lanterne

La Darsena pullula di lanterne …e non solo

Di Elisa Navarra

L’Unione buddhista italiana questa volta può davvero dire di aver raggiunto il Nirvana.

I giorni precedenti all’evento non si parla d’altro. La pagina Facebook registra 82.609 ipotetici partecipanti.

<< Programmi per il 24 sera?>>, <<Darsena, no?>>

La principale ultima attrazione della Milano da bere sta per essere palcoscenico d’una magica sfilata di luce. Mille e più lanterne portatrici di messaggi di pace scivoleranno sulle limpide acque del porto Milanese, in un affascinante e romantico scenario.

La “Notte delle Lanterne” nel giro di poche ore è già nelle agende di tutti.

Ultimi romantici che sperano in una serata incantata; ragazzi scoraggiati alla ricerca della giusta idea per il primo appuntamento; curiosi vittime della Flash-Mob mania.

Così il 24 Giugno sera, a popolare la magica Darsena, non sono fiamme galleggianti, bensì sneakers ed All Stars che si calpestano nella disperata ricerca di un centimetro di cemento libero.

Gli I-Phone si litigano le poche lanterne che sono riuscite a staccarsi dalla riva. Tra i bisbigli e le parole d’amore sussurrate all’orecchio, le luci si affannano nell’arduo tentativo di non affogare; le fiamme tremolano spossate: non sono avvezze ad un pubblico così vasto.

Milano bloccata, e nessuno sa perché. Non un avviso, non una locandina.

Milano bloccata, e nessuno sa perché. Nessuno, tranne gli 82.609 e più che hanno sbirciato nelle sere precedenti la pagina della “Notte delle Lanterne”.

Ed ecco all’improvviso l’illuminazione. Siate Luce a Voi Stessi, predicava Siddhārtha: una reinterpretazione un po’ frastornata, quella dei numerosi ragazzi che ora rischiano di darsi fuoco mentre cercano far spiccare il volo alle lanterne cinesi.

E il passaggio al cielo ha forse più fortuna della via dell’acqua. Magra consolazione, per le migliaia di spettatori che non erano riusciti a raggiungere l’argine.

Come piccole lucciole, le lanterne si librano nel cielo.

Si staccano dalla folla e fuggono via. Sempre più piccole, sempre più fioche.

Si allontanano e scappano da una Milano che ha cercato invano la magia nei Social Network.

Lontane, raggiungono le stelle nel cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.