Milano alla ricerca di un nuovo sindaco

Tempo di elezioni sotto la Madonnina, e dunque occasione per una breve presentazione dei candidati in corsa per Palazzo Marino.  Cominciamo allora dal Partito Democratico. Se le primarie del 6 febbraio scorso hanno visto vincitore il candidato renziano Giuseppe Sala, con il 42% dei voti, non è passato inosservato lo scontro tra la candidata appoggiata da Giuliano Pisapia, il Vicesindaco Francesca Balzani, e l’Assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino (oggi candidato al consiglio comunale per Giuseppe Sala). Il nome dell’ex numero uno di EXPO non è piaciuto a molti e diverse sono state le voci a favore di una  lista civica “arancione” alternativa a Sala: la cosa si è concretizzata con la lista “Milano in Comune” che, dopo aver bruciato diversi nomi, ha presentato come candidato il presidente del Consiglio Comunale Basilio Rizzo (appoggiato da pezzi di Sel, civatiani e altri gruppi di sinistra radicale).

Certamente a Milano il centrodestra può vantare una situazione migliore di quella romana, dove appare diviso tra il candidato indipendente Alfio Marchini (appoggiato ora da Forza Italia dopo la rinuncia a Guido Bertolaso) e Giorgia Meloni (leader di Fratelli d’Italia e appoggiata dalla Lega). Il candidato di punta della partita milanese è Stefano Parisi, ex di Confindustria e di Fastweb, nome scelto dopo che si era paventata la candidatura di Maurizio Lupi o di Alessandro Sallusti. Il candidato di destra ha trovato anche l’appoggio di Corrado Passera, dopo che questi si è ufficialmente ritirato dalla corsa, prendendo atto delle scarse possibilità di una vittoria in solitaria.

Per il Movimento 5 Stelle milanese la strada è tutta in salita: dopo il naufragio della candidatura di Patrizia Bedori (riconosciutasi insofferente al peso della pressione mediatica), il direttivo del Movimento si è concentrato sull’avvocato Gianluca Corrado (che aveva ottenuto 65 voti, contro i 74 della Bedori): alcune primarie confermative ne hanno sancito  la candidatura ufficiale. La partita rimane difficile, dal momento che il candidato appare poco conosciuto al di fuori della cerchia dei pentastellati e in una città dove il Movimento non ha mai avuto grande seguito. Da citare anche la candidatura del consigliere comunale Marco Cappato per i Radicali.

 

CREDITS

Copertina

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo