lucciole spente

Lucciole spente

Di Ivan Ferrari

Quali energie camminano

sulle tue palpebre scosse?

Riversa sul fianco sogni

e mille luci angeliche

scivolano sul tuo ventre

per chi ti guarda dormire.

Rivedi il primo giorno in cui

nel fosso scuro hai scorto

la danza delle lucciole

su soppalchi d’acque nere.

Potevi volare via, sai?

Tra le fratture del buio.

Lungo quelle scie fatate

ti saresti fatta eterna.

Ma la polvere si posa…

spente sono le lucciole

spento è l’antico ardore

e in un ultimo sospiro

spenta sei tu, mio amore.

credits

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Lucciole spente”

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo