Invasion apple serie tv ottobre

Guida alle migliori serie tv da vedere a ottobre

Le serie tv di ottobre sono la dimostrazione che in pochi episodi si possono trattare bene temi complessi e nebulosi. Il calendario delle uscite è punteggiato perlopiù di piccole storie che parlano – tra le altre cose – di disparità economica e razziale, giustizia nell’era digitale, teorie complottiste e riscoperta sessuale. Ci sono poi due note serie che ci hanno provato, a inserirsi nel filone, ma sono finite per farsi appiattire dai messaggi morali.

Le novità ottobre: 10 serie tv da tenere d’occhio

Maid (Netflix, 1 ottobre)

È una serie dramedy tratta dall’autobiografia di Stephanie Land, scrittrice americana che spesso si occupa di temi sociali legati alla povertà. Gli episodi raccontano il difficile percorso di Alex, una giovane madre che fugge da un matrimonio violento e cerca di costruire una vita migliore per sé e per sua figlia, partendo da un lavoro come domestica. Il ruolo principale è stato affidato a Margaret Qualley (The Leftovers, C’era una volta a… Hollywood), figlia della top model Andie MacDowell, che anche nella serie interpreta sua madre.

Il codice da un miliardo di dollari (Netflix, 7 ottobre)

Nel 1994 due programmatori informatici crearono Terra Vision, una specie di precursore di Google Earth. Questa miniserie tedesca racconta la causa legale multimiliardaria che, venticinque anni dopo, i due amici intrapresero contro Google, per rivendicare la paternità dell’algoritmo.

Reservation Dogs (Disney Plus, 13 ottobre)

Questa è una commedia inclusiva sotto ogni aspetto: il regista neozelandese Taika Waititi (già vincitore di un Oscar per la sceneggiatura di Jojo Rabbit), l’ha co-creata insieme a una squadra artistica e produttiva composta quasi solo da nativi americani. Anche i quattro protagonisti hanno origini indigene: si tratta di un gruppo di adolescenti dell’Oklahoma che passa le sue giornate a commettere furti, nella speranza di racimolare denaro sufficiente per trasferirsi in California. Il che li porta a imbattersi in poliziotti, drogati e una gang rivale. Si tratta di una delle serie più apprezzate ultimamente dalla critica americana.

American Crime Story: Impeachment (Fox, 19 ottobre)

L’abitudine di Ryan Murphy di selezionare interpreti di altissimo livello sta salvando ormai da diverso tempo le sue produzioni. L’ultimo esempio è la ricostruzione televisiva dello scandalo sessuale che coinvolse il presidente americano Bill Clinton e la sua stagista Monica Lewinsky (che peraltro compare tra i produttori). Al di là delle interpretazioni di Clive Owen, Beanie Feldstein, Edie Falco e Sarah Paulson, si dice che la serie resti un po’ appiattita dalla mancanza di una direzione precisa.

Invasion (Apple TV Plus, 22 ottobre)

La nuova serie di fantascienza di Apple TV Plus è un po’ la somma delle esperienze precedenti dei suoi due creatori: Simon Kinberg ha lavorato di recente a The Twilight Zone, mentre David Weil è l’ideatore di Solos. Insieme raccontano la storia di un’invasione aliena, attraverso le diverse prospettive di personaggi che vivono in parti diverse del mondo. Tra loro, un soldato americano in Afghanistan; un’immigrata siriana che vive a Long Island; uno sceriffo in procinto di andare in pensione; e una donna che lavora nella squadra di una missione spaziale giapponese.

Inside Job (Netflix, 22 ottobre)

Immaginate un mondo in cui le peggiori teorie complottiste (da quella rettiliana al terrapiattismo, fino alla morte simulata di Elvis Presley) hanno una base di verità. Poi disegnatelo, coloratelo e unitelo alla formula di The Office. Il risultato è questa comedy ambientata negli uffici di un’organizzazione governativa segreta, il cui compito è scovare e gestire cospirazioni. La squadra di personaggi è formata da una donna geniale ma socialmente inetta, il padre che ha licenziato, un veterano per metà uomo e per metà delfino, e un incravattato dall’entusiasmo eccessivo.

American Rust (Sky Atlantic HD e Now TV, 25 ottobre)

Jeff Daniels interpreta il capo della polizia di una cittadina della Pennsylvania, che si trova di fronte a parecchi dilemmi etici quando il figlio della sua compagna viene accusato di omicidio. Tuttavia questa premessa non è che un pretesto. Il vero obiettivo della serie è raccontare il desolante contesto sociale della cosiddetta Rust Belt, cioè l’estesa zona industriale nel nordest degli Stati Uniti che dagli anni Ottanta ha subito un graduale declino economico. L’idea è tratta dall’omonimo romanzo dello scrittore americano Philipp Meyer.

Gossip Girl (Sky Serie e Now TV, 27 ottobre)

È molto probabile che gli spettatori assidui di Gossip Girl fatichino ad apprezzare il reboot rilasciato da HBO Max. Il principio è rimasto invariato: si seguono le vite di un gruppo di agiati liceali newyorkesi, i cui segreti vengono puntualmente rivelati online da una figura misteriosa. Il problema sta nel tentativo di rendere i personaggi meno cinici e viziosi, per farli portatori di messaggi morali sulla disparità di genere, razza e ricchezza, che secondo molti avrebbe snaturato la serie. Si sentisse la mancanza dell’originale, comunque, Sky ha acquisito anche i diritti di tutte le sei stagioni.

Mrs. Fletcher (Sky Atlantic HD e Now TV, 30 ottobre)

Dopo aver ampliato lo spazio dedicato alle serie tv, Sky sta cercando riempitivi nel vasto archivio dei titoli mai giunti sulla tv italiana. Come questa miniserie dramedy dove Kathryn Hahn è Eve Fletcher, una donna divorziata che deve affrontare il trasferimento del figlio all’università e una crisi di mezza età. Basandosi su un proprio romanzo, lo sceneggiatore Tom Perrotta traccia il percorso di progressiva riscoperta personale e sessuale di Eve, mostrando in parallelo quello di suo figlio.

The Victim (Sky Serie e Now TV, 25 ottobre)

Anche questa miniserie di BBC risale a qualche anno fa. L’ha scritta Rob Williams (tra gli sceneggiatori di Killing Eve e The Man in the High Castle) e ha per protagonista Kelly Macdonald. La storia è quella di una donna che, parecchi anni dopo aver perso un figlio ancora molto giovane, decide di pubblicare online l’identità di un coetaneo che pensa sia responsabile della sua morte. Di conseguenza, finisce a processo per istigazione all’omicidio. La serie è stata parecchio apprezzata per aver mostrato tutte le complessità della giustizia nell’era digitale.

Le altre serie tv in uscita a ottobre

Belgravia
(Sky Serie e Now TV, 6 ottobre)

Una miniserie dai creatori di Downton Abbey, ambientata in un quartiere benestante della Londra ottocentesca, dove l’ascesa delle famiglie della nuova borghesia si scontra con il senso di superiorità della vecchia aristocrazia.

So cosa hai fatto
(Prime Video, 15 ottobre)

La versione televisiva dell’omonimo romanzo thriller del 1973 (poi diventato un famoso film horror nel 1997), dove sei liceali vengono presi di mira da un serial killer diverso tempo dopo aver provocato e insabbiato la morte di un uomo.

Darkness: Those Who Kill
(Sky Investigation e Now TV, 28 ottobre)

Un noir nordico danese molto apprezzato, con protagonista un’esperta in psicologia criminale che deve collegare tra loro diversi casi di ragazzine scomparse.

Colin in bianco e nero
(Netflix, 29 ottobre)

Una miniserie che racconta il percorso verso l’attivismo di Colin Kaepernick, il giocatore di football americano che nel 2016 fu il primo a inginocchiarsi durante l’inno nazionale per protestare contro il razzismo.

Maradona: Sogno Benedetto (Prime Video, 30 ottobre)

Una miniserie argentina che ripercorre le diverse fasi della vita personale e calcistica di Diego Armando Maradona.

Le serie tv di ritorno a ottobre

I primi ritorni da segnalare sono quelli su Netflix di tutte le stagioni di Seinfeld (3 ottobre) e The Office (24 ottobre), benché quest’ultima sia già disponibile su Prime Video. Sempre su Netflix usciranno anche You 3 (15 ottobre) e Locke & Key 2 (22 ottobre). Su Disney Plus si vedrà invece la decima stagione di American Horror Story, intitolata Double Feature (20 ottobre). Sulla tv generalista, infine, torneranno The Good Doctor 4 e The Resident 3 (entrambe il 15 ottobre)

Le docuserie in uscita a ottobre

Colonia Dignidad: Una setta tedesca in Cile
(Netflix, 1 ottobre)

La storia di una colonia di cristiani tedeschi fondata negli anni Sessanta in Cile, che divenne complice della dittatura di Pinochet.

Il lato oscuro dello sport (Netflix, 6 ottobre)

Alcuni controversi scandali sportivi diventati casi di cronaca nera, raccontati dalle persone coinvolte direttamente.

La via per le stelle
(Disney Plus, 6 ottobre)

Il dietro le quinte delle missioni nello spazio, spiegato con la collaborazione di alcune agenzie spaziali di tutto il mondo.

CREDITS

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Sbuffo cerca redattori!

Unisciti a noi come associato e comincia il tuo percorso di formazione giornalistica: quattro articoli al mese in una realtà giovane e propositiva, dove sarai affiancato da correttori di bozze e da tanti collaboratori volenterosi di crescere e migliorarsi!

Inviaci il tuo articolo di prova inedito a

info@losbuffo.it

e se vuoi... Aiutaci a spargere la voce!
Grazie