Non sono mesi facili per il mondo dell’intrattenimento audiovisivo. Con i cinema chiusi e le produzioni bloccate, le uscite di nuovi film e serie tv hanno subito diversi stravolgimenti. Il calendario di maggio resta comunque piuttosto interessante: ci sono una serie tv di Ryan Murphy e una co-diretta da Damien Chazelle, due commedie scritte dal creatore di The Office, uno speciale interattivo, il nuovo spettacolo di Hannah Gadsby, un film italiano molto atteso, un po’ di fantascienza declinata in vari modi, e pure un documentario sui viaggi allucinogeni. Come prevedibile, buona parte dei titoli si trova su Netflix, che spesso prepara le sue produzioni con discreto anticipo e perciò sta risentendo meno della crisi. Qui, comunque, abbiamo messo insieme una guida alle novità più interessanti del mese, film di conforto compresi.

Le novità di maggio: 10 film e serie tv da tenere d’occhio

Hollywood (Netflix, 1 maggio)

Anche senza saperlo, questa miniserie in 7 parti sarebbe facilmente riconducibile a Ryan Murphy, sia per il cast (tanti sono i volti delle sue precedenti produzioni) sia per lo stile cinico e patinato. Siamo nella Hollywood del secondo dopoguerra, dove un folto gruppo di aspiranti attori e registi si scontra con le dinamiche più oscure e discriminatorie del sistema. Si tratta della seconda serie creata per Netflix da Murphy, che l’ha definita “una lettera d’amore alla Golden Age di Tinseltown”, soprannome dell’industria cinematografica hollywoodiana. Gli estimatori di Feud dovrebbero apprezzare.

All Day and a Night (Netflix, 1 maggio)

Un giovane criminale (Ashton Sanders, Moonlight) viene condannato all’ergastolo e in prigione ritrova il padre (Jeffrey Wright, Westworld), le cui orme non avrebbe mai voluto seguire. Con il suo aiuto, però, ripercorre il proprio passato per capire quali errori lo abbiano portato fin lì, nella speranza di risparmiare al figlio appena nato lo stesso destino. Il film è scritto e diretto da Joe Robert Cole, già co-sceneggiatore di Black Panther e di The People vs. OJ Simpson: American Crime Story.

The Eddy (Netflix, 8 maggio)

Questa miniserie co-diretta da Damien Chazelle (La La Land, Whiplash) è ambientata nel mondo della musica jazz ma non è un musical, come ha precisato il suo creatore Jack Thorne (Skins, Shameless). La storia si divide in 8 episodi ed è ambientata in un vivace quartiere multiculturale di Parigi, dove un ex pianista newyorkese (André Holland) gestisce un club sull’orlo del fallimento, mentre si destreggia tra una relazione instabile con una cantante, i traffici loschi del socio e l’arrivo improvviso della figlia quindicenne. Finora le prime recensioni sono state piuttosto positive.

Favolacce (Sky Primafila Premiere, TIMvision, Chili, Google Play, Infinity, CG Digital e Rakuten Tv, 11 maggio)

Un quartiere residenziale della periferia romana, un’estate afosa e una piccola comunità di famiglie che conducono un’esistenza normale. Così tanto normale, da nascondere la passiva infelicità dei genitori e il rancore dei loro figli. I gemelli D’Innocenzo hanno scritto questo film a 19 anni, ma l’hanno realizzato un decennio più tardi, vincendo l’Orso d’Argento per la migliore sceneggiatura all’ultimo Festival di Berlino. Per distribuirlo invece hanno scelto insieme ai produttori di non aspettare la riapertura dei cinema – dove era molto atteso – rendendolo disponibile al noleggio in streaming.

Unbreakable Kimmy Schmidt: Kimmy vs. il Reverendo (Netflix, 12 maggio)

Un trailer movimentato e una manciata di indizi in ordine sparso è quanto Netflix ha fornito finora sullo speciale di Unbreakable Kimmy Schmidt. Il conto comprende: Daniel Radcliffe, esplosioni, un hamburger danzante, potenziali guerre contro i robot e un matrimonio. Infatti, dopo il finale di serie dell’anno scorso, Kimmy (Ellie Kemper) dovrebbe sposarsi, ma prima deve risolvere una questione con il Reverendo (Jon Hamm), il suo ex rapitore. Comunque il corso degli eventi dipende abbastanza dagli spettatori, perché si tratta di uno speciale interattivo.

Skam Italia 4 (TIMvision e Netflix, 15 maggio)

La quarta stagione del remake italiano di Skam, famoso teen drama norvegese, si concentra sul personaggio musulmano di Sana (Beatrice Bruschi), messo un po’ in crisi dal contrasto tra i suoi valori religiosi e le abitudini del suo gruppo di amici. I nuovi episodi dovrebbero aver preservato l’apprezzato realismo della serie; anche perché Ludovico Bessegato li ha scritti collaborando con una sociologa musulmana. Sarà comunque curioso osservare se l’aggiungersi di Netflix alla co-produzione di TIMvision e Cross Productions abbia influito sullo stile della narrazione. Nella strategia promozionale, intanto, si è già notato un grosso cambiamento.

Homecoming 2 (Amazon Prime Video, 22 maggio)

Della seconda stagione del thriller psicologico di Prime Video non si sa molto: solo che la sua nuova protagonista (cioè Janelle Monáe) è smemorata tanto quanto la precedente; e che nel capire chi sia e cosa le sia successo si rivedono un po’ di personaggi della prima stagione. Difficile però immaginare come saranno i nuovi episodi senza l’interpretazione di Julia Roberts e la regia hitchcockiana di Sam Esmail, per cui la serie era stata molto apprezzata.

Hannah Gadsby Douglas Netflix

Hanna Gadsby: Douglas (Netflix, 26 maggio)

C’è chi dice che Nanette, lo speciale di stand-up comedy in cui Hannah Gadsby parlava dei suoi traumi e di misoginia, sia stato rivoluzionario per il genere. E c’è chi pensa invece che per quanto intenso e doloroso non sia definibile vera stand-up comedy. Da questa discussione la comica tasmana è ripartita per scrivere il suo nuovo spettacolo, che parla, tra le altre cose, di odiatori, etichette, femminismo e del suo autismo. Chi l’ha già visto dal vivo lo ha definito il prosieguo di Nanette, ma un po’ più leggero; nonché la conferma che la comicità di Gadsby non sia incastonabile in una precisa categoria.

Space Force (Netflix, 29 maggio)

Dalle sventure lavorative di un’azienda che distribuisce carta a quelle della nuova divisione spaziale delle forze armate statunitensi il salto non è breve né tantomeno logico. Ma dei creatori di The Office, ossia Greg Daniels e Steve Carell, ormai ci si può fidare abbastanza. Questa comedy segue un gruppo di scienziati che, sotto la guida di un generale, ha il compito di riportare gli americani al dominio spaziale. Il cast, oltre a Carell, include John Malkovich, Lisa Kudrow e Ben Schwartz. A ispirare la serie invece è stata una delle tante proposte surreali di Trump.

Snowpiercer (Netflix)

Una nuova era glaciale ha spopolato la Terra, e nell’attesa che le temperature si ristabilizzino, i pochi superstiti vivono su un treno che viaggia intorno al globo senza mai fermarsi. Solo, l’equilibrio mantenuto dalla suddivisione dei vagoni per classi sociali è presto destinato a saltare. Graphic novel prima, film di Bong Joon-ho poi, la storia è stata adattata per la tv da Josh Friedman (Black Dahlia, Il risolutore). Sul network TNT uscirà il 17 maggio, mentre Netflix non ha ancora rivelato la data di rilascio.

Gli altri film in uscita a maggio, in breve

Sulla situazione dei film in uscita è ancora difficile avere un quadro preciso. Non è chiaro infatti se a maggio ci saranno altri film che, a causa della chiusura dei cinema, usciranno direttamente in streaming. Nel frattempo, si potrebbe approfittarne per recuperare qualche titolo dei mesi scorsi. Tra le prime visioni di Sky Cinema, ad esempio, sono previsti C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino (1 maggio), Parasite di Bong Joon-ho (7 maggio) e Figli, l’ultimo film scritto da Mattia Torre (11 maggio).

Altrimenti, Netflix ha in programma diversi film in esclusiva.

Mrs. Serial Killer
(1 maggio)
Un thriller indiano con protagonista una donna che intende far scagionare il marito accusato di essere un pluriomicida. Per provarne l’innocenza, pianifica un omicidio molto simile a quelli commessi dal presunto serial killer.

L’altra metà
(1 maggio)
Una timida liceale aiuta un coetaneo a scrivere lettere d’amore per una ragazza, ma finisce per invaghirsi di quest’ultima. È il secondo film di Alice Wu, che in Saving Face si era già occupata di omosessualità femminile.

Squatter
(1 Maggio)
Tornato da una vacanza con la sua famiglia, il protagonista di questo thriller francese si ritrova in casa alcuni squatter, ossia degli occupatori abusivi. La questione sfocia in una lotta violenta per il possesso dell’abitazione.

La Missy sbagliata
(13 maggio)
Adam Sandler ha prodotto questa commedia dove David Spade interpreta Tim, un uomo alle prese con un grosso equivoco. Anziché invitare alle Hawaii la donna dei suoi sogni, infatti, Tim scrive per sbaglio a un’omonima con cui aveva già avuto un brutto appuntamento.

The Lovebirds
(22 maggio)

Una coppia sta per separarsi ma si ritrova coinvolta in un caso di omicidio che la costringe ad affrontare anche le sorti del proprio rapporto. I protagonisti sono Issa Rae (Insecure) e Kumail Nanjiani (Silicon Valley).

Trying serie tv Apple TV+

Le altre serie tv in uscita a maggio, in breve

Trying

(Apple TV+, 1 maggio)
Una comedy angloamericana con protagonista una coppia che vuole adottare un bambino e deve confrontarsi con tutte le difficoltà della trafila.

Upload
(Prime Video, 1 maggio)

Una comedy di fantascienza scritta da Greg Daniels, creatore di The Office, e ambientata in un futuro in cui dopo la morte è possibile scegliere in quale aldilà virtuale farsi trasferire.

Reno 911!
(Quibi, 4 maggio)
Il revival dell’omonima serie in onda tra il 2003 e il 2009 su Comedy Central, che parodiava un celebre documentario sulle forze dell’ordine, basandosi principalmente sull’improvvisazione.

The L Word: Generation Q
(Sky Atlantic HD, 11 maggio)
Si tratta del revival di The L Word, la serie tv di Showtime in onda tra il 2004 e 2009, che fu considerata rivoluzionaria per il suo modo di raccontare l’omosessualità femminile. Per chi volesse recuperare le prime sei stagioni della serie, dal 7 maggio saranno disponibili su Sky On Demand e NOW TV.

White Lines
(Netflix, 15 maggio)
Un thriller anglo-spagnolo scritto da Álex Pina, lo stesso creatore di La casa di carta, con protagonista una donna che si reca a Ibiza per far luce sulla morte del fratello DJ.

Hightown
(Starzplay, 17 maggio)
Un crime drama ambientato a Provincetown, nel Massachusetts, dove un’agente locale conduce una vita piuttosto festaiola. La scoperta di un cadavere, però, la porta a indagare su un esteso traffico di eroina e a venire a patti con le proprie dipendenze.

Central Park 
(Apple TV+, 29 maggio)
La nuova serie animata dei creatori di Bob’s Burgers, che sotto forma di musical racconta le vicende di una famiglia di custodi di Central Park che deve salvare il parco da chi vorrebbe trasformarlo in un quartiere residenziale.

Le serie tv di ritorno a maggio

Tra le serie tv in ripartenza a maggio, ce ne sono diverse che riprenderanno dopo una breve interruzione. Ad esempio, le stagioni conclusive di Modern Family (15 maggio) e Le regole del delitto perfetto (27 maggio), entrambe su Fox. Premium Action ha poi confermato che la quinta stagione di Legends of Tomorrow andrà in onda (25 maggio), ma solo sottotitolata. Infine, su Netflix sono in programma la seconda stagione di Dead to Me (8 maggio) e la quarta stagione di Workin’ Moms (6 maggio).

I documentari in uscita a maggio

Nella grande quantità di film e serie tv che escono ogni mese i documentari rischiano sempre un po’ di perdersi, perciò conviene fare un discorso a parte. Tra i docufilm di Netflix si sta parlando molto dell’uscita di Becoming (6 maggio), il documentario sul libro di Michelle Obama. Anche Un buon trip: avventure psichedeliche (11 maggio) sembra piuttosto interessante, soprattutto perché si propone di esplorare il mondo delle sostanze stupefacenti con un linguaggio insolito e poco serioso. Per quanto riguarda i documentari a episodi, invece, su Netflix c’è Trial by media (11 maggio), una serie true crime che parla dell’impatto dei media su famosi casi di cronaca. Su Disney+ c’è infine Oggetti di scena (1 maggio), che racconta le storie di alcuni oggetti iconici di famosi film Disney.