Brit Awards 2017: Nomination e previsioni

di Federica Trucchia

 

Sono state annunciate proprio in questi giorni, le nomination per i Brit Awards 2017, i riconoscimenti più importanti nel panorama della musica britannica. Dove e quando? La cerimonia avrà luogo il 22 febbraio all’O2 Arena di Londra.

I Brit Awards, paragonabili per importanza agli NME Awards e ai Grammy americani, che si odino o si amino, riservano ogni anno grandi sorprese. Indimenticabile la caduta dal palco di Madonna, il “middle finger” di Adele ai produttori e la sfida lanciata da Robbie Williams a Liam Gallagher. Cosa riserverà dunque la cerimonia di quest’anno? Come da tradizione, non sarà senz’altro da meno.

Per la prima volta le candidature ai BRITs sono state rese note in uno show in diretta televisiva, il 14 gennaio. Tra i nomi in gara, risultano le più importanti figure del panorama musicale. Skepta, il rapper londinese di origini nigeriane che, dopo la vittoria del Mercury Prize nel 2016, sembra essere l’attesa rivelazione; se non quantomeno il più candidato, precisamente nelle categorie di Best Album, British Male Solo e British Breakthrough Act. La rivista musicale NME, dà persino già per scontata una sua probabile vittoria! Due icone del calibro di David Bowie e Leonard Cohen sono candidate come vittorie postume. Il Duca Bianco fa parte dei cinque nominati per il miglior album e il miglior artista solista britannico; il poeta Leonard Cohen è invece in lizza per la categoria International Male Solo Artist.

 

Tra gli altri nomi interessanti troviamo poi i Blossoms, candidati nella categoria British Breakthrough Act, e il gruppo The 1975, con ben due candidature: miglior album e miglior gruppo. I Blossoms, band di Stockport, nei pressi di Manchester, saranno inoltre in Italia per un’unica data al Tunnel di Milano, l’11 febbraio. I The 1975, anche loro di Manchester, capiteranno in Italia per un solo concerto, sempre a Milano, al Fabrique il 29 giugno.

L’intera lista degli invitati all’evento sarà annunciata a breve, ma chi ha già garantito di esserci è Robbie Williams: l’ex-Take That è il più premiato nella storia dei Brit Awards, arrivando negli anni a collezionarne ben 17. Per quanto riguarda, invece, chi presenterà la serata, la consolidata coppia di conduttori della TV britannica, Ant and Dec, è stata da subito scartata. Il ruolo era stato proposto anche al carismatico cantante Michael Bublé, che tuttavia pare abbia rifiutato per poter stare vicino al figlio Noah, al momento gravemente malato. Il ruolo di condurre lo spettacolo è stato, alla fine, affidato a Dermot O’Leary ed Emma Willis.

I Brit Awards 2017 saranno trasmessi sulla piattaforma televisiva ITV; per chi invece non volesse perdersi l’esibizione dal vivo delle Little Mix, Craig David e tutti gli altri artisti che si esibiranno durante la cerimonia, i pochissimi biglietti ancora disponibili sono acquistabili sul sito ufficiale dell’O2 Arena. Come afferma la rivista NME a proposito dei BRITs: “Capita sempre qualcosa per cui valga la pena parlarne”, perché dunque non vederli?

 

 

 


Fonti: Thesun.co.uk, Brits.co.uk, NME.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo