Il 2019 sta per giungere al termine e, come negli anni passati, non sono mancate nelle sale cinematografiche le numerose pellicole targate Disney. Tra live action remakes e sequel, questo è stato un anno davvero pieno per l’azienda che, come sempre, ha attirato a sé critiche ed elogi. Partendo dai primi mesi dell’anno, sono state rilasciati vari lavori, che hanno ricevuto accoglienze eterogenee dal pubblico.

Grande inizio con i supereroi: Captain Marvel e Avengers: Endgame 

L’anno si è aperto con alcune uscite importanti in collaborazione con la Marvel, che hanno attratto una buona fetta del grande pubblico: stiamo parlando di Captain Marvel e Avengers: Endgame. Il primo dei due ha portato con sé un’importante novità: è infatti la prima pellicola Marvel ad avere come protagonista un personaggio femminile. Oltre a rappresentare una svolta significativa nella costruzione della figura del supereroe – spesso giovane uomo con innati superpoteri – conduce lo spettatore verso importanti riflessioni; come l’abbandono dei pregiudizi e la ricerca della propria personalità. Per questo il film è stato premiato dal pubblico, che lo ha accolto positivamente. 

Per quest’anno però, in particolare per i fans della saga, l’opera più attesa è stata sicuramente Avengers: Endgame. Questa, come si può facilmente intuire dal nome, ha segnato il tramonto della serie di film sugli Avengers. La pellicola è stata altamente apprezzata e ha commosso il pubblico, per anni parte di questa grande storia che si è conclusa con un gran finale

I primi live action remakes: Dumbo e Aladdin

Nello stesso periodo la Disney ha lanciato anche il primo dei live action del 2019, Dumbo. Vi erano grandi aspettative su uno dei cartoni più commoventi e malinconici di tutto il mondo Disney, ed esse sono state in parte ripagate: grazie alla sua maestria, il regista Tim Burton ha ampliato e arricchito la storia originale, inizialmente piuttosto semplice ed essenziale. Il risultato è piaciuto al pubblico, nonostante la pellicola fosse pensata per i più piccoli.

Dopo il successo delle prime uscite, il 2019 targato Disney ha proseguito la sua corsa portando nelle sale un altro attesissimo live action: Aladdin. Uscito a maggio, aveva suscitato nel pubblico grandi speranze e timori. Aladdin rappresenta infatti uno dei Classici Disney “intoccabili” e la paura che la nuova versione potesse non essere all’altezza della precedente era alle stelle. La trama è apparsa più contorta e il pubblico, soprattutto coloro che hanno amato l’originale, ha rilevato alcune “inammissibili” differenze con il cartone. Tuttavia, nuove tematiche hanno contribuito a portare una ventata di freschezza: un esempio fra tutti l’evoluzione della principessa Jasmine verso una maggiore emancipazione e indipendenza.

Risultati immagini per jasmine aladdin live remake

Un’estate di successo: X-Man: Dark Phoenix, Toy Story 4, Spider-man: Far from Home e Il Re Leone

Con l’inizio dell’estate, la Disney ha continuato alla grande: a giugno sono arrivati X-Man: Dark Phoenix e Toy Story 4. Al contrario di quanto gli amanti della saga si aspettavano, la narrazione del primo si svolge in maniera piana e lineare, divenendo così il perfetto tassello finale di una vicenda cominciata ormai un ventennio fa. 

L’ultimo capitolo di Toy Story era invece molto atteso ed è stato ben accolto, con qualche lacrima da parte del pubblico italiano non solo per la fine della storia, ma per la sentita assenza di Fabrizio Frizzi tra i doppiatori. All’uscita dei primi capitoli, Frizzi fu molto apprezzato nel ruolo del giocattolo protagonista.

I supereroi però, si sa, non vanno in vacanza. A luglio, infatti, è arrivato nelle sale Spider-man: Far from Home, che in qualche modo si lega all’ultimo capitolo degli Avengers. La pellicola risulta piacevole soprattutto per due novità: la vita di Peter Parker si sposta temporaneamente in Europa, con una varietà di location non indifferente. Inoltre, è sempre più forte nei film Marvel il tema comico del supereroe simpatico e burlone: questo rende tutta la storia ancora più accattivante e d’intrattenimento.

Agosto segna un ulteriore atteso momento per la Disney, alle prese con l’uscita del live action de Il Re Leone, un altro grande classico. Il pubblico sembra aver gradito la fedeltà alle scene, ma l’attenzione si è concentrata soprattutto sulla colonna sonora: mentre Elton John, protagonista delle canzoni originali, è rimasto un po’ deluso dalla sua mancata collaborazione, la versione italiana è particolarmente piaciuta, Mengoni ed Elisa sono stati promossi a pieni voti.

Grandi speranze per gli ultimi lavori: Maleficent – Signora del Male e Frozen II – Il segreto di Arendelle

Avvicinandosi alla fine dell’anno, si prosegue con i sequel. A ottobre nelle sale è uscito Maleficent – Signora del Male, in cui la protagonista è nuovamente interpretata da un’acclamata Angelina Jolie. Anche qui abbiamo diverse novità, poiché il film prosegue sulla linea del primo episodio, concedendosi maggiore libertà nella trama e una più approfondita concentrazione sul personaggio di Malefica. Inoltre anche qui, come in altri film, ritroviamo temi importanti come l’emancipazione femminile, che vengono inseriti anche in altre opere. 

Dopo Maleficent, la stagione è continuata con Frozen II – Il segreto di Arendelle che, dopo il successo del primo capitolo, è davvero molto atteso, soprattutto fra i più piccoli. Sembra che il film non deluderà le aspettative.

Le ultime novità: Lilli e il vagabondo e Star Wars: l’ascesa di Skywalker

Novembre introduce un’altra importante novità: vi è in programma un altro live action sulla nuova piattaforma Disney+ che, attraverso un servizio streaming, mostra contenuti esclusivi, rendendo inoltre disponibili alcuni dei lavori di maggior successo della multinazionale. Il live action in questione è Lilli e il vagabondo; il film è molto perché rappresenta uno dei capisaldi dei Classici Disney anche per coloro che ormai sono divenuti adulti.
In questa pellicola i due protagonisti sono cani reali: questa scelta rappresenta un’importante svolta, poiché è la prima volta che vengono impiegati degli
animali veri per un live action. Nel caso de Il Re Leone per esempio, tutti gli animali sono stati riprodotti a computer. Questa particolarità chiaramente contribuisce ad aumentare l’impazienza e le aspettative del pubblico.

Per la fine dell’anno, l’azienda ha deciso di chiudere in bellezza: per i fans più sfegatati e non, tra pochi giorni (18 dicembre) nelle sale italiane sarà presente Star Wars: l’ascesa di Skywalker, terza parte della trilogia di Guerre stellari e capitolo finale delle vicende che hanno per protagonista Skywalker. Inutile dire che i fans non vedono l’ora di godersi il film.

Dunque, anche per il 2019 la Disney non ha deluso i suoi fans. Le critiche non sono mancate, specialmente da coloro che guardano ancora con occhio scettico ai vari remakes e live action e che preferirebbero mettere fine a questa abitudine. La casa di produzione sembra aver puntato sulla novità di alcune opere, mettendo un punto a tante altre storie, alcune delle quali duravano da parecchi anni. Molto importante è anche il fatto che vengano inseriti in opere che apparentemente non c’entrano nulla temi di grande attualità e di riflessione anche per i più grandi. D’altronde, non si può negare che i film prodotti dalla Disney abbiano un grande successo anche grazie a questo e alla grande varietà di pubblico. A questo punto, si spera che il 2020 sia altrettanto carico di novità.

CREDITS:

Copertina

Immagine