Quest’anno Sanremo ha dato la possibilità al pubblico televisivo di conoscere meglio (per chi ne avesse solo sentito parlare) due personalità controcorrente della scena pop italiana: Achille Lauro e Boss Doms, pseudonimi di Lauro de Marinis e Edoardo Mannozzi. I due sono amici di vecchia data e suonano insieme ormai da anni, sono seguiti entrambi sui social dai loro fan sia per la musica che per lo stile; sia Lauro che Doms amano i look appariscenti, glamour ed eccentrici, e lo si è potuto constatare anche dalle loro esibizioni, appunto, durante il Festival di Sanremo 2020 sul palco del teatro Ariston.

View this post on Instagram

Ci son cascato di nuovo

A post shared by ACHILLE LAURO® (@achilleidol) on

I look di Achille Lauro

Nella sua prima esibizione Lauro ha sfoggiato un outfit che si può definire a dir poco spettacolare: è entrato coperto da un mantello nero con ricami dorati firmato Gucci e, poco dopo l’intro della canzone “Me ne frego” , si è spogliato mostrando una leggera tutina semitrasparente con qualche brillantino sparso su tutto il tessuto. Ovviamente la scelta del look non è casuale, infatti la pop star ha voluto rendere pubblico sui social il significato celato dietro ai suoi travestimenti; per quanto riguarda questo primo outfit Lauro nella foto postata su Instagram  ha spiegato che questo abbinamento (che si potrebbe definire ultra-camp) è un chiaro riferimento alla scena immortalata da Giotto della rinuncia ai beni materiali di San Francesco. Per la seconda esibizione il cantante ha duettato con Annalisa la cover della canzone “Gli uomini non cambiano mai” di Mia Martini e ha deciso di travestirsi da David Bowie, con un completo verde, i rinomati capelli rossi dell’artista e un trucco eccentrico; rispetto a questo look è evidente il fatto che Achille volesse rispecchiarsi nella figura iconica di Bowie, uno dei più grandi artisti del secolo che ha dimostrato come l’essere diversi non sia uno svantaggio, bensì un pregio che in pochi possiedono (e tra questi c’è sicuramente Lauro). La terza sera la pop star ha indossato “i panni” della Marchesa Luisa Casati, nobildonna e mecenate della belle époque, nonché musa ispiratrice dei più grandi artisti della sua epoca; Lauro ha indossato un copricapo di piume nere e cristalli abbinato ad un abito di chiffon nero trasparente e collant tailor made. Ha fatto molto scalpore la fine dell’esibizione, ovvero il momento in cui Achille ha estratto dal suo guanto un rossetto Gucci con cui si è truccato le labbra. Durante l’ultima serata il cantante si è vestito da Elisabetta I d’Inghilterra, figlia di Enrico VIII e Anna Bolena, ultima monarca della dinastia Tudor, soprannominata la “Regina Vergine” per via del fatto che ebbe molti amanti ma non si sposò mai; Elisabetta I governò con astuzia e saggezza, tenendo testa agli uomini con cui si confrontava, indossando sempre abiti molto larghi ed imponenti. Così anche Achille, il quale ha sfoggiato un’interpretazione pop dell’abito regalo classico (con tanto di gorgiera e crinolina) che però nascondeva un look anni ’70, ovvero una camicia con strascico di chiffon rosa, pantaloni a zampa di velluto e stivaletti a tacco alto di vernice rossa. Il punto focale è stato il viso della pop star circondato da perline di grandezza diversa ed incorniciato da una folta parrucca rossa, anch’essa illuminata da perle.

View this post on Instagram

“È solo uscendo di scena che si può capire quale ruolo si è svolto.” “ME NE FREGO”: -Musica di: @frenetikandorang3 & @gowTribe -Direzione Creativa: Achille Lauro & @nickcerioni -Management e direzione progetto: @AngeloCalculli -Custom made Wardrobe : @gucci @alessandro_michele -Hair color & cut @mimmolaserra @alfaparfmilano_official #alfaparfmilano -Hairstyling @michele_di_bisceglie @francia.peppe -Make up @simonebellireal & @nikipinna @mariangela_palatini -Direttore D’orchestra: @beatrice_antolini -Mix & Master: Pino pinaxa -Add prod: Achille Lauro & @bossdoms -Fonico Live: @friggy -Photographer: @obe_cocvcolv -personal assistant : @gozdegulsoyy -operatore di ripresa: @daveskey_ Un ringraziamento speciale a tutto il mondo dello spettacolo, tutti i giornalisti, al direttore artistico di Sanremo2020 Amadeus per la fiducia, Fiorello per le splendide parole, la mia agenzia FriendsAndPartner e a tutti voi. Signore e signori “c'est fini la comédie”. Prestissimo grandi novità. Vi lascio in grazia di Dio. A presto

A post shared by ACHILLE LAURO® (@achilleidol) on

Il bacio con Boss Doms

Sicuramente, riguardo alle esibizioni di Achille Lauro e il suo chitarrista, sono stati sia criticati e che amati i loro outfit, ma c’è stato anche un particolare frangente all’interno di un’esibizione che ha fatto molto scalpore, soprattutto sui social: il bacio tra Achille e Doms durante la quarta e ultima serata del Festival. Il pubblico si è scagliato soprattutto su Boss Doms, padre di una bambina e sposato con Valentina Pegorer, ma è proprio qui che arriva il bello; ai vari insulti ricevuti da parte degli haters, la Pegorer ha risposto con un post su Instagram che ritrae la ragazza con il marito in cui la web influencer ha scritto:

“Esempio di messaggio che ricevo spesso: “Non pensi che sia sbagliato che tuo marito, nonché padre di tuo figlio, vada in giro con capelli viola, smalto e rossetto?”.

Esempio di mia risposta: “Non pensi che la cosa più importante che un marito e padre possa fare sia dare amore e protezione alle proprie donne?”. Gli schemi sono solo nelle menti di chi se li prefissa. Siate sinceri con voi stessi e ascoltate la vostra natura. Chi sono gli altri per definire che cos’è normale e cosa diverso.”

Ecco Achille Lauro e Boss Doms, due personaggi che hanno sconvolto gli schemi, i preconcetti e le barriere, di qualsiasi tipo esse possano essere, che “se ne fregano” altamente dei giudizi altrui e portano avanti un messaggio di auto-accettazione e consapevolezza.