Ci sono storie d’amore destinate ad entrare nella storia. Storie d’amore fatte di eccessi, stravaganza, tradimenti, follie, talvolta accompagnate da alcol e droga, soprattutto nel mondo del rock. L’amore vero, infatti, rimane anche dopo aver attraversato insieme pezzetti di inferno. È proprio nel mondo del rock che troviamo i due protagonisti di una delle storie d’amore storiche e più appassionanti nel panorama musicale e artistico: John Lennon e Yoko Ono.

La nascita dell’amore

La relazione tra i due amanti nasce quando John fa parte dei Beatles e Yoko è un’artista giapponese la cui fama poteva fare concorrenza a quella del suo futuro marito. È proprio a un’esibizione della donna che i due si conoscono e, dopo due anni di conoscenza e frequentazione, si sposano sulla Rocca di Gibilterra nel 1969.

Già dopo pochi anni, però, la relazione inizia a riscontrare le prime difficoltà. L’influenza di Yoko Ono, inoltre, non fu mai vista di buon occhio da parte dei fan: si pensava che avesse tendenze manipolatrici verso John e, addirittura, che fosse sua la causa dell’introduzione dell’eroina nella vita dell’ex Beatle, da cui poi ne sarebbe diventato dipendente.

Nonostante ciò, Lennon la considerava la sua iniezione di positività. Quello che è certo, comunque, che quello tra John e Yoko è diventato un sodalizio umano e artistico ma anche spirituale, come indica il cambiamento legale di nome in John Winston Ono Lennon.

Tra amore…

Sebbene la relazione non fosse considerata sana, i due la portarono avanti. Il rapporto che legava gli amanti era più che un “semplice”, per così dire, amore tra marito e moglie. Alcuni meravigliosi scatti, infatti, ritraggono John nudo, raccolto in posizione fetale, abbracciato a Yoko, vestita di nero e con lo sguardo assorto, lontano e altrove.

È un amore che supera i vincoli matrimoniali, che potrebbe definirsi addirittura quello che lega una madre al figlio, in altre parole: lo Yin e lo Yang.

Un senso di completezza che si può raggiungere solo insieme, incastrando perfettamente tutti i propri pezzi, tanto del corpo quanto dell’anima.

…e tradimenti

Storie d’amore di questo tipo possono essere descritte solo con un termine: totalizzanti. Non sarebbe potuto mancare niente nella vita dei due artisti: neppure, purtroppo, i tradimenti. Come si diceva, infatti, dopo appena qualche anno dal matrimonio, sorsero i primi problemi, potenziati dall’abuso di alcol e droga da entrambe le parti.

John, in particolare, cominciò a rifugiarsi nelle braccia di altre donne, per poi tornare dall’unico amore della sua vita, forse per provocazione. Dopo i tradimenti, però, Yoko non si sentiva di riaprirgli completamente le porte. Annunciò, inaspettatamente:

 

Il tradimento è stato qualcosa che mi ha ferita. Avevo bisogno di una pausa, avevo bisogno di tempo.

Non sentendosi di voltare le spalle a Lennon, altrettanto inaspettatamente Yoko prese una decisione insolita: fece avvicinare il marito alla sua assistente, May Pang, in una sorta di “tradimento strategico”. Yoko le chiese di “intrattenere” John finché la loro crisi non fosse finita; momento passato nella storia sotto il nome di Lost Weekend. In realtà, però, il periodo si perpetrò ben oltre i tre giorni: per due anni, dal 1973 al 1975, i due furono amanti.

Chi ama torna

Dicono che se si ama qualcuno bisogna lasciarlo libero. Yoko sapeva di aver bisogno di una pausa e di un distaccamento da John che, in fondo, nutriva la stessa necessità. Dopo essersi assicurata che fosse con una persona per bene e affidabile, quindi, i due si sono mantenuti separati – benché Lennon ha dichiarato che si sono sentiti tutti i giorni e che implorava la donna di poter tornare a casa –, continuando i loro progetti artistici singolarmente.

Ma si sa: perdersi è un buon motivo per ritrovarsi. Ed è esattamente ciò che è successo a John e a Yoko, che proprio nel 1975 si sono riuniti dando alla luce il figlio Sean. Da quel momento in poi, Lennon non ha più lasciato Ono:

La priorità numero uno sono lei e il bambino. Tutto il resto ruota attorno a questo.

Dichiara così l’ex Beatle a Playboy, annunciando in un certo senso il “ritiro” a vita privata, prendendosi cinque anni di pausa dalla musica. Sarebbe tornato solo con il singolo (Just Like) Starting Over un mese prima del suo tragico omicidio da parte di un fanatico squilibrato, quindi nel novembre 1980.

Sembra ormai inutile specificare che un amore così completo e coinvolgente sia più forte di qualsiasi cosa. Lo è anche della morte, che ha sottratto a Yoko non solo il padre dei suoi figli e il proprio marito, ma l’amore della sua vita, o meglio il suo compagno di vita.