprendere almeno tanto quanto l’orecchio. Il significato del testo non passa totalmente dall’endecasillabo. Questo viene infatti supportato ed esaltato dagli elementi scenici.

La Divina Commedia – Opera Musical, in partnership con Ticketmaster, ha avviato un progetto rivolto ai giovani. Durante l’intero tour sono infatti disponibili biglietti a costo ridotto per giovani e studenti. L’obiettivo è infatti diffondere l’Opera presso i più piccoli, così da rendere lo spettacolo anche un mezzo educativo. Alla base l’idea di voler diffondere un prodotto culturale, non solo una forma di intrattenimento, che sia dunque utile nelle scuole. A questo proposito, la compagnia realizza repliche matinée dedicate a studenti. La piattaforma di ticketing ha già avviato in passato progetti promozionali per scuole e università. Daniele Bei, Amministratore delegato di Ticketmaster Italia afferma:

Da sempre la mission di Ticketmaster è mettere a disposizione dei fan i biglietti per gli spettacoli che amano, e avvicinare i giovani all’intrattenimento live è sicuramente uno degli obiettivi che vogliamo perseguire.