È stato il matrimonio più seguito di sempre, facendo impazzire i social per numerose settimane. A suon di hashtag #theferragnez, Chiara Ferragni e Federico Lucia sono convolati a nozze il primo settembre 2018. Le celebrazioni sono avvenute a Noto, in Sicilia, scelta come sfondo del loro sogno d’amore, onorando così le origini della madre della sposa.

Come in ogni matrimonio che si rispetti, il vero protagonista, anzi i veri protagonisti, sono stati gli abiti indossati dalla sposa. Sotto gli occhi di amici e parenti, Chiara Ferragni, accompagnata dal papà, ha camminato per arrivare all’altare indossando Dior. La celebre influencer si è affidata al brand gestito da Maria Grazia Chiuri per il giorno più importante di tutti. E la nota casa di moda non ha certo deluso le aspettative; anzi, le ha sicuramente superate!

Durante la giornata Chiara ha optato per tre cambi look, in modo tale da essere impeccabile in ogni momento della festa, ma quello che ha colpito di più è stato il primo. Si tratta di un abito composto da due parti: una tutina e una gonna. La tutina è stata realizzata completamente a mano dalle abili sarte della maison: rappresenta un mix perfetto tra l’eccellente sartorialità italiana e francese. Alla realizzazione di questa parte dell’abito hanno lavorato quattro donne per venti giorni, per un totale di seicento ore lavorative. Ogni donna aveva un compito diverso: una ricamava i fiori, un’altra le foglie e una gli anelli. La quarta persona era invece addetta alla creazione di una rete che potesse unificare tutti questi elementi. Il risultato è stato una tutina con le maniche a tre quarti e il collo alto: un gioiello insomma.

View this post on Instagram

Dad bringing me to my husband ❤️

A post shared by Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni) on

Sopra questa preziosa tutina, Maria Grazia Chiuri ha pensato ad una voluminosa gonna in tulle. Per la sua realizzazione sono stati utilizzati circa 32 strati di tulle, ripiegati. Un lavoro di grande passione e precisione, che ha permesso alla celebre influencer di incantare tutti. La gonna, caratterizzata da un lungo strascico, era tenuta su da una piccola cinturina posizionata in vita. Per completare questo primo look, Chiara ha deciso di indossare un velo e un make-up nude per esaltare la sua naturale bellezza.

Anche il secondo abito è frutto del lavoro della maison Dior. Più che un abito da sposa è un vestito da sera, che si è rivelato perfetto per i festeggiamenti, avvenuti in una grotta addobbata da innumerevoli lucine e fiori freschi. Il corpetto corto e la gonna ampia e voluminosa ricordano molto gli abiti delle principesse: un vestito davvero unico, realizzato in organza di seta e tulle. Sulla gonna sono stati ricamati a mano delle scritte e dei disegni. Nello specifico vi è sopra il testo della canzone che Fedez ha composto per chiedere la mano della sua bella la sera del concerto all’arena di Verona. Ci sono poi un leone,  rimando al figlio della coppia, l’occhio del logo della sua azienda, gli arei che rappresentano il lavoro e molti altri ricami con riferimenti alla vita degli sposi. Anche le spalline sono personalizzate: anziché il logo Dior, vi è stata ricamata sopra la data delle nozze.

Il terzo e ultimo cambio d’abito è stato meno impegnativo. Chiara non ha fatto altro che cambiare la gonna: da quella lunga del secondo abito è passata a una versione più corta, adatta per godersi al meglio il luna park.

Oltre agli abiti, di notevole importanza sono state anche le scarpe, anche queste realizzate completamente a mano dalla maison Dior. Per la cerimonia, il brand è partito dalla classica scarpa Dior riuscendo a crearne una versione personalizzata per la celebre influencer. Il cinturino che abbracciava le caviglie presentava la scritta J’aDior e il nome Chiara. Il tacco era basso per motivi di praticità: la cerimonia si è infatti svolta sul prato in un giardino fiorito. Per i festeggiamenti, invece, sono state realizzate delle ballerine per permettere alla sposa di muoversi nel massimo della comodità.

L’originalità è stata al centro del matrimonio e sicuramente, con gli abiti realizzati artigianalmente, Chiara Ferragni è riuscita ad emozionare tutti quanti. Le sue scelte si sono concentrate nell’esaltare il lavoro fatto a mano, con la stessa cura e la stessa passione che contraddistingueva le produzioni sartoriali di molti anni fa.


CREDITS

Copertina