E tu, lo vuoi un passaggio?!

di Clara Incerpi

Sebbene sia momentaneamente la piattaforma web di “ride sharing” più usata al mondo, molti non ne sanno ancora niente. BlaBlaCar opera in 14 Paesi, ha ben 10 milioni di utenti ed è nata nel 2004, in Francia, grazie a Vincent Caron (Frédéric Mazzella). Inizialmente non portando questo nome, successivamente acquisendolo essendosi espansa in grand parte dell’Europa, questa società ha cambiato la vita di milioni di viaggiatori. Dalla fine del 2011 il servizio ha cessato progressivamente di essere gratuito in Francia, prevedendo pagamenti unicamente tramite carta di credito con una commissione per il passeggero. Questo cambio di politica viene giustificato indispensabile per far fronte alle spese crescenti e per garantire maggior affidabilità. Mano a mano ciò è avvenuto o sta avvenendo in tutti i paesi che usufruiscono di questo servizio.

Ma, in cosa consiste BlaBlaCar?
Quando vuoi partire, fare un viaggio, raggiungere qualcuno a te caro solitamente il primo problema sono i soldi. Bene, è proprio questa la svolta del servizio. Riuscire a spostarsi di luogo in luogo spendendo pochissimo. Un esempio: per la tratta Milano-Firenze solitamente puoi spendere dai 15 ai 20€. Questi soldi sono un contributo al conducente per benzina e casello autostradale. Un po’ come il caro vecchio autostop, ma molto più sicuro! Come? Perché gli utenti iscritti al sito, sia conducenti che possibili passeggeri, inseriscono i propri dati, tra cui numero di telefono ed e-mail, e il tutto viene verificato dalla piattaforma. In più, cosa forse molto più importante di tutte, ad ogni utente, dopo un viaggio, viene rilasciato un feedback. Consiste in un commento riguardo l’esito dell’esperienza, così i futuri conducenti/passeggeri potranno avere testimonianza dell’affidabilità della persona con cui si troveranno a viaggiare. È, per molteplici aspetti, un modo molto più sicuro di altri di spostarsi, anche se apparentemente sembra il contrario. Spaventa l’idea del salire in macchina con persone sconosciute, e questo è comprensibile, ma una volta provato si ha la consapevolezza di quanto invece sia divertente e stimolante! Hai oltretutto la possibilità di conoscere persone nuove, con le loro storie ed esperienze, e questo, per un vero viaggiatore, non può che arricchire!
BlaBlaCar è stato ed è tutt’ora una svolta, se non lo hai ancora provato fallo, non te ne pentirai!

Images: copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Sbuffo cerca redattori!

Unisciti a noi come associato e comincia il tuo percorso di formazione giornalistica: quattro articoli al mese in una realtà giovane e propositiva, dove sarai affiancato da correttori di bozze e da tanti collaboratori volenterosi di crescere e migliorarsi!

Inviaci il tuo articolo di prova inedito a

info@losbuffo.it

e se vuoi... Aiutaci a spargere la voce!
Grazie