L’attesa per una notizia simile si potrebbe definire con una sola parola: ipergigante. Dopo due anni dall’Hype tour, la band abruzzese Voina ha infatti annunciato a fine 2019 di voler tornare sul palco, in occasione del nuovo album, Ipergigante (uscito il 14 febbraio scorso).

Apre il tour una data al circolo Ohibò di Milano, precisamente il prossimo 21 febbraio: un’occasione che i fan non si lasceranno sicuramente scappare, visto l’entusiasmo con cui hanno accolto i quattro singoli pubblicati prima dell’uscita di Ipergigante: Le Ore Piccole, Korea, Blu, Luna Park. Seguono altre nove date per tutta Italia, anche se l’annuncio di nuove aggiunte é sempre auspicabile.

La band

Noti in precedenza come Voina Hen, i Voina si fanno strada nel panorama indie italiano dal 2005 a Lanciano, in Abruzzo. Formati attualmente dalla voce e chitarra di Ivo Bucci e la batteria di Domenico Candeloro, fin dai primi live hanno saputo trasmettere ai loro fan un’energia immensa con pezzi come Io Non Ho Quel Non So Che, ma anche una sorprendente dolcezza con le loro ballad romantiche, come Ossa.

Il loro é un tipo di romanticismo fatto di piccole cose, di paragoni semplici ma decisamente intimi, di quelli che solitamente si vogliono condividere solo con qualcuno di davvero speciale: Ipergigante si potrebbe definire la rappresentazione massima di questo concept, perché in testi all’apparenza modesti sono condensate tutte le sfumature possibili dell’amore, in ogni suo aspetto applicato alla vita quotidiana. L’uscita programmata per il 14 febbraio, quindi, non poteva essere più azzeccata.

A prescindere dal tema sentimentale, però, sono tutte canzoni che sanno colpire dritto al cuore di chiunque e parlare per emozioni: è quindi innegabile la curiosità che si aggira attorno alle esibizioni live dei nuovi pezzi, in parte già suonati al Pinewood Beach, festival tenutosi l’anno scorso a Vasto (Abruzzo) che ha lo scopo di sensibilizzare i partecipanti alla tutela dell’ambiente.

Il circolo Ohibò

Un tour dedicato a un album simile non poteva che tenersi in uno dei locali più frequentati dagli appassionati di musica di Milano e dintorni, l’associazione Ohibò: un luogo in cui si ha la possibilità di scoprire, ogni sera, artisti più o meno emergenti, di ogni genere possibile. Dagli Hatari a Frah Quintale, negli anni l’Ohibò ha saputo presentare al pubblico spettacoli di ogni sorta, che, di volta in volta, hanno permesso al circolo di essere sempre più stimato tra i locali milanesi.

Per entrare agli eventi organizzati dall’associazione è necessaria la tessera ARCI, valida fino al 30 settembre 2020, il cui costo è di soli 13 euro; ne vale decisamente la pena, considerando la vasta gamma di artisti che vi sono in programma, che potete consultare qui. Il prezzo specifico dello spettacolo dei Voina è, invece, di 8 euro, da pagare sul posto.

Insieme ai fan attendiamo con ansia il ritorno dei Voina sulle scene il prossimo 21 febbraio, curiosi di scoprire se e come sapranno rendere dal vivo tutti i segreti che Ipergigante ha da comunicare a chi lo ascolta.


CREDITS

Copertina