Dobbiamo stare a casa. Non facciamo altro che ripetercelo. In questo periodo di riadattamento a una nuova routine quotidiana, i film e le serie tv rientrano tra i passatempi più gettonati per riempire le giornate. Netflix sembra essere diventato uno dei nostri migliori alleati per combattere la noia, proponendoci un catalogo infinito di novità in costante aggiornamento. Diamo un’occhiata a 5 imperdibili titoli di film e serie tv sull’arte – in tutte le sue forme – che vi aspettano sulla piattaforma di streaming più in voga del momento. Ce n’è davvero per tutti i gusti!

Velvet Buzzsaw

Se pensavate che il connubio arte e horror non fosse possibile, state pronti a ricredervi! Quella di ambientare un thriller nelle gallerie lussuose di Los Angeles è un’idea tanto ambiziosa quanto originale, che si sposa perfettamente con l’obiettivo di proporre al pubblico una critica sulla mercificazione dell’arte.

La raffinata regia di Dan Gilroy si coniuga con un cast potentissimo. Jake Gyllenhaal e Zawe Ashton interpretano i ruoli di un temuto critico d’arte e di una gallerista gelida che si impadroniscono dei dipinti di un artista scomparso da poco. Queste opere sconvolgono la personalità di chi li guarda. Una satira coinvolgente sul mondo dell’arte contemporanea che con i suoi paradossi vi terrà col fiato sospeso fino alla fine.

Abstract: The art of design

Cercate una serie che crei dipendenza? Abstract: The art of design è quella che fa al caso vostro. Due stagioni che vi porteranno alla scoperta dell’impatto del design su ogni aspetto della nostra vita. Ogni episodio è dedicato a un creativo diverso, che racconta senza filtri le sue idee e la sua ispirazione. Dalle curiose illustrazioni di Christoph Niemann, che si interrogano sul valore dell’autenticità, alle intriganti strategie di bioarchitettura di Neri Oxman, impegnata nel progettare una via d’uscita alla crisi ecologica dell’oggi.

Personalità diverse e geniali, accomunate da una straordinaria passione per il proprio lavoro, che puntata dopo puntata ci offrono un collage di illuminanti stimoli per dare una risposta a tutta una serie di domande che ci poniamo ogni giorno. Perché, se ancora non lo aveste capito, dai migliori creativi del mondo si può imparare davvero molto.

Stay Here – Guadagnare con le ristrutturazioni

SerieSembra che l’effetto Airbnb degli ultimi anni non abbia cambiato solamente il modo di viaggiare, ma anche il catalogo dei contenuti televisivi. Proprio con Stay Here, il settore immobiliare sbarca anche su Netflix. La celebre designer Genevieve Gorder, affiancata dal guru delle proprietà immobiliari Peter Lorimer, è protagonista di un viaggio on the road per gli Stati Uniti con un fine educativo: trasformare in miniere d’oro gli immobili per affitti a breve termine.

Una vera e propria guida che ogni proprietario di case dovrebbe tenere a mente per raggiungere il successo. La regola numero uno è far sentire l’ospite a casa propria sin dal primo momento, magari con un cestino o un regalo di benvenuto. Un altro tema molto ricorrente è il potere del sito web e dei social media, spazi di promozione da non sottovalutare. Ma la lista è ancora lunga e noi non vogliamo certamente spoilerarvi l’intera serie.

Il pensiero creativo

La creatività è da sempre una caratteristica propria degli esseri umani, che ci distingue dagli animali che agiscono per istinto. E, guarda caso, è proprio la creatività ad essere una delle armi più potenti a nostra disposizione in questi giorni di quarantena. Lo sa bene David Eagleman, il neuroscienziato protagonista de Il pensiero creativo, che ci porta alla scoperta del processo creativo di vari innovatori, esplorando modi complessi – e a volte anche rischiosi – per stimolare la creatività. Un inno alla sperimentazione, un invito a cogliere stimoli provenienti da diversi ambiti e a unirli per creare qualcosa di nuovo e di originale.

Frida

Adattamento cinematografico del romanzo biografico di Hayden Herrera, il film diretto da Julie Taymor ripercorre la vita e gli amori della celebre pittrice messicana tra tormenti, scelte difficili e tanta sofferenza. A partire dall’incidente in autobus di cui rimase vittima quando era solo un’adolescente, Salma Hayek si cala alla perfezione nel ruolo di una donna forte e determinata, attaccata alla vita e desiderosa di conquistare il posto che si merita nella società del ‘900, sfidando gli schemi imposti dalla tradizione.

Le vicende personali e sentimentali di Frida con il suo compagno Diego si intrecciano con le sue opere e con l’immaginario folkloristico messicano del tempo, in un film dal ritmo incalzante e sostenuto.

 

 

 

 

Fonti

Living Corriere

 

Credits

Immagine 1

Immagine 2

Immagine 3

Immagine 4

Immagine 5