Il Natale è una delle feste più attese dell’anno: per le vacanze, per i regali, per gli addobbi o per chi semplicemente non vede l’ora di indossare il proprio costume da Grinch. E poi, arriva la sera, accendi la televisione per guardare un film e trovi la classica programmazione televisiva del periodo natalizio. E se volessimo dare una svolta al solito, prevedibile elenco di lungometraggi o film d’animazione senza allontanarci dallo spirito natalizio? Ecco alcune proposte.

  1. Edward Mani di Forbice – Tim Burton (1990).
    Una moderatissima dose di romanticismo e sentimentalismo, accompagnata dalla (mai deludente) fantasia di Tim Burton. Il padre di Edward, una sorta di dottor Frankenstein, non è riuscito a dargli le mani prima della morte. Per questo motivo Edward si ritrova con delle forbici affilate al posto delle dita. Vive da solo nel castello finché Peggy irrompe nella normalità, la venditrice porta a porta lo invita ad andare a vivere nel pettegolo paese vicino. Nel villaggio, verrà visto da tutti come un ragazzo buono e “normale”, fino a diventare quasi un mito, per poi essere ripudiato e chiamato mostro, assassino e, infine, essere cacciato dal paese. La neve e l’amore fanno da cornice al protagonista solitario che ogni inverno immagina la propria bella Kim, la figlia di Peggy di cui era innamorato, danzare tra i fiocchi bianchi.
  2. Mean Girls – Tina Fey (2004).
    Ogni occasione è buona per rivedere Mean Girls con una giovanissima Lindsay Lohan alle prese con la popolarità al liceo. La quindicenne Cady arriva nel liceo di North Shore dopo un’infanzia vissuta in Africa. Non solo dovrà imparare le diverse regole di sopravvivenza sociale in un liceo, ma inizierà una sorta di rivalità femminile tra le ragazze. 
  3. Silent Night – Steven C. Miller (2012).
    Da tradizione, Babbo Natale porta i regali ai bambini che si sono comportati bene durante l’anno. Ma non in questo film, dove un killer vestito di rosso terrorizza una cittadina americana durante il periodo delle feste, punendo tutti coloro che, a suo giudizio, hanno commesso crimini imperdonabili. Un film che porta avanti l’eredità di San Valentino di sangue o Natale di sangue (Remake quasi ufficiale). Un horror per tutti i Grinch.
  4. Babbo Bastardo – Terry Zwigoff (2003).
    Uno dei film natalizi più divertenti di sempre, dove il protagonista è Billy Bob Thornton nei panni di un Babbo Natale al centro commerciale. In un clima in cui tutti sono impegnati nell’acquisto di regali, lui perennemente ubriaco e perverso ribalta la figura del vecchio e amorevole Babbo che porta i regali.
  5. Klaus – I segreti di Natale – Sergio Pablos (2019).
    Jesper è un giovane postino scandinavo che, per dare una svolta alla sua carriera, viene mandato a consegnare la posta in uno sperduto villaggio del freddo circolo polare artico. Lì incontra un misterioso giocattolaio dalla barba bianca di nome Klaus. Il più recente dei cartoni Netflix, troppo fresco per annoiare e troppo sorprendente per essere disprezzato.
  6. Il diario di Bridget Jones – Sharon Maguire (2001).
    Bridget è una ragazza di oltre trent’anni che racconta nel suo diario tutte le sue disavventure in campo sentimentale. Compagna stretta di cibo ultra calorico, sigarette, alcool e insicurezza, Bridget si è fatta portavoce della donna moderna a suon di episodi imbarazzanti. In fondo, che Natale è senza il ritorno a casa, i maglioni improbabili e una vita così buffa da sapersi bilanciare bene tra la felicità delle piccole cose e la sfortuna che rende buffe le giornate no?
  7. Dickens – L’uomo che inventò il Natale – Bharat Nalluri (2017).
    Charles Dickens, dopo il successo di Oliver Twist, non riesce a trovare una storia per un nuovo romanzo e nel frattempo è sommerso dai debiti. Per chi ne ha abbastanza di Canto di Natale, ecco un film su chi era Charles Dickens, l’uomo che inventò il signor Scrooge.
  8. Harry Potter e la pietra filosofale – Chris Columbus (2001).
    Inutile spiegarvi la trama, sicuramente la saprete già, questo è più un invito a un ritorno alle origini. Perché un rewatch non guasta mai, soprattutto nel periodo natalizio. Soprattutto perché un albero e delle decorazioni come quelle di Hogwarts fanno invidia a tutta New York.
  9. Nightmare Before Christmas – Tim Burton (1993).
    Ancora un film di Tim Burton contro la “normalità”: la combinazione tra Halloween e Natale e quello che può capitare se li mescoli.
  10. Elf – Un elfo di nome Buddy – Jon Favreau (2003).
    Quello che può capitare se un elfo, un piccolo aiutante di Babbo Natale, si perde alla ricerca della famiglia. Un film sulla ricerca delle proprie origini in un mondo popolato da uomini in stile zio Paperone che hanno dimenticato cosa sia il Natale.