Sfilata Daniela Gregis – Milano Fashion Week

Daniela Gregis per la Milano Moda Donna

Sono passate le 18 di Martedì 26 Febbraio quando l’Oratorio della Passione della Basilica di Sant’Ambrogio si illumina delle luci dei riflettori, pronti per accogliere la sfilata di Daniela Gregis. La scelta della location non è una novità, anzi sembra essere diventata ormai tradizionale per le sue sfilate di Milano.

Fotografi e cameramen entrano prima, per posizionarsi in fondo al corridoio principale della sfilata. I preparatori chiedono a tutti di accomodarsi sul muretto a lato del cortile per garantire così il passaggio alle modelle.

Quando parte un sottofondo musicale, che si rivelerà poi leggermente vario e per nulla fastidioso, tutti capiscono che sta per iniziare la sfilata.

Le varie modelle debbono effettuare un percorso a zig-zag, composto di tre teli di plastica trasparenti con qualche schizzo di colore sopra, prima di affrontare i vari obiettivi per i quali devono sfilare, quindi procedono per il corridoio fotografico e tornano indietro; a questo punto escono dal corridoio, entrano nel cortiletto e passano davanti al pubblico, affiancando il muretto, per proseguire poi nel backstage e cambiarsi.

La sfilata dura un’ora. Le modelle sono in totale 10, tra le quali spunta anche la evergreen Benedetta Barzini.

Benedetta_Barzini_per_Daniela_Gregis
Benedetta Barzini per la sfilata Daniela Gregis

I colori sono molti: abbiamo come riferimenti principali il grigio antracite, varie tonalità dal rosso al rosa, toccando anche l’arancione e il blu.

Oltre ai capi monocromatici, spiccano pure fantasie più variopinte, siano esse su pantaloni, vestiti, borse, gilet, cappotti, etc.

La sfilata procede in maniera decisamente fluida. Ogni volta che le modelle tornano indietro nel corridoio fotografico, prima di passare nel cortiletto, ecco che ve n’è subito un’altra pronta a ripetere la stessa sequenza, così fino alla fine, seppur con qualche saltuaria brevissima interruzione. Le indossatrici si sono rivelate capaci di eseguire movimenti ben strutturati e con velocità opportuna, anche se si sono potute notare personalità un po’ più rapide.

Una volta terminata, tutto il team Daniela Gregis, con a capo le modelle, sfila tra i vari applausi del pubblico e del team stesso.

In conclusione possiamo affermare che la sfilata Daniela Gregis sia stato un evento decisamente gradito e ben strutturato, con vestiti di ottimo gusto e qualità, un team giovane e competente.

CREDITS

Camilla Di Iorgi foto e copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo