Cantante, compositore e pianista ma soprattutto performer. Parliamo di Matteo Orizi, o meglio Matthew Lee. Pesarese di nascita, classe ’82, studia al conservatorio Gioachino Rossini e acquisisce una formazione musicale classica che servirà come base per la sua carriera da musicista. Si avvicina al Rock n’ Roll ascoltando i dischi di Elvis Presley del padre e rimane affascinato dalla storia di Jerry Lee Lewis. Oggi è il leader di una band di professionisti e ha già sulle spalle più di 700 concerti in tutta Europa e oltre oceano. Un tratto inconfondibile? La sua grinta.

 E’ un musicista eccentrico, coinvolgente e carismatico. Un vero e proprio personaggio: suona con le mani, i piedi, i gomiti, ad occhi chiusi, accovacciato sotto la tastiera o seduto sulla coda del pianoforte. I suoi concerti sono spettacoli di energia pura. Non appena sale sul palcoscenico, l’atmosfera cambia, inizia lo show.

 “E’ tempo d’altri tempi, singolo pubblicato nel 2015 da Carosello Records, sembra rispecchiare esattamente l’intento della sua arte: riportare ai nostri giorni un ritmo che ha fatto la storia della musica. Riporta in vita Elvis, Little Richard, Jerry Lee Lewis e altri grandi nomi del rock’n roll con uno stile tutto suo, moderno e scatenato.
Con questo brano Matthew ha vinto il Coca Cola Summer Festival #daiunbacio, edizione 2015, nella categoria “giovani”.

Sempre nel 2015, un altro singolo di successo, cover del famosissimo brano di Edoardo Bennato rivisitato in stile rock n’roll: “Seconda stella a destra questo è il cammino, e poi dritto fino al mattino poi la strada la trovi da te, porta all’isola che non c’è”.

Per chi volesse ascoltarlo:

Stay tuned!


copertina