IL GRUPPO DELLE GRIGNE

Il Gruppo delle Grigne è una catena montuosa appartenente alla Provincia di Lecco; le tre cime più importanti sono:

  1. la Grigna, detta anche Grignone o Grigna Settentrionale
  2. la Grignetta, detta anche Grigna Meridionale
  3. il Coltiglione

Il Gruppo è situato in Lombardia, in Provincia di Lecco, ad Oriente del Lago di Como; a est la Valsassina separa il gruppo delle Alpi Orobie e dal Resegone; a sud delimita la città di Lecco e ad Ovest fa da confine il ramo lecchese del Lario.

La Grigna è la vetta più alta, ed è a cavallo tra l’area di Como e la Valsassina. La sua cima raggiunge i 2410 m. s.l.m. e appena sotto ospita il Rifugio Brioschi di proprietà del CAI di Milano.

La montagna è costituita da tre versanti: quello più scosceso e difficile che si sviluppa sulla sponda est del Lago di Como , quello orientale che scende lungo la Valsassina e quello settentrionale che forma una conca nota come Passe del Cainallo, un versante ambito dagli speleologigi per via delle cavità e degli abissi, alcuni anche di notevoli profondità.

La Grignetta è una montagna della Lombardia alta 2177 m, più bassa quindi rispetto alla Grigna di circa 300 m.

Questa cima presenta una forma più regolare con due versanti principali: uno meridionale che scende fino alla Piana dei Resinelli e uno settentrionale che va d unirsi alla cima più alta. La morfologia che presentano le creste fa capire come il Gruppo delle Grigne sia di natura geologica calcarea e, l’origine marina di queste rocce, è data dalla presenza di fossili riscontrati nelle rocce.

Il Gruppo delle Grigne ogni anno attira numerosi turisti e alpinisti che risalgono i torrioni e le guglie del monte; negli anni passati, numerosi sono stati gli alpinisti che si sono “allenati” su questa montagna, tra di loro troviamo: Emilio Comici, Riccardo Cassin, Walter Bonatti, i quali tracciarono vie di roccia ritenute oggi “classiche”.

Dalla vetta si può godere di un panorama stupendo, tale che, nei giorni di bel tempo, permette di vedere tutta la Pianura Padana, il Cervino, il Monte Rosa fino alle vette svizzere e alle catene montuose di confine con il Triveneto. In caso di giornata ventosa è pssibile avvistare perfino il Duomo di Milano.

Credits: Immagine in copertina di Luca Casartelli, via Wikimedia Commons

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.