07:13 pm
19 agosto 2018

Malika Favre: la superstar dell’illustrazione contemporanea

Malika Favre: la superstar dell’illustrazione contemporanea

Malika Favre è una delle illustratrici più acclamate della nostra epoca. I suoi lavori sono apparsi su riviste celebri come The New Yorker e Vogue, sui libri della Penguin Books e ancora sulle locandine dei BAFTA Awards.

La giovane artista francese ha uno stile deciso e inconfondibile che l’ha resa famosa in tutto il mondo: le sue immagini sono minimaliste, pop, coloratissime e sensuali, senza però mai perdere eleganza.

Centrale nella sua opera è la rappresentazione della donna che spesso ricorda le dive degli anni Cinquanta per sofisticatezza e misteriosità. Unghie laccate di rosso fuoco, neo accanto alla bocca, cappello o occhiali che coprono il volto; sembrano quasi algide in tutta quella perfezione accentuata a dismisura dal tratto netto dato dalla realizzazione a computer.

Malika infatti, prima di iniziare la sua attività come illustratrice freelance, ha lavorato numerosi anni come graphic designer presso l’agenzia Airside a Londra, città in cui tutt’oggi l’artista francese risiede.

L’illustratrice si è liberamente ispirata al lavoro dell’artista inglese Bridget Riley, esponente del movimento Op art, anche noto come Optical art, ovvero quelle immagini che mirano a provocare illusioni ottiche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Malika mescola quindi diversi elementi nelle sue illustrazioni, dalle fotografie glamour degli anni Cinquanta alle opere pop. Ma soprattutto è suggestionata dalle immagini che coglie nella sua vita quotidiana e durante i suoi viaggi, che assimila ed elabora: l’artista scatta diverse foto di oggetti, luoghi e persone per poi comporle in alcuni collage, da cui parte poi per ideare i suoi lavori.

Le illustrazioni di Malika catturano per la quiete che trasmettono, per l’elegante sensualità che le caratterizza, per il raffinato minimalismo che è divenuto il loro “marchio di fabbrica”.

Mentre oggi l’arte contemporanea è sempre più impenetrabile ed elitista, al contrario, le immagini di Malika sono trasparenti e rivolte ad un vasto pubblico. Esse compaiono su locandine cinematografiche, su magliette e immagini pubblicitarie. Forse per questa ragione la sua arte è “meno nobile”?

Ai posteri ardua sentenza. Ciò che è certo però è che, per adesso, l’illustratrice francese ha collezionato un successo dopo l’altro, è stata esposta in gallerie di prim’ordine e le sue immagini sono conosciute in tutto il mondo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.