In una società futura, la medicina si è spinta oltre il biologico dando vita alla Union, un programma governativo che crea organi sintetici da impiantare in pazienti con necessità di operazioni che salverebbero la loro vita. Si va dai semplici organi interni, fino alle articolazioni, gli occhi e le orecchie, tutto a cifre assai elevate ma pagabili tramite comode rate mensili a basso interesse.

Per una politica aziendale, tuttavia, la Union garantisce il supporto medico ai pazienti solo fin quando essi sono in grado di coprire le spese degli organi artificiali. Qualora questi non siano più in grado di pagare, la Union si occupa di confiscare, con metodi assolutamente poco ortodossi, la merce dal cliente.
E’ qui che troviamo Remy (Jude Law), un “recuperatore” della Union che si occupa di intercettare i clienti morosi e, dopo aver letto loro i propri diritti (da svenuti), li apre da parte a parte recuperando gli organi impiantati.
La sua grande esperienza nel campo insieme al suo amico di infanzia Jake Freivald (Forest Whitaker) lo rende uno dei recuperatori più efficienti dell’azienda; mosso da un cinico senso del mestiere, Remy non si cura minimamente della sorte dei suoi clienti dopo averli vivisezionati e di fatto, lasciati agonizzanti in una pozza di sangue.

Fuori dal mondo del lavoro, egli conduce una vita spensierata con sua moglie e suo figlio, con i quali cerca costantemente di trascorrere più tempo possibile nonostante il suo mestiere.
Proprio durante una delle sue operazioni, Remy rimane vittima di un elettroshock che lo manda in coma e spinge i chirurghi a impiantare un cuore artificiale nel suo torace per tenerlo in vita.

Jude Law in una scena del film. | fonte Blu-Ray.com

Trovatosi ben presto senza denaro per pagare le rate dell’organo, il protagonista si ritrova dalla parte dei clienti a cui ha sempre dato la caccia. La Union rivuole la propria merce e invia dei recuperatori per trovarlo, costringendolo a nascondersi in una zona abbandonata della città. Qui Remy conosce Beth (Alice Braga), una cantante jazz indebitata a vita per aver impiantato nel proprio corpo ogni genere di organo, dalle protesi agli arti fino agli apparati sensoriali.
Entrambi si sforzano come possono per sfuggire ai cacciatori della Union, escogitando un piano che li porterà fino al cuore dell’azienda stessa, dove sperano di chiudere definitivamente i conti con i propri strozzini.

Con un sensazionale e irriverente Jude Law e una irresistibile Alice Braga, Repo Men è senza alcun dubbio uno dei film più interessanti del genere fantascientifico odierno. A metà tra pellicole come Minority Report, ExistenZ e Oblivion, il film presenta una corposa componente simil-splatter e gore che dà qualche fastidio inizialmente, facendo poi posto ad un senso di meraviglia e divertimento, seppure in minor parte.
Quando uscì nel 2010, Repo Men ricevette critiche estremamente negative: fu ritenuto troppo violento e soprattutto assurdo per un film di fantascienza “moderno”, sebbene il cast contasse tre dei migliori attori di Hollywood oggi riconosciuti.

Alice Braga e Jude Law

La componente della azienda che dà la caccia ai propri debitori tuttavia, non è così strana. Come dice lo stesso Remy nelle prime battute del film “Quando non paghi l’affitto, la banca sequestra la casa. Quando non paghi l’assicurazione, la banca confisca la macchina. Quando non paghi le rate della Union beh… entro in gioco io“.

 

Fonti: visione diretta, Wikipedia per le date e il cast
Immagini: google images