Guerrilla Girls una battaglia di arte femminista

L’arte è Girlpower! E’ infatti un mezzo potentissimo per la sensibilizzazione a temi sociali molto delicati, come il femminismo e la discriminazione. Lo sanno bene le Guerrilla Girls, un gruppo di donne artiste in continua evoluzione che da 30 anni in maniera ironica e d’impatto crea opere per la parità dei sessi.

Guerrillia Girls

Nato a New York nel 1985, inizialmente questo gruppo di artiste appendeva nei muri della città manifesti che denunciassero la scarsa presenza di gruppi sociali e femministi nei musei. Oggi il gruppo attacca il maschilismo presente nelle varie arti,  dal cinema di Hollywood ai musei e alla cultura pop.
Le loro opere sono spesso testuali, di grande ironia e sarcasmo volte a soffocare la cultura della virilità e dell’oggettivazione del corpo femminile. E questo, per esempio, lo vediamo in questo poster (esposto alla Tate Modern Gallery di Londra) che chiede: “Do women have to be naked to get into Met. Museum? Less than 5% of the artists in the Modern Art sections are women, but 85% of the nudes are female“.

Guerrillia Girls

Caratteristica fondamentale del gruppo è l’anonimato. Ad oggi, dopo 30 anni di attività, non sappiamo i volti dei membri del gruppo. Essi, infatti, appaiono sempre con maschere di scimmia sul capo per non farsi riconoscere. Sappiamo – per loro dichiarazione – che hanno preso parte al progetto oltre 55 persone, alcune rimaste solo una settimana altre ancora attive e in collaborazione.

La loro battaglia, che tratta il femminismo a 360° e quindi tutte le vittime del patriarcato maschilista (come l’omosessualità e la transessualità), colleziona una lunga serie di vittorie, e loro stesse affermano di aver esposto a New York, Los Angeles, Minneapolis, Città del Messico, Istanbul, Shanghai e recentemente anche Londra, Parigi e Colonia. Il loro obiettivo è entrare nei musei più importanti, criticandoli per la loro corruzione e per le discriminazioni.
Fermandoci a riflettere, effettivamente, anche sulla situazione dei musei italiani: quante opere di artiste donne vediamo esposte?

Dal 2001, il gruppo si è diviso in tre gruppi:

  • Guerrilla Girls, Inc. , quello principale;
  • Guerrilla Girls On Tour!, che con divertenti spettacoli in strada porta il messaggio in giro per il mondo;
  • Guerrilla Girls BroadBrand, che nel blog, www.ggbb.org, condivide le loro collezioni di diamanti, spiegandone il valore artistico.
Guerrillia Girls

CREDITS

Copertina (Foto dell’autore)

Immagine 1 (Foto dell’autore)

Immagine 2 (Foto dell’autore)

Immagine 3 (Foto dell’autore)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Sbuffo cerca redattori!

Unisciti a noi come associato e comincia il tuo percorso di formazione giornalistica: quattro articoli al mese in una realtà giovane e propositiva, dove sarai affiancato da correttori di bozze e da tanti collaboratori volenterosi di crescere e migliorarsi!

Inviaci il tuo articolo di prova inedito a

info@losbuffo.it

e se vuoi... Aiutaci a spargere la voce!
Grazie