Attacchi di panico, crisi d’ansia, traumi derivati dalla perdita di una persona cara o dalla fine di una relazione amorosa; sono solo alcune delle problematiche che ogni giorno una molteplicità di persone si vede costretta ad affrontare in autonomia, nella maggior parte dei casi adottando soluzioni inadeguate e non definitivamente risolutive. Momenti di difficoltà che necessitano di un sostegno psicologico, consapevolmente riconosciuto e a volte anche immediato.
A questo bisogno risponde il Pronto Soccorso Psicologico, un aiuto che, forse, non sapevi fosse a tua disposizione.

Il Pronto Soccorso Psicologico è, per definizione, un aiuto professionale immediato rivolto a tutti coloro che abbiano urgente necessità di sostegno psicologico, a prescindere dalla forma di sofferenza emotiva. L’obiettivo, agendo tempestivamente nel momento stesso della crisi, è quello di apportare un istantaneo sollievo al richiedente ed evitare, in futuro, l’insorgenza di una psicopatologia strutturata.

Solo i pazzi vanno dallo psicologoquante volte si sono erroneamente accostati i termini psicologia e pazzia, diffondendo un devastante preconcetto sociale causa di forti, se non estremi, disagi?
Fortunatamente, oggi cresce la consapevolezza e la corretta informazione relativa al malessere psicologico e agli aiuti che ne derivano: la terapia non è più, nonostante non si sarebbe mai dovuta intendere in tal modo, motivo di vergogna bensì viene oggi intesa come un valido aiuto applicabile alle più diverse problematiche e rivolto a tutti.

Purtroppo, una delle motivazioni di questa presa di coscienza comune è l’incremento concreto delle persone sofferenti: secondo quanto affermato dal Professor Alessandro Calderoli, a capo del progetto Pronto Soccorso Psicologico di Milano, il 38% degli abitanti dell’Unione Europea è affetto da problemi psichici; solamente il 25% di questi riceve un trattamento e soltanto il 10% riceve una cura adeguata. Si calcola che nel 2030 i disturbi psichici saranno i problemi sanitari più diffusi nell’Unione Europea.

Il Pronto Soccorso Psicologico si schiera a favore della salute, sia in quanto soluzione a un problema già esistente sia in veste preventiva, offrendo un servizio nuovo che vada a sopperire alle ricorrenti richieste d’aiuto cui il normale Pronto Soccorso non può adeguatamente provvedere: è rilevante indicare che ben il 70% delle persone che si recano presso quest’ultimo affermando una crisi cardiaca sono in realtà in preda a un attacco di panico o d’ansia non riconosciuto o mal gestito.
Per ricevere il coretto trattamento curativo in caso di emergenza emotiva, il richiedente deve semplicemente mettersi in contatto telefonico con la struttura offerente il servizio in questione, senza previo appuntamento e a costi irrisori: dall’altro capo della cornetta un esperto psicologo pronto all’ascolto, cui esprimere il proprio malessere in cambio di un’adeguata terapia istantanea.

Le modalità di approccio e di mantenimento del rapporto psicologo di Pronto Soccorso Psicologico e richiedente aiuto variano a seconda della struttura in questione. Di seguito, le principali strutture italiane che offrono il vero e proprio unico servizio di Pronto Soccorso Psicologico o simili e le principali informazioni di contatto.

Roma

Nasce nel 2018 il vero e unico Pronto Soccorso Psicologico, da un’intuizione della psicologa clinica Mariolina Palumbo. La sede si trova all’interno di Villa Giuseppina, struttura residenziale psichiatrica e RSA in via Prospero Colonna 46. Il servizio è attivo tutti i giorni inclusi i festivi, con orario continuato dalle 07.00 alle 19.30; il numero di telefono per mettersi in contatto con l’equipe di esperti del centro è 06 69311390. L’intervento dura 60 minuti e ha un costo di 30 euro, prezzo concorrenziale al ticket.
Il Pronto Soccorso Psicologico di Roma offre un aiuto alla comunità internazionale: è possibile richiedere un colloquio in italiano, francese, inglese e/o spagnolo a seconda delle proprie necessità linguistiche.

Milano

Da un’idea dei responsabili di progetto Giuseppe Cersosimo e Marinella Sciumé, dal 2013 è attivo il servizio Urgenza Psicologica a favore dei comuni di Milano, Monza e Varese. L’accesso al servizio è consentito esclusivamente il sabato e la domenica, con orario continuato dalle 09.00 alle 21.00, telefonando al numero 345 7404800. All’ascolto, professionisti volontari di provata esperienza; se necessario, sarà possibile organizzare un incontro con lo psicologo, accompagnato da un volontario della Croce Rossa Italiana, presso un luogo concordato. Il servizio è gratuito per tutti i cittadini che ne fanno richiesta.

Oltre alle citate, altre città italiane si stanno adoperando per offrire un tale servizio ai propri cittadini: Mariolina Palumbo, a capo del Pronto Soccorso Psicologico di Roma, afferma di essere in contatto con una realtà siciliana per la realizzazione di una Federazione italiana di Pronto Soccorso Psicologico. L’obiettivo è quello di istituzionalizzarsi e rendere il servizio usufruibile in tutta Italia, dalle principali città ai centri minori, nessuno escluso.

Al giorno in cui il sostegno psicologico sarà un diritto adeguatamente riconosciuto; i primi passi mossi sembrano rivolti nella giusta direzione.