Mettete un film poliziesco abbastanza vecchio, magari degli anni Settanta. In scena ci sono dei poliziotti con indosso un impermeabile, un cappello e l’ombrello che presto verrà aperto perché sta per piovere. È questa l’atmosfera che immaginiamo quando ascoltiamo i Calibro 35. Il loro sound è ispirato alle colonne sonore retrò del secondo Dopoguerra italiano. Ci fanno così tornare indietro nel tempo, portandoci in tempi ormai lontani.

Un mix di cinema e musica

La band si forma a Milano nel 2007. Massimo Martellotta, Enrico Gabrielli, Luca Cavina e Fabio Rondanin si sono formati quasi per gioco. Il nome “Calibro” è ispirato ai film polizieschi degli anni Settanta mentre il 35 è un chiaro riferimento alla pellicola cinematografica da 35 mm. Il primo album, Calibro 35 (2009), è stato pubblicato sotto la produzione di Tommaso Colliva. L’album contiene la fortunata Notte in Bovisa e un omaggio a Ornella Vanoni con il brano L’appuntamento.

È cambiato il tempo e sta piovendo
Ma resto ad aspettare
Non importa cosa il mondo può pensare
Io non me ne voglio andare

Con i lavori successivi, i Calibro 35 si fanno notare da registi e produttori di fama nazionale e internazionale. Curano le musiche del film italo-spagnolo Said e di Vallanzasca – Gli angeli del male.  Grazie a questa inaspettata popolarità, nel 2009, il gruppo intraprende il suo primo tour negli Stati Uniti facendo tappa a Los Angeles e nei club più prestigiosi di New York.

Con il passare degli anni, pubblicano altri cinque dischi, continuando a far conoscere la loro musica non solo in Italia ma in tutta Europa. Il loro ultimo lavoro, infatti, si chiama Momentum ed è stato pubblicato lo scorso 24 gennaio con Record Kicks.

“Calibro 35 day”

La band milanese non molla e infatti lo scorso 25 settembre, la Record Kicks ha annunciato il “Calibro 35 Day”, una giornata per festeggiare la band milanese. Per l’occasione sono stati pubblicati i primi tre album in versione deluxe: Calibro 35 (2008), Ritornano quelli di… (2010) e Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale (2012). I tre album sono disponibili sulle piattaforme online e contengono all’interno delle bonus track come E Nessuno Si Farà Del Male, New York Solo Andata e Appuntamento al Contessa. In pieno old style per l’occasione sono disponibili le versioni in vinile.

Sempre il 25 settembre, oltre a festeggiare l’uscita del progetto, i Calibro 35 hanno omaggiato il grande Ennio Morricone, loro fonte d’ispirazione, a Materadio, la festa di Radio 3. Il tutto è stato trasmesso in diretta via radio. Accompagnati da musicisti come Diodato, Roy Paci, Sebastiano De Gennaro e Beppe Scardino, in chiave retrò modernista hanno dedicato l’esibizione al compositore scomparso lo scorso luglio.

Fama internazionale

I Calibro 35 sono una delle poche band contemporanee famose a livello mondiale. Parecchi sono stati gli artisti che hanno preso ispirazione da questi tra cui Damon Albarn, ex leader dei Blur, e il rapper e produttore Jay-Z. Anche il rapper Dr. Dre in Compton ha campionato un brano della band milanese. Sicuramente oltre al talento dei componenti della band, la fama e il successo sono arrivati con il produttore Tommaso Colliva. Con la sua esperienza e il suo sapere, Colliva ha mosso i passi in diversi campi e non solo in quello musicale: colonne sonore, produzioni tv, sonorizzazioni, library music, spettacoli teatrali e live in giro per l’Italia e per il mondo.

Retro in tutti i sensi

Se ci capitasse tra le mani un album della band, sicuramente potremmo vedere come questo possa essere considerato decisamente vintage. Avete presente le locandine dei film degli anni Sessanta e Settanta che trovate esposte nei cinema? Ecco, le copertine dei dischi dei Calibro 35 sono esattamente così. Fedeli alle origini, anche l’ultimo progetto ricrea la magia dei film polizieschi degli anni Settanta.

Diciamocelo, i Calibro 35 sono una band fuori dall’ordinario. Oggi non viene notato il classico ma il diverso e i Calibro 35 rappresentano più che mai il diverso. Sono retro ma allo stesso tempo moderni. Piacciono ai grandi ma anche ai giovani. I Calibro 35 sono quel tipo di band che incuriosisce. Fanno venir voglia di comprare un giradischi, un pacco di sigarette, un impermeabile beige e un ombrello, possibilmente nero. Ecco cosa sono i Calibro 35: sono una canzone da ascoltare sotto la pioggia milanese in autunno, quando si torna a casa senza fretta.

FONTI

Materiale gentilmente fornito da Fleisch Agency

CREDITS

Copertina e immagine gentilmente offerte da Fleisch Agency
[/one_half_last