Missione romantica

Su suggerimento di una mia amica di penna, ho deciso di scrivere un articolo su quelli che sono i luoghi più romantici di Milano.

La missione si è rivelata più ardua del previsto. Ho seriamente avuto qualche difficoltà nella selezione.

Mi sono persino chiesta: non sono romantica? Sono un pezzo di ghiaccio? Possibile che in 36 anni non ti abbiano mai portata da nessuna parte per una dichiarazione?

Amnesia. Forse – semplicemente – sono più portata per il ricordo del dettaglio che non per le emozioni palesi.

Tuttavia ho colto la sfida e cercherò di portarvi in giro tra quelli che sono,  a mio parere, i luoghi “da innamoramento” milanese.

Partiamo dalla posizione più bassa:

colonne san lorenzo 1

Le Colonne di San Lorenzo. Ambiente giovane, direi prettamente liceale (ma non solo). Il passaggio del tram, e di conseguenza il binario, mi fan pensare ad una linea divisoria immaginaria tra maschi e femmine. Ad un corteggiamento a distanza. Ad un bacio scattato dietro una delle imponenti colonne.

vicolo lavandaie 1

Vicolo dei Lavandai. Uno scorcio di storia situato sul Naviglio Grande. Prende il nome da un lavatoio che fino alla fine degli anni ’50 era usato dalle donne per lavare indumenti e biancheria. Un luogo incantevole dove, con la fantasia, si può tornare indietro nel tempo ed immaginare queste amorevoli donne mentre lavavano curve gli abiti dei propri mariti. Se non è questa una promessa d’amore…

chiesa sanmarco1

Chiesa di San Marco – Brera -. Io lì, esattamente al di fuori di essa, fermerei il tempo. Starei ore ed ore ad osservarne la bellezza, seduta sul muretto. Mi piace tutto: la sua imponenza architettonica, la navata che si intravede all’apertura, i suoi alberi all’esterno, i fiori, il suo contorno, i negozi che fanno da cornice. Uno splendido scenario per un incontro romantico.

E poi c’è Esso. Lui. Quello che ti fa sentire a casa. Quello in cui torni. Quello che hai scoperto.

terrazza

Che sia la fermata di un autobus, una metro, un ombrello sotto il quale ripararsi, un ristorante con i tavolini traballanti,  una terrazza coi panni stesi e il loro profumo fresco di bucato, un cinema o un giardinetto sotto casa… Purché lo troviate e lo manteniate.

Perché sono convinta che esiste, per tutti noi, un luogo in cui Siamo. O in cui vorremmo Essere (chi – che cosa non si sa).

Credits: copertina, im1, im2, im3, im4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.