STAMPATE LE PAROLE, NON I SOLDI!

Io non ho bisogno di denaro

ho bisogno di sentimenti 

di parole 

di parole scelte sapientemente

di fiori detti pensieri

di rose dette presenze

di sogni che abitino gli alberi

di canzoni che facciano danzare le statue 

di stelle che mormorino 

all’orecchio degli amanti.

Ho bisogno di poesia 

questa magia che brucia 

la pesantezza delle parole 

che risveglia le emozioni e da’ colori nuovi.             

Alda Merini

 

I poeti e il denaro non hanno mai avuto un rapporto particolarmente sereno. C’è chi lo ripudia e chi lo insegue in una giostra fatta di debiti e fughe. Alda Merini in queste righe ci dice quale sia il valore massimo per un poeta, quale sia moneta di scambio: la poesia. Esperienza pura di vita inchiostrata su carta.  L’immagine è stupenda : “questa magia che brucia la pesantezza delle parole che risveglia le emozioni e da’ colori nuovi”. Se fosse la moneta di scambio si scambierebbero emozioni, colori, punti di vista. La vita insomma si nutrirebbe di se stessa/da sè.

 

 

 

 credits

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “STAMPATE LE PAROLE, NON I SOLDI!”

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo