Autore: Ilaria Tolasi

L’aviazione: nascita e sviluppo nelle riviste e nelle esposizioni

L’evoluzione del lavoro di Michelangelo: confronto tra la Pietà Vaticana e la Pietà Rondanini

Arte 1 anno ago

Gaudenzio Ferrari a Varallo: la prima tappa del percorso artistico dell’artista piemontese

Arte 1 anno ago

Guernica di Picasso potrebbe essere un’autobiografia: l’interpretazione rivoluzionaria

Arte 1 anno ago

Il Museo delle ceramiche di Faenza: storia e punti di forza della raccolta ceramica più grande al mondo

Arte 1 anno ago

Otello e Desdemona di Chagall ritrovato dopo 30 anni

Arte 1 anno ago

Alla Pinacoteca di Brera il sesto dialogo attorno all’opera del Boccaccino

Arte 1 anno ago

Medioevo svelato: a Bologna più di 300 reperti per raccontare la storia dell’Emilia Romagna

Arte 1 anno ago

Il lato divertente di Kuniyoshi: la raffinatezza che ci strappa un sorriso

Arte 1 anno ago

Il Castello Sforzesco presenta Novecento di Carta: dopo quasi trent’anni una raccolta di opere su carta del secolo scorso

Arte 1 anno ago

Pensiero artistico e produzione scultorea di Luciano Fabro: il rinnovamento a Milano negli anni Sessanta

Arte 1 anno ago

Aligi Sassu e la forza dei suoi disegni dal carcere

Arte 1 anno ago

Bambina x balcone: opera simbolo di Giacomo Balla

Arte 2 anni ago

Le donne nell’Ottocento e le difficoltà per emergere come artiste

Arte 2 anni ago

Il Percorso dei Segreti: per la prima volta aprono al pubblico l’Archivio e il Sepolcreto della Ca’ Granda

Arte 2 anni ago

Io siamo resilienza di Christian Balzano: il significato del “toro a testa in giù” in via Torino a Milano

Arte 2 anni ago

L’amore contro il tempo: le fotografie di coppia di Ana Galan

Arte 2 anni ago

Maus: il dramma dell’Olocausto raccontato con un fumetto

Arte 2 anni ago

L’architettura per Riccardo Dalisi: contesto sociale e lavoro di gruppo

Arte 2 anni ago

La Sacra conversazione di Tiziano ospite a Palazzo Marino

Arte 2 anni ago

Un capolavoro a Monterchi: la Madonna del parto di Piero della Francesca

Arte 2 anni ago

William Kentridge e la perfetta fusione tra manualità e tecnologia nei film d’animazione