Disney Plus è la nuova piattaforma streaming della casa produttrice The Walt Disney Company. Il servizio, presente negli Stati Uniti già da ottobre 2019, debutterà in Europa il prossimo 24 marzo. Il proposito è quello di conquistare anche l’utenza europea in un mercato dalla concorrenza elevata.

Il Red Ocean delle piattaforme streaming

Il servizio prevede la sottoscrizione di un abbonamento per fruire di un vasto catalogo di serie tv e film, un’idea ormai diffusa. Il modello, proposto per la prima volta da Netflix, rappresenta un’abitudine che ha cambiato il modo di vedere la televisione e non solo. Ha portato le serie tv a essere legante sociale, argomento di conversazione e trend sui social. Netflix è riuscita a dare ad alcuni suoi prodotti la dimensione di un evento, dal quale chi non partecipa rimane escluso.

La stessa strategia di marketing non è riuscita però ai principali concorrenti dell’azienda californiana, che si sono ritagliati per lo più un posto di nicchia. Amazon Prime Video rappresenta a oggi l’alternativa più credibile, al quale seguono con scarso successo AppleTv+ e Hulu. A queste presto si andrà ad aggiungere HBOmax. Disney, che fa del cinema come evento la ragione del proprio successo, rappresenta tuttavia per Netflix una minaccia molto più grande.

Il monopolio di The Walt Disney Company

Disney+ vanta infatti un’affermazione nel mondo dello spettacolo impressionante. I prodotti Disney sono quelli con cui la generazione dei millennials è cresciuta: dalle videocassette consumate a Disney Channel. Con l’acquisto di 21st century Fox di qualche anno fa, The Walt Disney Company ha ottenuto i diritti di titoli del calibro dei The Simpsons e Modern Family, nonché tutti i film dall’iconica intro con il rullo di tamburi, e National Geographic coi relativi documentari. Ha dalla sua anche la Pixar, leader nell’animazione e Lucas Film (universo Star Wars). Infine conta anche il mondo Marvel, che con un progetto solido ha raggiunto l’apice del successo.

L’ampio catalogo di Disney Plus: dall’animazione ai documentari

Grazie al monopolio del soft entertainment, Disney può offrire un catalogo vastissimo, e raccogliere presto i frutti di un progetto ambizioso. Nell’ambito dell’animazione, Disney non ha trascurato nessuno. È possibile infatti trovare la maggior parte dei classici per i più nostalgici: da la Sirenetta a Hercules, passando per Lilo & Stich e Chi ha incastrato Roger Rabbit. Non può mancare l’attenzione per le nuove generazioni con titoli come Frozen, una nuova serie su Ducktales, o Big Hero 6. Sono presenti anche i recenti remake di grandi classici: Re Leone, Dumbo e Alladin. La Pixar garantisce tanti altri successi tra cui la saga Toy story, Cars, Monster&Co. e Gli incredibili.

È inoltre presente un ampia scelta di documentari, tutta proveniente da National Geographic. Sono presenti quelli di cultura generale da Free Solo, premio Oscar miglior documentario, Earth Life, a Maya: tesori nascosti. Ci sono anche documentari di ingegneria spaziale come Mission to the Sun, Mars: inside space X, e perfino uno di cucina, Gordon Ramsey Uncharted.

Marvel e Star Wars: i cavalli di battaglia

Risulta in po’ scarna la proposta di grandi film, compensata da una vasta gamma di titoli dall’intrattenimento più leggero. È evidente che Disney negli ultimi anni non abbia mirato a conquistare la critica più sottile, quanto un pubblico più vasto possibile. Non mancheranno all’appello tutti e cinque i Pirati dei Caraibi, la trilogia de le cronache di Narnia e Prince of Persia: le sabbie del tempo. I due cavalli di battaglia saranno certamente tutti i film dell’universo Marvel, e quelli di Lucas Film. Ci saranno in totale i trenta capitoli del Marvel Cinematic Universe dal primo Ironman ad Endgame, più una decina precedenti. Saranno escluse tutte le collaborazioni tra Marvel e Netflix che non saranno più presenti su nessuna piattaforma. Sarà possibile inoltre vedere su Disney+ ogni film della saga Star Wars, le tre trilogie, gli spin-off solo e Rogue One, e tutte le collaborazioni con LEGO.

Gli originali Disney+

Al debutto della piattaforma saranno presenti la serie tv The Mandalorian e la serie animata Star Wars the clone wars: stagione 7, con altre tre serie su StarWars in programma. Mentre per quelle del mondo Marvel, che saranno ben otto, bisognerà aspettare. I titoli promettono bene e alcuni potrebbero coinvolgere protagonisti dei film come: She-Hulk, WandaVision, The Falcon and the Winter soldier, Hawkeye, e Loki.

Tra le altre novità, saranno presenti al debutto una serie tv su High School Musical, e Diary of a Future President con la star di Jane the Virgin, Gina Rodriguez. Tra i film sarà possibile vedere un adattamento live action su Lilli e il vagabondo e Togo, ambientato nell’Alaska del 1925.

È possibile preordinare l’abbonamento per un anno entro il 23 marzo in offerta a 59.99€ anziché 69.99€, con inclusa la possibilità di quattro dispositivi in contemporanea, e accedere ad alcuni contenuti anche in 4K full-hd. È possibile vedere contenuti da pc, tablet, smartphone e console. Una volta abbonati non resta che godersi lo spettacolo.