Se facessimo un’analisi di tutti i testi delle canzoni indie che circolano in questi anni, possiamo vedere come noi siamo una generazione triste. Relazioni finite, amori non corrisposti, “la vita fa schifo”, “odio tutto”, “odio la società”, “tutti mi odiano”. Questa malinconia, poi, viene alimentata dalle nostre playlist su Spotify. Dopotutto, ci sono sempre quelle canzoni che fanno venir voglia di piangere a non finire.

Può essere che la scelta di un tono funereo da parte degli artisti sia per una questione di business. Ammettiamolo, il mood perenne di questa società è negativo, e ovviamente cosa si fa quando si è giù? Ascoltare qualcosa che ci tiri su il morale? Assolutamente no, si ascoltano canzoni che fanno invidia al pessimismo cosmico leopardiano.

Tante sono le band che hanno parlato di tematiche negative e di fallimenti. Abbiamo scelto una canzone in particolare che, nonostante abbia toni più o meno allegri, canta di fallimenti e di gioie mai viste: Vita sociale dei Canova, uscita nel 2016.

Ma Canova non era uno scultore?

Facciamo un breve riassunto per capire chi sono, per chi non li conoscesse. I Canova sono una band pop formatasi a Milano nel 2013. Il nome è stato preso dall’omonimo artista, quindi in un certo senso c’entra. In comune con questo hanno il fatto che Canova, per le sue opere, traeva ispirazione dall’arte greca e anche loro, come lo scultore, prendono ispirazione dal passato, nel loro caso dal cantautorato italiano.

Nel 2016 esce per l’etichetta Maciste Dischi il loro album d’esordio Avete ragione tutti, dal quale viene estratto come singolo Vita Sociale. Il brano è quello che ottiene più notorietà di tutto l’album, ed è anche la canzone che li fa conoscere al pubblico. L’anno successivo, con una cinquantina di date tra cui il Mi Ami, si fanno conoscere in tutta Italia. I Canova raggiungono una popolarità notevole e ottengono molto successo, tant’è che l’etichetta discografica decide di stampare anche una copia in vinile dell’album.

Dopo il successo di Avete ragione tutti, nel 2019 esce il loro secondo album Vivi per sempre, ancora una volta per Maciste Dischi. L’album contiene i brani Goodbye Goodbye e Domenicamara. Come il primo, anche questo racchiude diversi momenti della band (ovviamente in chiave pop rock).

Vita sociale

Passiamo all’essenza del nostro discorso: Vita sociale. Che il testo del brano sia malinconico l’avevamo capito. Sicuramente è la canzone che li ha fatti conoscere di più al pubblico, insieme al singolo Threesome. È orecchiabile e la si impara subito, quindi entra molto facilmente in testa. A differenza di altri brani del panorama indie italiano, qui la critica non viene fatta al protagonista del pezzo, ma alla società. La genialità della penna dei Canova sta nel fatto che i testi non sono nulla di fantascientifico e incomprensibile e non hanno bisogno dei professori della Treccani per l’analisi.

Vita sociale presenta un testo semplice, con parole intersecate bene che descrivono al meglio il significato del brano.

Passano leggi sul posto fisso
Non averlo neanche, io nemmeno l’ho visto
Passan le canzoni in una radio
E se l’accendi c’è Tiziano.

Il posto fisso. Uno degli argomenti più discussi in Italia, quello a cui ambiscono tutti e che tutti lo sognano. Ovviamente il protagonista del brano è il classico cittadino che fa di tutto per arrivare a questo, ma loro ne parlano con scioltezza, senza fare troppi giri di parole. La cosa che più attira l’ascoltatore è sicuramente il riferimento al “Tizianone nazionale”. Forse l’avranno fatto per alleggerire la strofa, chissà.

Malgrado passi le giornate da solo
E passa anche il silenzio
Ma lo sento parlare
Vorrei morire, vorrei morire
Anche se fuori c’è il sole
E mando a puttane la mia vita sociale.

Nel ritornello c’è il riassunto di tutto il brano, ovvero di come, nonostante la vita non ci dia soddisfazioni, il più delle volte siamo i primi a non fare nulla. Il “vorrei morire anche se fuori c’è il sole” è davvero la frase che racchiude l’essenza del pezzo.

Passa anche l’innamoramento
Passa senza che te ne accorgi
E te ne stai lì fermo
Cambiare sentimento è importante
Ti rende scemo e meno ignorante.

“Cambiare sentimento è importante”. Con il passare del tempo le persone cambiano, così come i modi di pensare. Ovviamente il tutto dipende anche dalla situazione: infatti è proprio questa che a volte ci fa prendere decisioni giuste o sbagliate.

Vita sociale senza dubbio è l’ennesima canzone indie triste, però dobbiamo ammetterlo: è dannatamente orecchiabile. Cosa ci hanno lasciato i Canova con questo brano? Oltre al desiderio di voler morire, l’elemento chiave del brano può essere il tempo. Non ci accorgiamo del tempo che passa fino a quando non perdiamo qualcosa a noi caro. Che sia un amore, un affetto o un oggetto, poco importa. E dobbiamo imparare a rimediare.

CREDITS

Copertina