Cinque libri che parlano di mafia, per imparare qualcosa di nuovo e appassionarsi a questo mondo tanto rappresentato quanto oscuro. Cinque libri sulla mafia per iniziare a conoscere qualcosa di più sulle organizzazioni mafiose, sulle famiglie dei boss, sulle donne che sono entrate a far parte della storia della mafia italiana.

Italia-mafia, un legame così forte da essere ricordato in tutto il mondo. Il collegamento tra il nostro bel Paese e le associazioni criminali di connotazione mafiosa (che sia camorra, ‘ndrangheta o Cosa Nostra) non passa inosservato all’estero e viene ricordato e sottolineato almeno quanto la pizza, la pasta e, anche se ormai fuori moda, il mandolino.

Quello che solitamente si conosce della mafia è, però, spesso frutto di stereotipi e generalizzazioni. Bisogna indagare su questo fenomeno complesso, da tutti i punti di vista e parlarne, parlarne, parlarne, per far sentire le voci della lotta contro la mafia.

In collaborazione con Ludovica Rovarini, volontaria di Libera Arona, presenteremo qui 5 libri che parlano di mafia, per tutti i gusti e di tutti i tipi.

1. Le ribelli – Nando dalla Chiesa

Le ribelli – Storie di donne che hanno sfidato la mafia per amore è un libro totalmente dedicato a donne, che, ognuna a proprio modo, hanno combattuto la mafia. Le donne protagoniste sono sei: Francesca Serio, madre di Salvatore Carnevale, sindacalista contadino; Felicia Impastato madre di Peppino (attivista che ha ispirato il celebre film I cento passi); Saveria Antiochia, madre di Roberto, ucciso con Ninni CassaràMichela Buscemi, che prese parte coraggiosamente al maxiprocesso di Palermo, con due fratelli vittime di Cosa NostraRita Atria, sorella del giovane boss dello spaccio Nicola Atria, a 17 anni collabora con Borsellino muore suicida dopo la strage di via D’Amelio ed infine anche la storia di Rita Borsellino, la sorella del giudice.

Una dietro l’altra, storie che hanno cambiato la storia, simbolo di fatica nel lungo progresso e lotta contro la mafia.

2. Uomini soli – Attilio Bolzoni

Borsellino, Falcone, dalla Chiesa e Pio La Torre. Falcone e Borsellino nel tribunale, Carlo Alberto dalla Chiesa generale e Pio La Torre politico e sindacalista. Il racconto di quattro vite importanti, nel buio della solitudine, tracciate dalla penna sensibile di Attilio Bolzoni, che ricorda in prima persona i protagonisti e che ha raccontato per anni il sangue e i drammi della Sicilia nascosta.

3. Per questo mi chiamo Giovanni – Luigi Garlando

Libro per bambini e ragazzi, ma adatto a tutte le età, è la storia di un papà e un figlio che girano per Palermo, il figlio si chiama Giovanni.

I posti che incontrano sono quelli della vita di Giovanni Falcone, fino alla strage di Capaci. La sua vita viene raccontata dall’autore Luigi Garlando con una semplicità disarmante, proprio per spiegare al figlio, tappa dopo tappa, l’importanza del nome assegnatogli alla nascita. Adottato da scuole e consigliato per un primo approccio allo studio della mafia, è un libro che dà la giusta importanza alla storia di Falcone e alla lotta contro la mafia (ancora oggi).

4. Collusi – Nino Di Matteo, Salvo Palazzolo

“Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia”

Cambiando nuovamente genere, Collusi è scritto dal magistrato Di Matteo, che si occupa dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia. In Collusi Di Matteo ci racconta (in modo molto concreto e poco romanzato) come, nonostante non ci siano più bombe, la mafia ci sia ancora ed è anche insidiosa. Tra politica, imprenditoria e lobby, Di Matteo ci accompagna in un viaggio nei meccanismi di Cosa nostra, che si infiltra in economia, società e politica italiane.

5. Oltre i cento passi – Giovanni Impastato

Il fratello di Peppino — la cui storia non stanca mai — parla da testimone della lotta alla mafia e dell’impegno costante necessario per renderla efficace. Da una famiglia mafiosa, da Cinisi, Peppino Impastato denuncia i reati della mafia e fonda insieme agli amici la Radio Aut, una “radio libera”.

Il coraggio e la sincerità della voce di Radio Aut è la guida della lotta alla mafia ancora oggi e nonostante la strada sia ancora piuttosto lunga e faticosa, le voci si stanno moltiplicando: Giovanni, il fratello di Peppino, ci parla in queste pagine della mafia e dell’antimafia in Italia, seguendo il percorso tracciato dal fratello.

 

 

FONTI

Nando dalla Chiesa, Le ribelli, Melampo Editore, 2013

Attilio Bolzoni, Uomini soli. Pio La Torre e Carlo Alberto Dalla Chiesa, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Melampo Editore, 2012

Luigi Garlando, Per questo mi chiamo Giovanni, Rizzoli, 2004

Nino Di Matteo, Salvo Palazzolo, Collusi. Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2015

Giovanni Impastato, Oltre i cento passi, Piemme, 2020

CREDITS

Copertina

Immagine 1

Immagine 2

Immagine 3