Freaks Out film uscite cinema ottobre

Guida ai migliori film da vedere a ottobre

I cinema sono tornati in funzione, e si nota: per vedere gran parte dei film più importanti che usciranno a ottobre, bisogna chiudere i servizi streaming e alzare il sedere dal divano. L’attenzione è rivolta soprattutto a due titoli: l’italiano Freaks Out e il sequel di Venom. Ci sono però anche i nuovi film di Ridley Scott e Pedro Almodóvar, un thriller claustrofobico con Jake Gyllenhaal, il seguito di un famoso zombie movie visto su Netflix, e diversi documentari biografici interessanti. Tra le altre storie italiane (che sono numerose, stavolta) potreste notare infine un curioso scambio di interpreti. Sono quelli bravi, d’altronde.

Le novità ottobre: 10 film da tenere d’occhio

Welcome to the Blumhouse (Prime Video, 1 e 8 ottobre)

Dopo il debutto dell’anno scorso, questo ottobre Prime Video ha in programma altri quattro film dell’antologia horror creata in collaborazione con la società di Jason Blum, prolifico produttore di successi come Paranormal Activity, Get Out e BlacKkKlansman. I titoli sono: Bingo Hell, dove un’anziana deve salvare una sala bingo da forze oscure; Black as Night, su una ragazzina introversa che acquisisce sicurezza cacciando vampiri; Madres, dove una coppia inizia ad avere visioni terrificanti dopo essersi trasferita in una comunità rurale; The Manor, in cui un’anziana cerca di fuggire da una casa di riposo maledetta. I film usciranno a coppie, a una settimana di distanza.

The Guilty (Netflix, 1 ottobre)

La sceneggiatura di questo thriller americano è di Nic Pizzolatto, cioè colui che nel 2014 diede una spinta cinematografica alla serialità crime portando in tv True Detective. Anche qui il protagonista – ossia Jake Gyllenhaal – è un ex detective dall’esistenza piuttosto travagliata, che è stato declassato a centralinista del suo dipartimento di polizia. Proprio dalla sua postazione si vedrà coinvolto in una corsa contro il tempo per aiutare una donna che sembra essere stata rapita. Si tratta del remake dell’omonimo e apprezzato film danese del 2018.

Lovely Boy (Sky Cinema, 4 ottobre)

Lovely Boy è il nome d’arte di Nic, un promettente cantante della scena trap romana dal temperamento piuttosto arrogante. Quando la sua carriera inizia declino autodistruttivo, Nic deve affrontare un percorso di riscoperta di sé stesso all’interno di un’isolata comunità di recupero sulle Dolomiti. A interpretarlo è Andrea Carpenzano, che viene affiancato da Ludovica Martino, con cui aveva già lavorato nel film Il Campione. La regia è invece di Francesco Lettieri, al suo secondo lungometraggio dopo Ultras.

La scuola cattolica (al cinema, 7 ottobre)

Nel 1975 tre ventenni appartenenti a famiglie dell’alta borghesia romana commisero il cosiddetto “massacro del Circeo”. Quarant’anni dopo lo scrittore Edoardo Albinati, che aveva frequentato insieme a loro un’esclusiva scuola cattolica, elaborò in un romanzo il clima culturale dell’epoca e la rigida educazione religiosa all’origine del delitto. Da quel libro – peraltro vincitore del Premio Strega nel 2016 – Stefano Mordini ha tratto questo film appena presentato al Festival del Cinema di Venezia.

Mio fratello, mia sorella (Netflix, 8 ottobre)

Claudia Pandolfi e Alessandro Preziosi interpretano due fratelli che, per volontà del padre defunto, si trovano costretti a convivere per un anno. Per poter trovare un equilibrio, però, i due devono affrontare un percorso di accettazione di sé e dei propri legami famigliari, dopo averli lasciati in sospeso per vent’anni. La regia è di Roberto Capucci (Ovunque tu sarai) e nel cast ci sono anche Ludovica Martino, Caterina Murino e Francesco Cavallo, che compare tra i protagonisti di La scuola cattolica.

The Last Duel (al cinema, 14 ottobre)

È l’ultimo imponente film scritto, diretto e prodotto da Ridley Scott, nonché la vera storia dell’ultimo duello legalmente organizzato in Francia. Siamo verso la fine del Trecento, per seguire il progressivo incrinarsi dell’amicizia tra il cavaliere Jean de Carrouges e il suo scudiero Jacques Le Gris, accusato di avere violentato sua moglie. Gli eventi si basano sul libro scritto da Eric Jager, esperto di letteratura medievale, e sono animati da un cast piuttosto importante: ci sono Matt Damon, Adam Driver, Jodie Comer e Ben Affleck. Chi ha già visto il film, dice che si è un po’ incartato sulla santificazione – ultimamente tipica di Hollywood – dei personaggi femminili.

Venom – La furia di Carnage (al cinema, 14 ottobre)

Dopo il primo, apprezzato film del 2018, Tom Hardy riprende il ruolo di Eddie Brock, il giornalista investigativo nel cui corpo vive una creatura aliena – un simbionte – di nome Venom. Questa volta l’antieroe della Marvel deve vedersela con Cletus Kasady (interpretato ottimamente da Woody Harrelson, si dice), un inquietante serial killer che riesce a evadere di prigione e promette di tornare in azione servendosi di Carnage, il simbionte alieno che ospita nel suo corpo. Il film nasconde dopo i titoli di coda un collegamento a un supereroe del Marvel Cinematic Universe, che però è già trapelato sui social network.

Freaks Out (al cinema, 28 ottobre)

Il critico Gabriele Niola ha scritto su Wired che questo è “il primo vero blockbuster fantastico della storia del cinema italiano”. Dopo Lo chiamavano Jeeg Robot, Gabriele Mainetti e Nicola Guaglianone hanno creato un’altra storia di eroismo che mescola insieme tanti contrasti ottenendo un equilibrio perfetto. Siamo nel 1943, Roma è occupata dai nazisti, e quattro circensi dai poteri paranormali devono cavarsela da soli quando il proprietario del circo per cui lavorano sparisce improvvisamente. Le interpretazioni di Claudio Santamaria, Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto, Giancarlo Martini, Giorgio Tirabassi sono state particolarmente apprezzate.

Madres Paralelas (al cinema, 28 ottobre)

Le “madri parallele” di cui parla il titolo sono Janis e Ana, una donna di mezza età e un’adolescente che condividono la stessa stanza d’ospedale dove, da sole, stanno per portare a termine una gravidanza indesiderata. Nelle poche ore che mancano al parto, le due donne stringono un legame molto forte, intraprendendo una dolorosa riflessione sulla visione opposta che hanno della maternità. Si tratta del settimo film diretto da Pedro Almodóvar con protagonista Penélope Cruz.

Army of Thieves (Netflix, 29 ottobre)

È il prequel di Army of the Dead, il film di Zack Snyder dove una squadra di mercenari approfittava di un’epidemia zombie per fare una grande rapina a Las Vegas. Acquisito da Netflix a maggio, era diventato uno dei film più visti sul servizio streaming. Dalla trama originale, gli eventi si spostano ora indietro di sei anni, all’origine dell’epidemia, per seguire lo scassinatore Ludwig Dieter (Matthias Schweighöfer) in una nuova rapina e con un’altra banda di disadattati sociali.

Gli altri film in uscita a ottobre

Diana – Il musical
(Netflix, 1 ottobre)

La vita della principessa Diana Spencer sotto forma di musical teatrale. La registrazione è avvenuta senza pubblico, prima del debutto ufficiale a Broadway.

LEGO Star Wars: Racconti spaventosi
(Disney Plus, 10 ottobre)

Il quarto film LEGO ambientato nell’universo di Star Wars. Stavolta si tratta di uno speciale di Halloween, dove un viaggio nel castello di Darth Vader diventa il pretesto per raccontare tre storie raccapriccianti.

Operation Hyacinth
(Netflix, 13 ottobre)

Un crime ambientato nel periodo della cosiddetta “operazione Giacinto”, una campagna segreta condotta negli anni Ottanta dalla polizia comunista polacca con lo scopo di creare un registro degli cittadini omosessuali.

Io sono Babbo Natale
(al cinema, 14 ottobre)

L’ultimo film interpretato da Gigi Proietti, che affianca Marco Giallini in una storia sullo strano incontro tra un rapinatore recidivo e un anziano che dice di essere il vero Babbo Natale. L’uscita era prevista un anno fa.

Marylin ha gli occhi neri
(al cinema, 14 ottobre)

Una commedia romantica che si svolge all’interno di un centro diurno di riabilitazione per persone con disturbi comportamentali. Miriam Leone e Stefano Accorsi interpretano due ospiti dai caratteri opposti, che vengono incaricati di gestire il ristorante del posto.

I documentari in uscita a ottobre

My Name Is Pauli Murray
(Prime Video, 1 ottobre)

La biografia di Pauli Murray, avvocata, attivista e poetessa nera e di genere non binario, che negli anni Quaranta divenne una figura centrale nella lotta per l’equità di genere e razza.

Ezio Bosso. Le cose che restano
(al cinema, 4 ottobre)

Un ritratto del compositore e direttore d’orchestra Ezio Bosso, raccontato attraverso la sua musica e le testimonianze di amici come Gabriele Salvatores, Silvio Orlando e Paolo Fresu.

Salvatore – Il calzolaio dei sogni
(al cinema, 11 ottobre)

La storia famigliare e imprenditoriale dello stilista Salvatore Ferragamo, diretta da Luca Guadagnino e narrata dalla voce di Michael Stuhlbarg

Convergence: Il coraggio nella crisi
(Netflix, 12 ottobre)

L’impatto sociale della pandemia, mostrato attraverso nove storie di persone comuni provenienti da otto paesi diversi.

Il migliore. Marco Pantani
(al cinema, 18 ottobre)

Uno sguardo inedito alla vita di Marco Pantani, che evita toni celebrativi e analisi sulla sua morte, per focalizzarsi sul lato più intimo e famigliare del suo percorso di crescita.

CREDITS

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Sbuffo cerca redattori!

Unisciti a noi come associato e comincia il tuo percorso di formazione giornalistica: quattro articoli al mese in una realtà giovane e propositiva, dove sarai affiancato da correttori di bozze e da tanti collaboratori volenterosi di crescere e migliorarsi!

Inviaci il tuo articolo di prova inedito a

info@losbuffo.it

e se vuoi... Aiutaci a spargere la voce!
Grazie