Nonostante oggi sia una forma di comunicazione molto diffusa, dieci anni fa in Italia il mondo dei tutorial non era ancora stato esplorato. Una giovane donna che abitava da poco dall’altra parte del mondo, a New York, tuttavia, è riuscita in breve tempo a far breccia nel cuore delle ragazze attraverso i suoi video di trucco: si tratta di Clio Zammatteo, da tutti ormai conosciuta come ClioMakeUp (dal nome del suo canale YouTube allora e della sua azienda di successo oggi), una ragazza che grazie alla sua semplicità, alla sua dolcezza e al suo essere vera è diventata negli ultimi anni una delle imprenditrici e influencer italiane con più seguito.

Clio è infatti riuscita a concretizzare la sua passione per il trucco e per la bellezza, che coltiva dai primi anni dell’adolescenza, attraverso un enorme successo mediatico, soprattutto digitale grazie ai social network e in primis a YouTube, ma ha ottenuto ottimi risultati anche offline già a partire dal 2009, a solo un anno dall’apertura del suo canale, con la pubblicazione del manuale «Clio Make-Up: la scuola di trucco della regina del Web», seguito nel 2010 da un altro libro, «Clio Beauty Care: la cura della pelle e i cosmetici fai da te» e nel 2015 dal suo primo romanzo, «Sei bella come sei», tutti editi da Rizzoli. Ha raggiunto notorietà anche in TV con il programma «Clio MakeUp», andato in onda su Real Time nel 2012, nel quale rispondeva alle esigenze di donne di tutte le età, desiderose di cambiare la loro immagine o di realizzare un trucco particolare, dando loro preziosi consigli da amica e contemporaneamente rivolgendosi al suo pubblico, che aumentava sempre di più.

Real Time è: Clio Make Up con Clio Zammatteo

Ma come ha avuto inizio il successo di ClioMakeUp? Come è riuscita una semplice ragazza della porta accanto a dare il via al fenomeno dei tutorial su YouTube in Italia?

Tutto è cominciato quando, sempre nel 2008, Clio e suo marito Claudio hanno deciso di trasferirsi a New York, dove lui ha frequentato un master e lei ha iniziato a coltivare la sua passione per il trucco, aprendo il canale «ClioMakeUp» con l’obiettivo di rivolgersi a un target di ragazze italiane. Nel nostro Paese, infatti, idee del genere non erano ancora state sfruttate, mentre negli Stati Uniti esistevano già canali sia in lingua inglese che in lingua spagnola dedicati al make-up. Il progetto, tuttavia, non ha riscosso immediato successo: inizialmente è partito come un passatempo, per il quale Clio si è messa in gioco sfidando la sua timidezza davanti alla telecamera, ma pian piano si è concretizzato sempre di più grazie al passaparola tra il pubblico e ai primi mesi di duro lavoro, durante i quali è stato necessario investire tempo libero nella creazione dei video tutorial. Nonostante il canale sia in lingua italiana e sia rivolto a una community italiana, Clio ha deciso di aprirlo in America perché, sempre a causa della sua timidezza, si sarebbe sentita a disagio ad esporsi in una realtà nella quale le persone avrebbero potuto riconoscerla più facilmente: il trasferimento a New York è stato quindi determinante nel dare il via a questa avventura e a spronare la giovane imprenditrice a superare i suoi limiti e a dare una possibilità alla sua passione.

I prodotti The Ordinary provati da noi: economicissimi ma... TOP o FLOP?

Dal momento in cui i primi successi hanno iniziato ad arrivare, Clio ha però compreso che il mondo virtuale e la realtà digitale non erano sufficienti. Per farsi conoscere e rafforzare la sua immagine anche offline, quindi, oltre alla pubblicazione dei suoi tre libri e alla partecipazione al programma andato in onda su Real Time, ha pensato di creare una vera e propria linea di prodotti, lanciata sul mercato nel 2017 e continuamente aggiornata. Gli articoli della linea possono essere acquistati online su «ClioMakeUp Shop», un vero e proprio store virtuale di quella che è ormai un’azienda a tutti gli effetti, o nei «ClioPopUp», negozi temporanei aperti in alcune tra le città italiane più importanti e arredati con attenzione e cura per i particolari.

Ma qual è in sostanza la chiave del successo di ClioMakeUp? Probabilmente l’essere una donna solare, genuina, che si fa vedere anche sui social per quello che è realmente, senza filtri o Photoshop, e che è riuscita a poco a poco a far sentire speciali le donne dall’altra parte dello schermo, mettendosi nei panni di un’amica del cuore e dimostrando che, al di là del trucco, ciò che ci rende davvero belle è la nostra interiorità.