Domande che non posso porti

Ad un tratto molte cose, mi apparivano disordinate.
Prima non avevano senso, poi diventano sensate.
A distanza di un tempo infinito, cose che pensavi tempo fa,
accadono
capovolgono
sconvolgono
spaventato
emozionano
fanno paura
fanno piacere
annientano
fanno pensare
disorientano
fanno scalpore.
Domande che non posso porti,
mi domando se mai riuscirò a toccare,
invece di guardare e basta.
Sei un punto a fine frase che non ci azzecca con nulla.
E non lo so se resti o vai, con te non si sa mai.
Ma desidero sconvolgere completamente il tuo mondo,
come tu hai sconvolto il mio.
E ancora non capisco come a distanza di tutto questo tempo,
tu riesca ancora a mettere in movimento tutto quanto.

 

Immagine copertina, Immagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo