Ogni anno la serata degli Oscar attira l’attenzione di tutti i professionisti e gli esperti nel settore del cinema, ma non solo: il red carpet è tradizionalmente una parte fondamentale della serata della premiazione. I riflettori sono puntati sugli abiti delle star, vestite dagli stilisti più famosi, proponendo look eccentrici e raffinati.

In particolare, per la 92esima edizione degli Academy Awards, le star hanno optato per degli abiti minimali ed eleganti, dalle tonalità tenui. Bianco e nero i colori più quotati, seguiti da argento, oro e cipria. Nonostante la maggior parte delle celebrities si sia orientata verso degli outfit minimal chic, alcune di queste hanno scelto di osare. Tra queste Kristen Wiig, indossando un abito rosso, firmato Valentino, con delle grandi rouches che seguono tutta la lunghezza delle gambe, e un paio di guanti neri. Spesso l’originalità paga, ma in questo caso per alcuni utenti è stato un flop, rinominandolo ironicamente lasagna dress.

Il look più scintillante della serata è senza dubbio quello di Janelle Monae: un abito scampanato firmato Ralph Lauren, ricoperto, dal cappuccio ai piedi, di cristalli Swarovski. Come se i 168’000 brillanti del vestito non fossero abbastanza, ha optato per anelli e collier di diamanti.

Billy Porter, come ogni anno, è sinonimo di originalità e stravaganza; infatti, recentemente è apparso sul tappeto rosso dei Golden Globes con un look total white e un lungo strascico di piume di struzzo. Alla serata degli Oscar, l’attore ha indossato un abito, disegnato dallo stilista Sam Ratelle, ispirato alla residenza reale di Cambridge, Kensington Palace. Il suo lavoro di ricerca ha portato alla creazione di un corpetto ricoperto di piume dorate e una gonna arricciata; ai piedi un paio di Jimmy Choo dal tacco vertiginoso.

La giovanissima cantante Billie Eilish, che durante la serata si è esibita con una cover di Yesterday dei Beatles, ha portato ancora una volta il suo stile sul red carpet: una maxi tuta in tweed bianco con applicazioni, firmata Chanel. Per completare il look dei guanti in pizzo bianco e sneakers.

La costumista Sandy Powell, nominata per il premio Best costume design con il film The Irishman, ha indossato fisicamente il mondo del cinema. Il suo progetto, annunciato sul suo profilo Instagram il primo febbraio, puntava a raccogliere sul suo completo color crema, gli autografi dei suoi “compagni luminari”, come Al Pacino, Robert De Niro, Scarlett Johansson. L’abito, in seguito indossato per il red carpet, verrà messo all’asta ed il devoluto andrà al The Art Found Initiative.

Il regista Spike Lee ha colto l’occasione per omaggiare Kobe Bryant, recentemente scomparso in un incidente. Infatti, ha indossato un completo viola con rifiniture gialle, colori simbolo dei L.A. Lakers; sul bavero della giacca il 24, numero storico del cestista. Ha completato il look con degli occhiali tondi rigorosamente in pendant con il vestito e delle scarpe da ginnastica Kobe Mentality, provenienti dalla collezione lanciata da Bryant.

Quello di Spike Lee non è stato l’unico omaggio: Natalie Portman ha fatto ricamare sulla sua cappa i nomi delle registe escluse dalle nomination. Tra queste Lorene Scafaria, Lulu Wang, Greta Gerwig, Marielle Heller, Melina Matsoukas, Alma Har’el, Céline Sciamma e Mati Diop. Al di sotto della mantella un abito nero con applicazioni oro; il tutto è stato curato da Maria Grazia Chiuri, direttore artistico di Dior, nota per il suo impegno nella lotta femminista.

Il 2019 è stato l’anno della presa di coscienza dell’emergenza climatica, segnando un punto di svolta per il futuro. Jane Fonda, chiamata a premiare la categoria miglior film, si è presentata indossando un abito di Elie Saab, indossato già sei anni fa in occasione del Festival di Cannes. Lo scopo, come ha dichiarato, è quello di «portare avanti un messaggio globale sull’importanza della sostenibilità nella moda e sul consumismo, che è strettamente legato ai cambiamenti climatici, alla produzione e al consumo, all’inquinamento degli oceani e al lavoro femminile». Al braccio, il suo cappotto rosso, simbolo della sua rinuncia allo shopping: ha dichiarato che quello sarebbe stato l’ultimo capo acquistato della sua vita. I gioielli rigorosamente firmati Pomellato, oreficeria nota per utilizzare oro e diamanti estratti e lavorati in modo etico.

Allo stesso modo Margot Robbie ha scelto di indossare un abito vintage riscoperto da Kate Young, la sua stylist, negli archivi della maison Chanel. Infatti era stato indossato da Claudia Schiffer per la sfilata primavera estate 1994.

Nonostante il tema del red carpet della 92esima edizione degli Academy Awards fosse ispirato allo stile minimal chic, molte star hanno saputo stupire e dare un tocco di stravaganza alla serata attraverso i loro abiti. Altri, si sono distinti non per originalità ma con look prettamente simbolici.

FONTI

Vanityfair.it

Harper’sBazaar.com

Popsugar.uk

Footwearnews.com