Stop Motion Reality: Richard Silver

Di Filippo Bottini

Un mio amico ha scritto una canzone, l’ha chiamata Timing is a Bitch”. In effetti il tempo è quella cosa che nel contempo non possiamo che amare e detestare. Da una parte senza di lui niente esisterebbe, dall’altra se non ci fosse niente finirebbe. Quindi rimaniamo con dei sentimenti contrastanti a riguardo. Qualche artista ne è incuriosito, e cerca di studiarlo. Alla fine fare arte significa in buona parte anche questo: utilizzare il proprio veicolo creativo per sondare i fenomeni che ci circondano e qualche volta, se si è davvero bravi, illuminare gli aspetti nascosti delle cose.

Richard Silver è un fotografo newyorkese. Per quanto io ami questo mezzo espressivo raramente lo considero arte, poiché per essere definita tale l’arte deve avere un idea a sostenerla, deve poterti dare quell’orgasmo cerebrale che senza un pensiero raffinato ed originale è impossibile trasmettere. Nella sua carriera di fotografo Silver ha prodotto delle immagini bellissime. Ma quelle di cui vi voglio parlare qui sono quelle della serie Time Slice.

In questo lavoro il fotografo americano immortala dei luoghi iconici del nostro mondo a diversi intervalli di tempo, durante l’alba o il tramonto. Il risultato sono delle immagini a strisce verticali, una per orario in cui ha scattato, che restituiscono messe insieme l’immagine totale dell’oggetto ritratto. Il bello di guardare un’immagine tale è vedere il cambiamento di luminosità, delle piccole modifiche di composizione date dal muoversi degli oggetti, e capire come evolve il tempo in quella fotografia. Il tutto ci appare perfettamente bilanciato, anche se l’immagine è così frammentata. Forse perché dentro di noi lo scorrere del tempo è una realtà molto ben radicata. Queste immagini ci ricordano da una parte che le cose sono in costante mutamento, immerse nel fluire delle cose, dall’altra che alla fine certe cose non cambiano per quanto il tempo cerchi di fare altrimenti.

FONTI

CREDITI

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lo Sbuffo cerca redattori!

Unisciti a noi come associato e comincia il tuo percorso di formazione giornalistica: quattro articoli al mese in una realtà giovane e propositiva, dove sarai affiancato da correttori di bozze e da tanti collaboratori volenterosi di crescere e migliorarsi!

Inviaci il tuo articolo di prova inedito a

info@losbuffo.it

e se vuoi... Aiutaci a spargere la voce!
Grazie