Con l’arrivo del Multi-verso, sono inevitabilmente nati dei fandom dedicati agli uni o agli altri eroi alternativi; la più discussa, anche alla luce del film d’animazione rilasciato pochi mesi orsono, è senza dubbio Spider-Gwen.

L’Universo, o per meglio dire il Multi-verso della Marvel ha visto avvicendarsi innumerevoli eroi sulle pagine dei fumetti, nei cartoni animati e nei film. In particolare, negli ultimi anni, i fan hanno visto una profonda accentuazione degli Universi paralleli dei supereroi, realtà alternative in cui un villain combatte per i buoni e un eroe diventa uno spietato assassino. Uno dei casi più celebri è il fumetto Deadpool Kills Deadpool, in cui il mercenario si trova a combattere con una versione malvagia di se stesso, intenta a eliminare tutti gli alter ego di quest’ultimo attraverso le realtà parallele.

Origini di Spider-Gwen

Gwendolyn Maxine Stacy, o semplicemente Gwen Stacy, è nata su Terra-65, un mondo facente parte di un universo parallelo a quello di Terra-616 in cui Peter Parker è Spider-Man. In questa realtà, Gwen viene morsa da un ragno radioattivo e ottiene tutti i poteri dell’arrampicamuri. Inizialmente la ragazza decide di usarli per ottenere popolarità tra la gente e non solo per aiutare le persone diventando, in questo modo, la prima e unica Spider-Woman (da non confondere con Spider-Girl o Silk). Le sue azioni la portano inevitabilmente a diventare un’eroina popolare tra i giovani, ma osteggiata dalle forze dell’ordine.

Durante un ballo scolastico, lo studente Peter Parker, vittima di bullismo, si inietta un siero rigenerante che lo trasforma in Lizard, con lo scopo di vendicarsi di tutti coloro che lo hanno fatto soffrire. Gwen è costretta a combattere il suo migliore amico per proteggere i presenti, fino a sconfiggerlo. Il siero, tuttavia, ha un backlash molto forte e la mutazione inversa finisce per uccidere Peter. Gwen, sommersa dal senso di colpa, è costretta a fuggire poiché bollata come assassina dalla polizia e dal suo inconsapevole padre; il sindaco ordina la fondazione di una task force per catturare Spider-Woman e consegnarla alla giustizia.

Per far fronte al proprio errore, Gwen sceglie di recidere ogni rapporto personale non necessario (prevalentemente di amicizia) e di diventare un’eroina a tempo pieno con il solo obiettivo di sacrificare la propria esistenza al salvataggio degli altri. Questo la rende molto introspettiva e solitaria, ma allo stesso tempo analitica, creativa e temeraria.

Poteri e personalità

Spider-Gwen unisce i poteri tipici dell’arrampicamuri a una grazia e un’agilità senza eguali: questi includono una forza sovrumana (può sollevare fino a dieci tonnellate!), velocità estrema, abilità di scalare ogni tipo di superficie e “senso di ragno”. Come tutti quasi tutti gli Spider-Eroi del fumetto, Gwen utilizza degli speciali emettitori tecnologici per lanciare le classiche ragnatele, con le quali oscilla tra i palazzi. I più attenti avranno notato una particolarità interessante del suo costume: Gwen indossa sempre delle scarpe da ballo color turchese, dalle quali non si separa nemmeno nella vita quotidiana. Questa scelta potrebbe essere legata a due fattori: la comodità della calzatura e un probabile passato come ballerina, da cui deriverebbe parte della sua eleganza nei movimenti.
L’eroina è anche un’investigatrice fenomenale, una dote ereditata da suo padre, capo della polizia di New York; ciò la aiuta durante le missioni.

Gwen è una ragazza molto introversa per via del suo passato atroce. Dopo la morte di Peter Parker, della quale si sente diretta responsabile, la ragazza ha deciso di dedicarsi interamente al servizio delle persone comuni, riducendo enormemente la sua cerchia di amici. Questo, tuttavia, non le ha impedito di entrare a far parte di una band, le Mary Janes, nella quale suona come batterista molto esperta. Nonostante i suoi continui tentativi di persuadere la popolazione a credere in lei, salvando le persone, la sua reputazione non ha fatto che peggiorare, convincendola ad abbandonare la sua realtà e trasferirsi nell’universo di Terra-616.

Fumetti e Cinema

Spider-Gwen è un personaggio abbastanza giovane. Dopo diverse apparizioni in altri fumetti (una scelta voluta per testare il pubblico sulla sua immagine), la sua prima uscita ufficiale risale al 2015. Molte persone sono rimaste colpite dal design unico del suo costume: una calzamaglia bianca e nera con un cappuccio, ricami rosa e delle scarpette da ballo turchesi, simbolo di una personalità combattuta, ma allo stesso tempo intraprendente ed elegante. Il successo di Spider-Gwen nei fumetti fu quasi immediato, tanto che la Marvel decise di farla comparire anche in Spider-Man: Un nuovo universo.

Nel film d’animazione del 2019, che vede Miles Morales di Terra-616 prendere il posto dell’ormai defunto Peter Parker, Gwen Stacy viene catapultata nella realtà “canonica” dall’acceleratore di Kingpin, insieme ad altre Spider-Persone. Qui, la ragazza inizia a indagare sullo strano comportamento di Miles, con il quale sviluppa rapidamente un’amicizia molto profonda, la prima dalla morte di Peter Parker. Oltre a insegnargli i trucchi del mestiere, Gwen trova un modo per contattarlo attraverso le due realtà parallele, dopo essere tornata a casa. Gwen si trasferirà definitivamente su Terra-616 proseguendo i suoi studi e il suo lavoro “segreto”.

Note utili al lettore

Terra-616: l’Universo Marvel conosciuto da tutti, in cui Peter Parker diventa Spider-Man e Gwen Stacy è una brillante studentessa universitaria.
Terra-65: la Realtà Alternativa da cui proviene Spider-Gwen, in cui Peter Parker diventa Lizard e rimane ucciso in combattimento.
Multi-verso: l’intricata ragnatela di realtà alternative in cui ogni minima variazione dell’esistenza è possibile. Di fatto, il Multi-Verso non ha inizio né fine.