Film serie tv luglio 2021 Black Widow

Guida ai film e alle serie tv da vedere a luglio

Per farsi al volo un’idea dei film e delle serie tv in uscita a luglio, basta tenere presenti tre punti: il primo è che il calendario è fittissimo (così fitto che per selezionare i titoli più interessanti abbiamo faticato); il secondo è che a spiccare sono generi spesso considerati marginali, come l’horror, il musical e i documentari; il terzo, infine, è che ci sono tanti titoli che da tempo erano attesi in Italia.

La ragione invece è principalmente una: Sky ha riorganizzato il suo pacchetto di intrattenimento, introducendo dal 1° luglio quattro nuovi canali (Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature) che amplieranno in maniera consistente l’offerta di film e serie tv. Il che, sommato alle proposte delle altre piattaforme e alla graduale riapertura dei cinema, dà un ventaglio molto ampio di modi per passare l’estate.

Le novità luglio: 10 film e serie tv da tenere d’occhio

Il testimone (Sky Documentaries e Now TV, 1 luglio)

Nel 2007 Pif s’inventò una docuserie per MTV dove, telecamera alla mano, viaggiava da un angolo all’altro del mondo per mostrare storie, eventi e persone utili a trasmettere ogni volta un diverso messaggio sociale. Dopo una pausa di qualche anno, Sky ha scelto di produrne una nuova stagione – la nona – per inaugurare il canale Sky Documentaries. L’intento dei nuovi episodi sembra un po’ quello di guardare al lato meno raccontato di fatti, posti e figure che abbiamo conosciuto perlopiù attraverso una narrazione mediatica distorta. Come la vita quotidiana di Giulio Regeni e il microcosmo di Lampedusa.

The Flight Attendant (Sky Serie e Now TV, 1 luglio)

Questa è una di quelle serie che ci si chiedeva da tempo quando sarebbero arrivate in Italia. I pareri sulla sua riuscita sono stati infatti piuttosto positivi, specie quelli sull’interpretazione di Kaley Cuoco, al suo primo ruolo televisivo da protagonista dopo un decennio nel cast di The Big Bang Theory. La formula è quella di un dramedy thriller nel quale bisogna sbrogliare un mistero: quello che ruota attorno a un’assistente di volo alcolista e dalla vita alquanto sregolata che, dopo una sbronza, si sveglia nel letto di un hotel al fianco di un uomo morto, senza ricordare cosa sia accaduto.

Generazione 56k (Netflix, 1 luglio)

I motivi per cui questa comedy è piuttosto attesa sono due: è creata in collaborazione con il gruppo comico The Jackal e diretta da Francesco Ebbasta, già regista del loro primo film; ed è stata presentata come un viaggio nostalgico nell’infanzia della generazione millennial. Ambientata fra Napoli e Procida, la serie segue la storia d’amore tra Daniel e Matilda, che si conoscono fin da bambini e si innamorano da adulti. Gli episodi procedono su una doppia linea temporale che oscilla tra il presente e gli anni Novanta, tempo di connessioni internet lentissime e canzoni degli 883.

Fear Street (Netflix, 2-9-16 luglio)

È abbastanza raro che una trilogia cinematografica esca nell’arco di poche settimane. L’adattamento dei libri horror per ragazzi di R. L. Stine (anche autore della serie di romanzi Piccoli brividi) fa eccezione. I suoi tre film sono tutti ambientati a Shadyside, una cittadina immaginaria dell’Ohio dove da secoli si verificano eventi spaventosi. Ogni parte è però ambientata in un’epoca diversa: prima l’anno 1994, poi il 1978 e infine il 1666. L’idea è di procedere a ritroso per capire come gli eventi siano collegati tra loro, ogni volta seguendo personaggi diversi.

I Hate Suzie (Sky Atlantic HD e Now TV, 2 luglio)

Questa è un’altra di quelle serie di cui si aspettava da tempo l’arrivo in Italia. Si tratta di un dramedy britannico co-scritto e interpretato da Bilie Piper, e considerato una delle uscite migliori del 2020. La trama segue una nota attrice televisiva, la cui vita personale e professionale inizia a sgretolarsi quando il suo telefono viene hackerato e alcune foto compromettenti sono rese pubbliche. L’altra autrice della serie è Lucy Prebble, sceneggiatrice di Succession e creatrice di Diario segreto di una squillo per bene, dove la protagonista era proprio Billie Piper.

I Luminari (Sky Serie e Now TV, 7 luglio)

In partenza I Luminari avrebbe dovuto essere un’opera televisiva complessa e imponente, come il romanzo di Eleanor Catton da cui è tratta. Poi la stessa Catton ha pensato di prendere un personaggio minore e costruirgli attorno una miniserie. La storia, ambientata nel periodo della corsa all’oro, nel 1865, segue il viaggio dell’avventuriera inglese Anna Wetherell verso la Nuova Zelanda, dove si trova coinvolta in un’intricata rete di inganni e ricatti. A interpretarla è Eve Hewson (vista di recente nella serie Dietro i suoi occhi), affiancata da Eva Green e Himesh Patel.

Black Widow (al cinema e su Disney Plus VIP, 7 luglio)

Dopo una lunga lavorazione e diverse posticipazioni dovute alla pandemia, Disney ha scelto di fissare l’uscita di Black Widow a due anni esatti dal rilascio dell’ultimo film Marvel. La pellicola è un prequel della storia di Natasha Romanoff, l’Avenger interpretata da Scarlett Johansson, che qui ripercorre il suo passato per affrontare i fantasmi che la tormentano. Si tratta del primo film della cosiddetta “Fase Quattro” del Marvel Cinematic Universe, che a causa del coronavirus aveva dovuto modificare la propria programmazione, privilegiando il rilascio di serie tv.

Benedetta (al cinema, 9 luglio)

Il nuovo film di Paul Verhoeven – in gara al prossimo Festival di Cannes – sta già facendo discutere: è una storia piuttosto erotica ambientata in un convento italiano del Seicento, dove una novizia che soffre di visioni sessuali e religiose intreccia una relazione romantica con una consorella. La sceneggiatura si basa sulla biografia della suora italiana Benedetta Carlini, tracciata dalla storica americana Judith C. Brown nel libro Atti impuri. Vita di una monaca lesbica nell’Italia del Rinascimento. La squadra creativa e produttiva è pressappoco la stessa che aveva collaborato con Verhoeven al film Elle, compresa la protagonista Virginie Efira.

In the Heights (al cinema, 22 luglio)

È l’adattamento cinematografico del famoso musical di Broadway creato da Lin-Manuel Miranda (lo stesso autore di Hamilton), che qui figura come produttore. Qualcuno potrebbe averne già sentito parlare, non tanto per gli apprezzamenti della critica, quanto per le polemiche a tema razziale che ha provocato. La trama parla infatti dei sogni di vita – cantati e ballati – di alcuni giovani che vivono nel quartiere ispanico di Washington Heights, a Manhattan. Il quale, secondo molti, sarebbe stato rappresentato in maniera distorta, per via della mancanza di attori afro-latini.

Jungle Cruise (Disney Plus VIP, 30 luglio)

Da 65 anni Jungle Cruise è una delle attrazioni più rappresentative dei parchi divertimenti di Disneyland: un giro in barca lungo un fiume esotico, che accompagna piccoli gruppi di turisti nel mezzo di una giungla popolata di animali pericolosi. Disney ne ha tratto un film d’avventura con Dwayne Johnson e Emily Blunt, che interpretano un timoniere e una scienziata in missione per trovare un albero che potrebbe rivelarsi prodigioso per la medicina moderna. Nel cast ci sono anche Jesse Plemons, Paul Giamatti e Édgar Ramírez.

Gli altri film in uscita a luglio 2021

Io sono nessuno
(al cinema, 1 luglio)

Un thriller d’azione dove Bob Odenkirk è un mite padre di famiglia che, dopo aver salvato una donna dalle molestie di un gruppo di uomini, diventa il bersaglio di un pericoloso narcotrafficante.

La guerra di domani
(Prime Video, 2 luglio)

Una storia di fantascienza con Chris Pratt, dove l’umanità è chiamata a combattere una guerra contro gli alieni collocata nel futuro.

A Classic Horror Story
(Netflix, 14 luglio)

Un film italiano di Roberto De Feo e Paolo Strippoli, che segue i disperati tentativi di un gruppo di sconosciuti di uscire vivo da un inquietante bosco dopo un incidente.

Old
(Prime Video, 21 luglio)

Un thriller soprannaturale dove una famiglia in vacanza ai tropici si accorge di trovarsi su una spiaggia che ne velocizza l’invecchiamento, rischiando di esaurire la propria vita in un solo giorno. Il regista è M. Night Shyamalan (lo stesso di Il sesto senso) e nel cast c’è Gael García Bernal.

Jolt
(Prime video, 23 luglio)

Una commedia d’azione con Kate Beckinsale nel ruolo di una donna che vuole vendicare l’omicidio del suo compagno. Il problema è che la polizia sta cercando proprio lei, poiché affetta da impulsi omicidi dovuti a un raro disturbo neurologico.

Le altre serie tv in uscita a luglio

Monsters at Work
(Disney Plus, 2 luglio)

Una serie ambientata sei mesi dopo gli eventi del film d’animazione Monsters & Co., i cui mostruosi protagonisti non traggono più energia dalle urla dei bambini, bensì dalle loro risate.

We the People
(Netflix, 4 luglio)

Una serie prodotta da Barack e Michelle Obama, che si propone di dare piccoli insegnamenti sul diritto e sul senso civico. Gli episodi sono video musicali animati che accompagnano le canzoni di artisti come Janelle Monáe, Adam Lambert e Lin-Manuel Miranda.

Resident Evil: Infinite Darkness
(Netflix, 8 luglio)

La prima serie ambientata nel mondo del famoso videogioco Resident Evil, creata interamente con la computer grafica.

Schimgadoon!
(Apple TV Plus, 16 luglio)

Una commedia musicale scritta dagli sceneggiatori di Cattivissimo me, dove una coppia di turisti finisce in una città magica in cui si vive come in un musical vintage, scoprendo di dover rimanerci finché non trova il vero amore.

A Teacher
(Disney Plus, 30 luglio)

Una miniserie drammatica che esplora la complessità e le conseguenze della relazione tra un’insegnante e un suo studente 17enne.

Le serie tv di ritorno a luglio

Il primo ritorno da segnalare a luglio è quello di In Treatment (27 luglio), la famosa serie tv ambientata nello studio di una psicoterapeuta, che mancava dai teleschermi da un decennio. Su Netflix segnaliamo poi la stagione conclusiva di Atypical (9 luglio) e la seconda stagione di Non ho mai… (15 luglio), mentre su Apple TV Plus è in arrivo Ted Lasso 2 (23 luglio). Infine, benché non si tratti proprio di novità, Rai 4 trasmetterà in chiaro Babylon Berlin 3 (7 luglio) e Jessica Jones 3 (19 luglio).

I documentari in uscita a luglio

Per Lucio
(al cinema, 5-6-7 luglio)

Un film evento di Pietro Marcello, che si addentra nell’immaginario poetico di Lucio Dalla, mettendo insieme materiali di repertorio pubblici e privati.

Allen v. Farrow
(Sky Documentaries, 9 luglio)

La discussa docuserie di HBO che analizza il caso delle accuse di molestie nei confronti di Woody Allen.

Tiger
(Sky Documentaries, 13 luglio)

Un’altra docuserie di HBO, che ripercorre gli alti e i bassi della carriera e della vita personale del golfista Tiger Woods.

Heist
(Netflix, 14 luglio)

Una docuserie true crime che racconta storie di rapine eccezionali organizzate da persone comuni.

Marvel Studios Assembled: The Making of Loki
(Disney Plus, 21 luglio)

Un nuovo episodio – il terzo – della docuserie Disney che mostra il dietro le quinte della produzione delle serie tv e dei film Marvel. Stavolta si parla di Loki.


CREDITS

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo