Mangiare a Barcellona: 4 tappe imperdibili

di Martina Rossi

Chiunque l’abbia visitata sa che Barcellona è una città dalle molte facce. Famosa per i suoi monumenti che non hanno simili in tutto il mondo; per le sue strade, sempre così vive e piene di suggestioni; per la sua gente, vivace, nottambula ed accogliente. E da ultimo, ma non meno importante, famosa per i suoi sapori. Ecco quattro tappe per godersi alcuni aspetti della cucina barcellonese — ovviamente mantenendosi a debita distanza dai ristoranti turistici.

Il più particolare, almeno per quanto riguarda le abitudini italiane, è senz’altro La Champagneria, conosciuto anche come Can Paixano, zona Barceloneta. Si trova in una piccola via. Il locale è altrettanto piccolo, senza insegna, ma sempre affollato, principalmente da clientela giovane. Si arriva al banco, si ordina una coppa di spumante (il più famoso è il cava rosato), e si ordinano delle tapas (formaggi, chorizo, olive, acciughe), da mangiare bevendo dai caratteristici bicchieri da champagne, che sono il marchio distintivo del locale. Il cibo e il vino a prezzi bassi e l’atmosfera sono veramente imperdibili.

Una delle cose che non possono mancare su suolo spagnolo è ovviamente la paella. Vicino al mare, allontanandosi di poco dalle grandi vie affollate, si trova il ristorante Salamanca. Il Salamanca è una vera e propria istituzione per la cucina della città. La sua paella è molto famosa e ha attirato nelle sale del ristorante numerose personalità spagnole. È consigliata la paella base di pesce, essendo il ristorante vicino al mare, e disponendo di prodotti freschissimi.

Entrata del ristorante Salamanca - immagine 1
Entrata del ristorante Salamanca

Il Mercado de la Boqueria, sulla Rambla (fermata della metro Liceu) è un nome familiare a molti. L’unica pecca di questo posto fantastico è il fatto che sia tappa fissa per ogni turista. Dunque, specialmente nei mesi estivi, è parecchio affollato. Ma forse anche questo contribuisce all’atmosfera frenetica. Composto da centinaia di bancarelle dei cibi più svariati (pesce, salumi, dolci, frutta, spezie, carne), al Mercado si può assaggiare un po’ di tutto: è possibile, per uno o due euro, comprare assaggino a diverse bancarelle.

L'entrata del mercato de la Boqueria - immagine 2
Mercado de la Boqueria

E, perché no, anche un po’ di cucina messicana. Tornando nuovamente alla Barceloneta, evitando i ristoranti messicani dai prezzi stellari, ecco il Carabela Café. Non fatevi ingannare dai prezzi bassi o dai tavolini di legno: la qualità del cibo è veramente ottima. Ideale per un pranzo o una cena in compagnia: una jarra de sangria, tacos, e nachos “con todo”, che, sì, sono per davvero “con todo”.

Carabela-6
Carabela Cafè

Ecco dunque quattro diversi luoghi per godersi i sapori della città, senza spendere tanto, e godendosi atmosfere sempre vivaci. Il cibo è spesso uno dei modi più diretti e più affidabili per scoprire i diversi stili di vita di una città: dunque, nel nostro caso, un locale giovane, allegro; un luogo di tradizione; un mercato ed un bar in stile messicano. Imperdibili per chi volesse assaporare i diversi gusti di una città variegata come Barcellona.

Crediti immagini:

  • immagine di copertina (link)
  • Restaurante Salamanca (link)
  • meet.barcelona (link)
  • street league (link)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Sbuffo cerca redattori!

Unisciti a noi come associato e comincia il tuo percorso di formazione giornalistica: quattro articoli al mese in una realtà giovane e propositiva, dove sarai affiancato da correttori di bozze e da tanti collaboratori volenterosi di crescere e migliorarsi!

Inviaci il tuo articolo di prova inedito a

info@losbuffo.it

e se vuoi... Aiutaci a spargere la voce!
Grazie