cabo

Cabo da roca

di Elisa Navarra

 

Terra che corri

Fuggi dal mondo,

Inchini i tuoi fili

A inseguire il Sole.

Dove scappi?

Devi fermarti:

Il vento ti è contro

E t’inonda di spuma;

Si stiracchian le onde

Sulla tua chioma smeraldo.

Il Sole cade,

Si scioglie nel mare.

Ma tu resti lì,

Ti getti nel nulla;

Tendi le dita rocciose

Inghiottite da onde affamate.

Neanche così Lo raggiungi.

Sul picco scosceso, imponenti

Le tue lacrime d’oro

Salate,

Tra note stonate

Di canzoni cantate

Nella leggera illusione

D’esser padrone,

Là dove la terra

Si rompe

Per cedere il passo

All’oceano che irrompe.

credits

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.