Negli ultimi mesi ogni settore della nostra quotidianità è stato sovvertito. Se ad inizio anno qualcuno ci avesse detto che da lì a poco le nostre abitudini sarebbero state completamente stravolte, forse avremmo vissuto alcune emozioni più intensamente. In particolare, per gli amanti della musica, i concerti sono un momento prezioso di rara libertà, e il pensiero di non poter godere neanche degli spettacoli già programmati è frustrante. Fortunatamente, però, molti artisti ci hanno tenuto compagnia con della nuova musica e noi de «Lo Sbuffo» abbiamo pensato di fare una playlist con le loro ultime uscite.

Un po’ di carica tutta italiana

In una situazione di reclusione forzata, con la compagnia, se così si può dire, del solo telegiornale a fornire numeri in aumento, è facile abbattersi. La salute mentale di tutti noi è stata messa a dura prova in questi mesi e non si può negare che, a volte, un po’ di leggerezza è indispensabile.

Ecco perché ad aprire le danze c’è Good Times di Ghali; ha conosciuto tutte le stazioni radiofoniche e ha fatto ballare anche i critici del genere. Basta poco per aver voglia di scatenarsi.

 

Vincitrice di Amici 19, Gaia Gozzi si presenta essere una promessa per il cantautorato italiano. Di origini brasiliane, il suo singolo Chega ha scalato le classifiche nell’ultimo mese portando allegria e voglia di ballare anche se a casa. In lingua portoghese, il brano non nasconde un significato profondo. In traduzione:

Per me non conta andarsene
È giunta l’ora di essere felice
Gioca per strada, niente bugie, per non avere ritardi
Senza ritardi

Basta, basta con le strade
E non serve a niente
Avere soldi per vivere così sola
Senza amore e pace.

Il 9 aprile Ghemon ha pubblicato il video di Buona Stella, come anticipazione all’uscita di Scritto nelle stelle, il suo ultimo album. Registrato rigorosamente a casa dai fan e parenti del musicista, l’intento è lanciare un messaggio di speranza: nonostante le difficoltà, la vita prosegue.

 La speranza ci rende più forti

La musica è l’arte di esprimere se stessi. In un momento in cui la speranza e l’unione sono tutto ciò che può confortare e salvare dalla demoralizzazione, la musica intensifica il suo essere mezzo di comunicazione più immediato.

Elisa canta con Tommaso Paradiso Andrà tutto bene, il messaggio di speranza e forza che è diventato virale nei due mesi passati.

Ritornerà l’abbraccio tra la gente
Il sole sulla pelle tornerà,

La libertà di correre per strada
Baciarsi alla fermata e a un tratto
Guardarsi negli occhi per poi dire

Andrà tutto bene.

In un’ondata di positività, in mezzo a tante notizie orribili, approda anche Halsey in collaborazione con Mashmello; il risultato è Be Kind. Un invito ad essere gentili verso chi si ama, ma anche ad esserlo con se stessi.

 

Il ritorno dei grandi classici

A mezzanotte del 30 aprile, gli Oasis hanno rilasciato Don’t Stop… (Demo). Si tratta di un brano inedito che Noel Gallagher racconta di aver ritrovato su un vecchio demo.

Si tratta di un pezzo che dovrebbe esistere in un’altra versione, tratta da un soundcheck a Hong Kong di 15 anni fa. Non so se la versione del soundcheck sia precedente o successiva al demo perché sul CD non è indicata alcuna data.

A regalarci una sorpresa sono anche i mitici Rolling Stones. Mick Jagger racconta il background di Living In a Ghost Town, il primo inedito della band dal 2012.

Stavamo registrando del nuovo materiale prima del lockdown e c’era una canzone che pensavamo potesse risuonare in questi tempi che stiamo vivendo. Ci abbiamo lavorato in isolamento.
Ed eccola qui.

 

Il video nasce dalla collaborazione di fotografi di tutto il mondo che hanno ripreso le loro città vuote in questi tempi di isolamento.

I nuovi brani più apprezzati dalle classifiche

Una fra le prime pop star a rilasciare musica in tempi di pandemia è stata Dua Lipa, che ha anticipato l’uscita di Future Nostalgia, l’album con cui ha dichiarato di sentirsi più sicura di se stessa e con cui ha sperato di tenere compagnia in questo periodo.

L’album, infatti, viene descritto come un’occasione per distrarsi dai pensieri, un pretesto per rendere più semplice il risveglio al mattino senza pensare subito a quanto di negativo stia accadendo nel mondo.

Il singolo apripista è Don’t Start Now, subito seguito da altri successi radiofonici come Physical.

Altrettanto apprezzata è stata la collaborazione tra Ariana Grande e Justin Bieber con Stuck with u.

Questa è la canzone del ballo per chiunque non possa andare al ballo. Aiutateci a far sì che questo progetto parli della quarantena di tutto noi.

Dichiara così il cantante canadese su Instagram.

 

I fondi ricavati dal brano sono stati donati al First Responders Children’s Foundation per finanziare borse di studio per i figli degli operatori sanitari, i tecnici medici di emergenza, paramedici, agenti di polizia e vigili del fuoco che prestano servizio in prima linea durante la pandemia.

Torneremo a cantare più forte

La musica ci ha sempre tenuto compagnia in qualsiasi occasione: dalle feste, alle sagre di paese, agli impensabili, prima d’ora, concerti sulle balconate. Non possiamo che renderle onore prima di poterla sentire di nuovo, finalmente, dal vivo.

FONTI

Playlist e articolo di Federica Terragnoli 

CREDITS

Copertina